Stasera in tv il remake "Point Break" su Italia 1

Italia 1 stasera propone "Point Break", film d'azione del 2015 diretto da Ericson Core e interpretato Luke Bracey, Édgar Ramírez, Ray Winstone e Teresa Palmer.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Luke Bracey: Johnny Utah
Édgar Ramírez: Bodhi
Ray Winstone: Angelo Pappas
Teresa Palmer: Samsara 'Sam' Dietz
Matias Varela: Grommet
Clemens Schick: Roach
Tobias Santelmann: Chowder
Max Thieriot: Jeff
Delroy Lindo: istruttore FBI Hall
Nikolai Kinski: Pascal Al Fariq
Bojesse Christopher: direttore FBI Chapman
Steve Aoki: se stesso
Judah Lewis: Johnny Utah bambino

Doppiatori italiani

Andrea Mete: Johnny Utah
Fabio Boccanera: Bodhi
Paolo Marchese: Angelo Pappas
Joy Saltarelli: Samsara 'Sam' Dietz
Francesco Meoni: Grommet
Alessandro Quarta: Roach
Roberto Gammino: Chowder
Davide Perino: Jeff
Saverio Indrio: istruttore FBI Hall
Marco Rasori: Pascal Al Fariq
Luigi Ferraro: atleta estremo

 

Trama e recensione


 

Johnny Utah (Luke Bracey), giovane agente dell’FBI, s’infiltra in un gruppo itinerante di atleti amanti del brivido, capeggiati dal carismatico Bodhi (Edgar Ramirez). Gli atleti sono sospettati di crimini perpetrati in maniera estremamente inusuale. Sotto copertura, costantemente esposto a grandi pericoli, Utah dovrà scoprire chi è la mente che si nasconde dietro questa serie di crimini apparentemente non legati tra loro. Point Break è un concentrato dei più audaci atletismi mai visti in un film. Un action adventure interpretato dai migliori atleti del mondo di surf su onde giganti, di wingsuit flying, snowboard, free climbing e motor cycling ad alta velocità.

 

 

Curiosità




  • Il film è il remake dell'omonimo film d'azione del 1991 diretto da Kathryn Bigelow e interpretato da Patrick Swayze e Keanu Reeves.

  • Durante le riprese della seconda unità a Maui, la troupe ha avuto la fortuna di riprendere una delle più grandi onde dell'ultimo decennio, cavalcata dai più grandi surfisti del mondo.

  • Nel film originale del 1991, James Le Gros interpretava Roach, uno degli ex presidenti / rapinatori / surfisti; nel remake interpreta invece un vice-direttore dell'FBI.

  • La sequenza delle cascate Angel Falls è stata molto costosa, con una struttura costruita da zero del costo di 500.000$. Consisteva in una piattaforma che aveva all'incirca le dimensioni di un campo di calcio piazzata appena sotto la sommità delle cascate dove la troupe aveva allestito il campo per non disturbare l'ambiente circostante. Kosove ha paragonato le riprese di Angel Falls ad "un'operazione militare su vasta scala".

  • Teresa Palmer ha fatto la maggior parte delle sue scene di stunt, nonostante fosse il suo primo lavoro di recitazione e poco tempo dopo aver dato alla luce suo figlio Bodhi Rain.

  • La scena con la tuta alare che si svolge all'inizio del film, è stata interamente coreografata ed eseguita dal vero. Ambientata a "The crack" a Walenstadt, in Svizzera, la sequenza è montata insieme a più salti, tutti pilotati da alcuni dei migliori piloti di "wingsuit" al mondo: Jon DeVore, Michael Swanson, Julian Boulle e Noah Banson hanno eseguito le formazioni in volo, mentre Jhonathan Florez e James Boole hanno volato accanto a loro con le macchine da presa (questa sequenza è stata supervisionata da Jeb Corliss). La troupe ha trascorso un periodo di 3 settimane e mezzo in Svizzera, e i piloti di tuta alare hanno fatto il salto più di 60 volte per ottenere le giuste inquadrature.

  • Alcuni dei migliori atleti del mondo hanno lavorato a questo film, tra cui Jeb Corliss, che Kosove ha citato come "il più grande atleta di tuta alare al mondo". Sono stati coinvolti anche i leggendari surfisti Laird Hamilton e Sebastian Zietz, e lo skateboarder professionista Bob Burnquist, oltre allo scalatore professionista Chris Sharma.

