Stasera in tv: "Escobar" su Rai 3

Rai 3 stasera propone Escobar (Escobar: Paradise Lost), film thriller del 2014 diretto da Andrea Di Stefano e interpretato da Josh Hutcherson, Benicio del Toro, Claudia Traisac e Carlos Bardem.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Benicio del Toro: Pablo Escobar
Josh Hutcherson: Nick Brady
Claudia Traisac: Maria
Carlos Bardem: Drago
Micke Moreno: Martin
Brady Corbet: Dylan Brady
Ana Girardot: Anne
Aaron Zebede: Pepito Torres

Doppiatori italiani

Luca Ghignone: Pablo Escobar
Matteo De Mojana: Nick Brady
Chiara Francese: Maria
Matteo Brusamonti: Drago
Andrea Oldani: Martin

 

Trama e recensione


 

Raccontato dal punto di vista di Nick (Josh Hutcherson), un ingenuo surfista proveniente dal Canada, "Escobar: Paradise Lost" si svolge durante gli ultimi anni del regno di Escobar. Nick e suo fratello Dylan (Brady Corbet) organizzano un ritiro di surfisti nei pressi di Medellin, dove Nick incontra la donna dei suoi sogni, Maria (Claudia Traisac), che sta conducendo una campagna per lo zio politico. Questo zio risulterà essere Pablo (Il Premio Oscar Benicio del Toro) che invita Nick ad una festa presso il suo "cottage", in realtà una fortezza situata in una tentacolare giungla. Quando sente dei problemi che Nick e Dylan stanno avendo con alcuni teppisti locali, Pablo giura di "prendersi cura di loro". I teppisti finiscono ammazzati e improvvisamente Nick si ritrova invischiato in un mondo selvaggio di stravaganza, corruzione e spargimento di sangue da cui troverà quasi impossibile sfuggire.

 

 

Note di regia


 

Era da molto tempo che Andrea Di Stefano aveva un interesse per l’universo del crimine organizzato. “ I codici rimangono sempre gli stessi: non si uccidono donne e bambini, la famiglia è sacra, e non si può trasgredire a queste regole, altrimenti si perde la fiducia di quelli che ti stanno attorno.” Affascinato dall’episodio del tesoro, oltre che da questa figura di criminale al di sopra della legge , Andrea Di Stefano ha iniziato a fare ricerche su Pablo Escobar e sulla sua vita. “Credo sia il criminale più odiato e più ammirato del mondo, in misura quasi uguale. Ancora oggi in Colombia le persone pregano per lui e ritengono che fosse una brava persona, mentre molti altri lo considerano un mostro. Il fatto che fosse molto legato alla sua famiglia mi sembrava un ulteriore lato da esplorare.

Nel film "Il Padrino" l’elemento chiave non ruota attorno al fatto che Marlon Brando e Al Pacino eliminino le persone, ma a quello che si dicono quando sono a casa, seduti al tavolo della cucina. Perciò immaginavo la possibilità di strutturare una storia attorno ad un personaggio con una duplice personalità, e il fatto che costui fosse Pablo Escobar rendeva il progetto ancora più emozionante. Il mio istinto mi portava a osservarlo, e attraverso dei piccoli tocchi, volevo inserire delle sfaccettature per arricchire la trama.” Così, Andrea Di Stefano si mise a lavoro e iniziò le sue ricerche, riesumando tutto il materiale possibile, leggendo e guardando documentari“.

Andrea Di Stefano si mise al lavoro e iniziò le sue ricerche riesumando tutto il materiale possibile, leggendo e guardando documentari. “Ma mentre lo studiavo, e scoprivo la verità, mi sembrava sbagliato il fatto di mostrare solo il suo lato oscuro, la parte criminale della sua vita. Dovevo concentrarmi sulla sua vita privata. Avevo talmente tante informazioni su di lui che ho quasi finito per convincermi che mi piacesse. Poi mi è venuta l’idea di un secondo personaggio che compie un viaggio piuttosto insolito, un viaggio all’interno della mente di Escobar. A quel punto la narrazione sarebbe diventata ancora più complessa, dal punto in cui questo personaggio presumibilmente avrebbe nascosto il tesoro, divenendo da quel momento in poi una preda degli uomini di Escobar".

 

Curiosità




  • Il film è stato girato interamente a Panama.

  • Josh Hutcherson e Claudia Traisac si sono incontrati sul set di questo film e hanno iniziato a frequentarsi.

  • Benicio Del Toro recita in Sicario (2015) e ad un certo punto un personaggio chiede al suo personaggio se è di Medellin (il nome del cartello della droga di Pablo Escobar).

  • Il film segna l'esordio alla regia di Andrea Di Stefano.

  • Le musiche originali del film sono del compositore britannico Max Richter (The Last Days on Mars, Miss Sloane - Giochi di potere, Maria regina di Scozia).

  • La colonna sonora include i brani: "Dio come ti amo" di Gigliola Cinquetti, "Se Fue Mi Amor" di Franck Reyes, "Down at the Nightclub" di The Creeps, "San Lazaro" di Paola Andrea Álvarez.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

 

  • shares
  • Mail