Pirati dei Caraibi, gli sceneggiatori abbandonano il reboot

Torna in alto mare il reboot de I Pirati dei Caraibi.

L'annunciato e discutibile reboot dei Pirati dei Caraibi targato Disney è andato incontro ad una brutta fermata d'arresto. Secondo quanto riportato da Deadline, Rhett Reese e Paul Wernick, sceneggiatori di Deadpool e Zombieland incaricati di scrivere il riavvio, hanno abbandonato il progetto.

Assunti nell'ottobre scorso per far rinascere un franchise da 4.5 miliardi di dollari, Rhett e Paul se ne sono tirati fuori. La Disney, che ha deciso di rianimare una stanca saga nel 2017 comunque in grado di incassare 794 milioni in tutto il mondo con il suo 5° capitolo, dovrà quindi ricominciare dall'inizio.

Perso Johnny Depp aka Jack Sparrow, con Reese e Wernick la major puntava ad un ritorno "punk rock" dei Pirati, ora di nuovo in un limbo produttivo. Nato nel 2003 con Gore Verbinski alla regia, il franchise è poi proseguito con 4 ulteriori capitoli. Salutati i Pirati, Reese e Wernick non rimarranno certamente disoccupati. Anzi. In canna i due hanno una serie Netflix di Michael Bay con Ryan Reynolds, da ritrovare in un adattamento live-action del gioco da tavolo Cluedo.

Fonte: Comingsoon.net

  • shares
  • Mail