Bohemian Rhapsody, sequel in lavorazione?

La Universal ha però smentito qualsiasi illazione. Per ora non ci sarebbe ancora nulla.

Rudi Dolezal, regista di diversi video musicali per i Queen, ha rivelato che il leggendario manager della band, Jim Beach, sarebbe già al lavoro per il sequel di Bohemian Rhapsody, vincitore di 4 premi Oscar e campione d'incassi con 875,779,435 dollari portati a casa.

Dolezal ha rivelato il tutto a Page Six. "Sono sicuro che sta progettando un sequel che inizierà dalla fine di Live Aid". Se così fosse, Bohemian Rhapdosy 2 prenderebbe vita nel 1985, ovvero proprio quando Rudi iniziò a lavorare con i Queen, girando il video del brano "One Vision".

Anche Brian May, mesi or sono, aveva ventilato l'ipotesi di un sequel, che inevitabilmente abbraccerebbe la morte di Freddie Mercury, avvenuta nel 1991 causa AIDS. Un rappresentante della Universal, va detto, ha però smentito queste voci, sottolineando di non aver ancora mai sentito piani per un sequel. Identica precisazione è arrivata dai rappresentanti di Rami Malek, premio Oscar grazie al ruolo di Freddie.

La pellicola di Bryan Singer, licenziato a pochi giorni dalla conclusione delle riprese e sostituito da Dexter Fletcher, ha poi vinto le statuette per il miglior montaggio, montaggio sonoro e sonoro.

  • shares
  • Mail