  • Gerard Butler era stato scelto in originale per il ruolo di Bodhi, ma in seguito ha abbandonato a causa di altri impegni.

  • Il film si svolge nell'arco di circa un mese e ha richiesto circa un anno per essere filmato. È stato girato in oltre 10 paesi e 4 continenti. Point Break ha utilizzato il più possibile location fisiche e i produttori hanno cercato di essere prudenti nell'implementazione di schermi verdi ed effetti visivi.

  • Nonostante sia un grande sostenitore del film originale, Ramirez non è tornato al materiale originale per prepararsi. L'attore sentiva che ciò che Swayze aveva fatto con Bodhi era "bello e unico", e che il tentativo di rifarlo non doveva essere l'obiettivo finale. Ha descritto la sua interpretazione e il film in generale come una rivisitazione e come tale, qualcosa di unico e nuovo.

  • I creatori del film volevano che fosse il più autentico possibile, vale a dire senza CG, quindi tutte le grandi scene di sport estremi sono state girate dal vero, in una varietà di luoghi esotici. La scena di free climbing alla fine del film è stata girata presso le cascate Angel Falls, nel cuore della giungla del Venezuela. La scena di paracadutismo all'inizio del film non è stata effettivamente girata in Messico, ma l'ultima parte della scena (dove due dei ragazzi si gettano in una grossa caverna) lo era. La grotta, nota ocme la Grotta delle rondini, è una delle più grandi grotte verticali del mondo e si trova nel centro del Messico. Le scene di base-jumping, in cui il team si lancia con le tute alari dalla cima di una montagna sono state tutte girate vicino a Walenstadt, in Svizzera. Nel fare la scena dello snowboard con le scene che si svolgono sul lato italiano del Monte Bianco, non si è filmato direttamente sulla montagna, ma in Valle d'Aosta, tra Valgrisenche e Courmayeur. Anche la scena d'azione della miniera d'oro è stata girata in Italia, ma questa volta tra le Dolomiti. Una parte della scena di motocross è stata girata al Passo Falzarego. La primissima scena di motocross vista nel film è stata invece girata in un luogo chiamato Swing Arm City, nello Utah (USA). E infine, le scene di  surf sono girate in due luoghi diversi: Peahi Maui alle Hawaii e Teahupo'o a Tahiti.

  • Patrick Swayze aveva 38 anni quando ha recitato in Point Break (1991), la stessa età di Edgar Ramirez quando ha recitato nel remake.

  • Tom Hardy, Colin Farrell, Hugh Jackman, Jeremy Renner, Chris Hemsworth e Garrett Hedlund sono stati considerati per il ruolo di Bodhi.

  • La scena in cui Utah ha la possibilità di sparare a Bodhi e prevenire la sua fuga, ma invece spara in aria mentre urla di frustrazione è uno dei pochi "cenni" al film originale. Nel Point Break originale Keanu Reeves fa la stessa scelta dopo aver rivelato a Patrick Swayze che è un agente dell'FBI.

  • Taylor Kitsch, Nicholas Hoult, Aaron Taylor-Johnson, Chris Pine, Chris Pratt e Sam Claflin sono stati considerati per il ruolo di Johnny Utah.

  • Prima che il remake di Point Break venisse approvato, c'era un sequel in sviluppo che sarebbe stato ambientato in Indonesia con protagonista l'attore australiano Damien Walshe-Howling. Si pensava che il progetto non avesse nulla in comune con il film originale a parte l'elemento del surfista / fuorilegge. Il progetto è stato accantonato dopo aver languito in sviluppo per un certo numero di anni.

  • Il super yacht che si vede durante la scena del surf si chiama Ocean Emerald e può essere noleggiato per 100.000$ a settimana.

  • Sugli elmetti usati per una rapina ci sono caricature dei presidenti degli Stati Uniti, probabilmente un tributo all'originale Point Break.

  • Le condizioni meteorologiche in Europa sono state disastrose durante le riprese, con piogge torrenziali che hanno reso estremamente impegnativo e pericoloso girare le scene di stunt della seconda unità.

