Cetto c'è, senzadubbiamente: un contenuto extra per il ritorno al cinema di Cetto La Qualunque

Cetto c'è: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sulla commedia sequel con Antonio Albanese nei cinema italiani dal 21 novembre 2019.

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

Aggiornamento di Pietro Ferraro

 

Cetto La Qualunque si prepara a tornare sul grande schermo. Cetto C’è: il Re d’u Pilu e dintorni è tornato e l’educazione della sua prole è sempre il primo dei suoi pensieri.

Vision Distribution ha reso disponibile un contenuto extra di Cetto c'è, senzadubbiamente, il grande ritorno al cinema di Cetto La Qualunque, l’indimenticabile personaggio creato e interpretato da Antonio Albanese. Una scena che omaggia Il Re Leone, da oggi nelle sale d'Italia con il live-action Disney.

Prodotto dalla Wildside di Mario Gianani e Lorenzo Mieli, dalla Fandango di Domenico Procacci e da Vision Distribution, “Cetto c'è, senzadubbiamente” è scritto dallo stesso Albanese con Piero Guerrera e diretto da Giulio Manfredonia.

Il film uscirà nelle sale il 21 novembre distribuito da Vision Distribution.

 

 

Cetto c'è, Antonio Albanese torna Cetto La Qualunque: dal 21 novembre al cinema


Dopo Bentornato Presidente, sequel di Benvenuto Presidente con Claudio Bisio, Vision Distribution, insieme alla Wildside di Mario Gianani e Lorenzo Mieli e alla la Fandango di Domenico Procacci, ha annunciato un altro clamoroso e inatteso ritorno. Quello di Cetto La Qualunque, indimenticabile personaggio creato e interpretato da Antonio Albanese già visto in sala con “Qualunquemente” e “Tutto tutto niente niente”.

"Cetto c'è", il titolo dell'immaginario sequel, che uscirà il 21 novembre al cinema. Scritto dallo stesso Albanese con Piero Guerrera, il film sarà diretto da Giulio Manfredonia. Le riprese partiranno a metà maggio e dureranno circa otto settimane.

Uscito nel 2011, Qualunquemente sbancò il botteghino, con 15,9 milioni di euro raccolti, mentre Tutto tutto niente niente, uscito nel 2012, si fermò agli 8,5 milioni di euro. A dirigere entrambi i film proprio Giulio Manfredonia, regista anche di È già ieri, remake di Ricomincio da capo del 2004 con Albanese mattatore.

  • shares
  • Mail