Colt, Stefano Sollima porta al cinema il soggetto di Sergio Leone

Il film a lungo sognato da Sergio Leone prenderà vita grazie a Stefano Sollima.

Sembrava dovesse diventare una serie televisiva, e invece Colt, progetto a lungo cullato da Sergio Leone, sbarcherà al cinema grazie a Stefano Sollima, reduce dall'avventura americana con Soldado. A riportare la notizia il daily di Variety, direttamente da Cannes.

Via alle riprese in inverno, con Raffaella e Andrea, figli di Sergio, produttori con la loro Leone Film Group. La Colt del titolo, ovviamente, è la celebre pistola vista in più occasioni negli indimenticati spaghetti western di Leone. Ma in questo caso ad armeggiarla saranno tre adolescenti.

E' una storia di formazione con protagonisti tre ragazzini orfani di 12-13 anni che entrano in possesso di quest'arma e per una serie di ragioni diventano dei criminali. Posso assicurarvi che vedere una Colt in mano a un dodicenne è piuttosto suggestivo. Con Colt voglio far tornare il genere Spaghetti western a casa.

Queste le prime parole di Sollima, teoricamente impegnato con altre due produzioni americane, ovvero l'adattamento cinematografico di Call of Duty e Senza Rimorso, romanzo di Tom Clancy con Michael B. Jordan, in uscita il 18 settembre del 2020.

  • shares
  • Mail