  • Le "Otto prove di Ono Ozaki" viste alla lavagna nella sede dell'FBI sono le seguenti:


1. Forza Emergente / Navigare nelle rapide di Inga Falls (Repubblica Democratica del Congo)
2. Origine del Cielo / Base jump da una location elevata (Everest, Tibet)
3. Risveglio della Terra / Penetrare il terreno nella Grotta delle rondini dopo lo skydive (San Luis Potosi, Messico)
4. Vita dell’Acqua / Surf su onde oceaniche giganti alte circa 20-30 metri (Biarritz, Francia).
5. Vita del Vento / Volare con una tuta alare dopo aver saltato dalla cima di una montagna (Churfirsten Mountain Range, Svizzera)
6. Vita del Ghiaccio / Snowboard dalla cima di una montagna di ghiaccio scendendo sul suo fianco (Valle d'Aosta, Italia)
7. Padrone delle Sei Vite / Scalare la parete di roccia di una grande cascata senza utilizzare misure di sicurezza (Angel Falls, Venezuela)
8. Atto di Fede Estrema / Saltare giù dalla cascata dopo averla scalata (Angel Falls, Venezuela).


  • Il film costato 24 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 83.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

La scena di stunt più pericolosa mai girata


 

Il film ha incluso la scena di stunt più pericolosa mai girata e che potete vedere nella clip a seguire. Lo sport più pericoloso al mondo, il "Base Jumping", ha già fatto molte vittime, tra cui il celebre inventore della wingsuit Patrick de Gayardon, morto durante un lancio con la tuta alare nel 1998 alle Hawaii. Eppure, nel mondo del Base Jumping, nessuno aveva mai rischiato l’impresa di un volo in wingsuit così pericoloso come quello che vedremo nella nuova versione di “Point Break”, rifacimento basato sull’omonimo cult d’azione del 1991 di Kathryn Bigelow. Una scena di volo in wingsuit mai realizzata dall’uomo, fuori o dentro il grande schermo; prima di “Point Break”, non era mai stato eseguito un volo in tuta alare con quattro persone che volano in formazione, a velocità incredibile, in uno spazio angusto come quello del famigerato “Crack”, una crepa gigante dentro le Alpi Svizzere. Con un quinto pilota, non visibile nelle scene del film, che ha ripreso tutto volando in coda. Tragicamente l’operatore, il famoso base jumper Jhonathan Florez, dopo aver filmato questa scena, è deceduto in un lancio successivo.

Jeb Corliss, famosissimo base jumper e wingsuit flyer, nei cieli da oltre vent’anni e coordinatore delle scene di volo del film ci paral di questa pericolosa ripresa.

Non verrà mai più ripreso in un film uno stunt così pericoloso. Questa è una sequenza incredibilmente complicata. In generale il volo in wingsuit è complicato: farlo come gruppo è ancora più complesso. Credo sinceramente che questi siano i migliori piloti di volo in tuta alare che esistano e che questo sia il più grande stunt mai realizzato da un uomo. Quando il pubblico vedrà questa sequenza sul grande schermo, non potrà fare a meno di rimanere a bocca aperta.

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

La colonna sonora




  • La colonna sonora del film include brani di artisti come Justin Young, Sempe, Genevieve e Dig the Kid mentre la parte strumentale del remake è stata affidata al compositore e musicista olandese Junkie XL (pseudonimo di Tom Holkenborg) all'attivo per lui colonne sonore per Mad Max: Fury Road, Deadpool, Batman v Superman e più recentemente il live-action Alita - Angelo della Battaglia.


 

TRACK LISTINGS:

1. Runaway - Andrew Watt
2. Burn Me Down - Justin Young
3. I Need Your Love [feat. Baer] - Gareth Thomas
4. I See [feat. Zoey Clarke] - Sempe
5. Do You Wanna - MRKTS
6. AAA - Sempe
7. The Power Of Now - Headhunterz and Steve Aoki
8. Crazy (Jamie Jones Remix) - Art Department
9. Warm - SG Lewis
10. Take Me Down - Genevieve
11. Fade Out Lines (The Avener Rework) - The Avener & Phoebe Killdeer
12. Still Breathing - Dig the Kid
13. Point Break End Credits - Tom Holkenborg

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail