Stasera in tv: "Appuntamento al parco" su Rai 1

Rai 1 stasera propone Appuntamento al parco (Hampstead), film commedia del 2017 diretto da Joel Hopkins e interpretato da Diane Keaton, Brendan Gleeson, James Norton e Lesley Manville.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Diane Keaton: Emily Walters
Brendan Gleeson: Donald Horner
James Norton: Philip
Jason Watkins: James Smythe
Lesley Manville: Fiona
Simon Callow: Il giudice
Hugh Skinner: Erik

 

La trama


 

Hampstead, quartiere nell'area nord-ovest di Londra, è famoso per il suo splendido parco, Hampstead Heath, un'oasi di tranquillità nel cuore della metropoli. Sul limitare del parco abita Emily Walters (Diane Keaton), una vedova americana che, dalla scomparsa del marito, fatica a concentrarsi sulle cose che richiedono attenzione, come il suo vecchio appartamento che sta cadendo a pezzi, le sue finanze sempre più esigue e suo figlio Philip (James Norton). Nonostante l'incoraggiamento e il sostegno della sua cara amica Fiona (Lesley Manville), Emily non vuole ammettere che, di fatto, riesce a malapena a sopravvivere. Un giorno, mentre dalla finestra del suo attico guarda la sconfinata distesa di verde del parco, Emily vede una capanna fatiscente che sembra essere abitata da un uomo alquanto trasandato. E dopo aver assistito all'aggressione che l'uomo subisce ad opera di un gruppo di delinquenti, Emily chiama la polizia e osserva con il binocolo l'arrivo delle forze dell'ordine. Il giorno dopo decide di avventurarsi nel parco alla ricerca dello sconosciuto. Donald Horner (Brendan Gleeson) vive serenamente in armonia con la natura del grande spazio verde del parco da 17 anni, ma il suo stile di vita è in pericolo: la sua casa è presa di mira da speculatori edilizi senza scrupoli che stanno cercando di sfrattarlo. È naturalmente sospettoso nei confronti di Emily e con educazione respinge le sue attenzioni, ma dietro ai modi burberi dell'uomo, si intuisce la sua natura gentile e seducente. Quando Emily scopre che Fiona sta capitanando un'iniziativa a sostegno degli immobiliaristi nella loro comunità, Emily trova il coraggio di intervenire e di schierarsi dalla parte di Donald nella battaglia sempre più infuocata per salvare la sua preziosa isola di pace all'interno del parco. Malgrado i tentativi di Philip di convincerla a ritirarsi tranquillamente in campagna, Emily è più che mai decisa a difendere il sostentamento materiale ed emozionale di quest'uomo taciturno e fuori dal comune, un uomo che potrebbe proprio essere la persona che riesce a conquistarla.

 

Note di produzione




  • Le origini del film risalgono al 2007, all'indomani della pubblicazione sui giornali della notizia di Harry Hallowes, che aveva spinto il produttore Robert Bernstein a contattare lo sceneggiatore Robert Festinger, subito affascinato dalla storia di un uomo che vive in uno stato quasi brado tra i confini dell'Heath, il parco di Hampstead famoso in tutto il mondo. La scelta di Bernstein è subito ricaduta su Festinger perché quest'ultimo ha un grande orecchio per i dialoghi e prova una forte empatia nei confronti dei due personaggi principali così radicalmente diversi tra loro.

  • Per dirigere il progetto, Bernstein si è rivolto a Joel Hopkins, meglio conosciuto per il lungometraggio Oggi è già domani interpretato dagli attori premi Oscar® Dustin Hoffman ed Emma Thompson. A giudizio di Festinger, Hopkins era il candidato ideale, ritenendo che fossero entrambi “fatti della stessa pasta”. Hopkins è rimasto affascinato dal progetto per diverse ragioni. Innanzitutto perché è cresciuto ad Hampstead, il che significava che era in sintonia con il quartiere. Ma al di là di questo elemento, Hopkins è stato soprattutto folgorato dai personaggi principali. “Sono due soggetti anticonvenzionali, che vivono ai margini delle rispettive classi sociali di appartenenza”, sostiene Hopkins. Prosegue spiegando: “Donald è uno che ha scelto di sparire dalla circolazione per così dire. Emily è un'americana che vive a Londra, quindi non è inserita, è rimasta vedova di recente, ha una cerchia di amici con cui non sente un legame particolarmente stretto, non appartiene al gruppo. Dunque anche lei è una outsider e quindi è la storia di due emarginati che si trovano grazie a un fatto e scoprono qualcosa uno nell'altra. Per me è questo il cuore della storia.”

  • Per interpretare i ruoli di Emily e Donald, Hopkins si è rivolto all'attrice premio Oscar Diane Keaton e al vincitore del premio Emmy Brendan Gleeson. “Sono due attori di tipo molto diverso e per certi versi due persone di tipo molto diverso e credo sia questo l'aspetto più divertente della storia: sono veramente una strana coppia”, spiega Hopkins, che era consapevole del fatto che il successo del film dipendeva in parte dalla chimica che si sarebbe sviluppata sullo schermo tra i due protagonisti, ma sapeva che i due attori hanno modi di lavorare completamente diversi. “Brendan è molto preciso, gli piace prepararsi nei minimi dettagli, vuole sapere esattamente quello che deve fare e si impegna molto. Diane è più sciolta e ama stare a vedere dove virano le scene. Quindi è stato divertente sposare questi due stili così agli antipodi nella lavorazione. E, toccando ferro, mi sembra che l'esperimento sia riuscito.”

  • Brendan Gleeson è rimasto immediatamente attratto dal ruolo di Donald. “Ricordo di aver letto la sceneggiatura e di aver pensato che la scena del processo era talmente improbabile che doveva essere vera. È una cosa che senti. E a quel punto ho indagato per scoprire se lo spunto era una storia vera ed effettivamente è così fino a un certo punto. Per quanto riguarda il processo sicuramente lo era”, commenta Gleeson. E prosegue “Mi hanno affascinato le motivazioni che hanno spinto un individuo a scegliere quel particolare stile di vita con tutto quello che ne consegue. Mi è piaciuto il fatto che non fosse la fine della storia, che ci fosse un altro capitolo. Insomma, mi è piaciuto il personaggio e mi sono piaciute le situazioni.” Sapendo che il suo personaggio è in parte basato su una persona reale, Gleeson ha voluto valutare i vari modi per rendere quest'uomo, che ha fatto una scelta di vita così radicale, apprezzabile da parte del pubblico. “L'idea che mi sono fatto è che sia stata una scelta precisa la sua. Credo sentisse di avere una certa fragilità nel suo temperamento, che lo ha spinto a scappare di fronte a varie situazioni nella sua vita. Ma aveva trovato una maniera per stare in pace con se stesso e non costituire un peso per gli altri, né per se stesso. E sotto questo punto di vista ho provato una certa invidia per lui.”


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

La colonna sonora




  • Le musiche originali del film sono del compositore britannico Stephen Warbeck (Billy Elliot, Il mandolino del capitano Corelli, Tre destini, un solo amore).


TRACK LISTINGS:

1. Hampstead
2. House On The Heath
3. The Petition
4. Japanese Restaurant
5. The Cemetery
6. The Campaign
7. Rolling Dice - Mathilda Homer & Sam Mitchell
8. To The Museum
9. The Photographs
10. Judgment
11. Fishing For Dinner
12. Leaving The Hut
13. Leaving Hampstead
14. Waltz No. 9 In A Flat, Op. 69
15. Fishing Trip
16. New Beginning
17. The Hut On The Boat

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail