Guardiani della Galassia 3, James Gunn di nuovo alla regia

James Gunn potrà dirigere il 'suo' Guardiani della Galassia 3.

Il clamoroso colpo di scena. Dopo sei mesi di stallo e di polemiche, la Disney/Marvel ha 'perdonato' James Gunn, a tal punto da riaffidargli la regia di Guardiani della Galassia 3, in estate portatagli via. Parola di Deadline.

Nel luglio scorso la casa di Topolino scatentò un putiferio, licenziando in tronco il regista e sceneggiatore Gunn a causa di vecchi irriverenti e offensivi tweet fatti riemergere da Fox News. All'epoca il cast del film prese le difese di James, con petizioni on line firmate da decine di migliaia di fan per un suo immediato reintegro, ma la Disney pareva irremovibile. Fino alla notizia di oggi. Il presidente della Walt Disney Studios, Alan Horn, avrebbe in più occasioni incontrato Gunn per discutere di quanto avvenuto. Persuaso dalle scuse pubbliche di Gunn, che all'epoca dei contestati tweet arrivava dalla provocatoria Troma, Horn ha alla fine deciso per il 'perdono'.

Tutto questo dopo l'annunciata collaborazione tra Gunn e gli eterni rivali DC Comics/Warner, con James incaricato di sceneggiare e dirigere il reboot di Suicide Squad. Ebbene i Marvel Studios hanno accettato di iniziare la produzione di Guardians of the Galaxy 3 dopo dopo la fine delle riprese di Suicide Squad 2. D'altronde in casa Marvel non hanno davvero mai cercato altri registi, per Guardiani della Galassia 3, compresi i chiacchierati Taika Waititi e Adam McKay.

Chris Pratt, Zoey Saldana, Dave Bautista, Vin Diesel, Bradley Cooper, Sean Gunn, Michael Rooker e Pom Klementieff avevano addirittura scritto una lettera pubblica affinché la Disney 'perdonasse' Gunn, con Bautista arrivato persino a minacciare l'addio alla saga, in caso di mancato reintegro. Ora, dopo 9 mesi di delirio, tutto parrebbe essere tornato alla normalità.

  • shares
  • Mail