Cartoline di morte di James Patterson diventa film

Jeffrey Dean Morgan detective nell'adattamento cinematografico di The Postcard Killings.

Hollywood torna a saccheggiare James Patterson con The Postcard Killings, romanzo del 2010 scritto insieme a Liza Marklund, edito in Italia da TEA con il titolo Cartoline di morte.

Scritto da Andrew Ster e diretto da Danis Tanovic (Triage), il film avrà come protagonista Jeffrey Dean Morgan, celebre volto di The Walking Dead, nei panni del detective Jacob Kanon. Al suo fianco Connie Nielsen, negli abiti della moglie Valerie, e Cush Jumbo, in quelli della giornalista Dessie Leonard.

Ad Hollywood sono tre anni che questo romanzo passa di scrivania in scrivania. Inizialmente erano stati ingaggiati Patrick Dempsey e Dakota Fanning, con Janusz Kaminski alla regia, ma il terzetto se n'è poi tirato fuori. Il film ha ripreso quota grazie ad un accordo tra la Good Films, la produttrice Miriam Segal e la Capstone. La trama?

Sono giovani, belli, felici. Sono giovani coppie in viaggio di nozze, in giro per le più importanti capitali europee. Hanno tutta la vita davanti. Ma sono morti che camminano. Perché qualcuno li uccide e ricompone i cadaveri in pose enigmatiche, li fotografa con una Polaroid e poi invia la foto a un giornalista del quotidiano locale. Ma quel giornalista sa che cosa lo aspetta, perché pochi giorni prima ha ricevuto una cartolina dai killer, una cartolina di morte. Roma, Francoforte, Copenhagen, Parigi... e Stoccolma. Jacob Kanon, detective del NYPD, è l'unico sulle tracce dei killer, ma è sempre un passo indietro. Eppure non si arrende, non può cedere, perché ha un motivo del tutto personale per fermare la strage. Ora, finalmente, è a pochi passi dalla soluzione. Stoccolma potrebbe essere l'ultima tappa della catena di omicidi. Tutto dipende da una giornalista svedese, la giovane e agguerrita Dessie. Lei ha ricevuto l'ultima cartolina di morte e solo lei può aiutare Kanon, prima che i killer mettano in atto una contromossa imprevista. 0 forse l'hanno già fatto?

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail