Selfie di Famiglia: trailer italiano della nuova commedia di Lisa Azuelos

Selfie di Famiglia: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sulla commedia di Lisa Azuelos nei cinema italiani dal 19 settembre 2019.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Il 19 settembre arriva nelle sale italiane, con I Wonder Pictures, la commedia Selfie di Famiglia, il nuovo film dalla regista dell’acclamato LOL – Il tempo dell’amore.

Il film è un divertente e tenero ritratto di una famiglia moderna e l’autentica testimonianza dell’amore sconfinato di una mamma single per i propri figli. La protagonista Héloïse - interpretata dalla travolgente Sandrine Kiberlain – è una donna in gamba, tenera e brillante, una “super-mamma” single: ha tre figli, un ristorante da mandare avanti e all’occasione, perché no, anche qualche amante. Ma la diciottenne Jade, la più giovane di casa, presto lascerà il nido per continuare i suoi studi in Canada. Mentre la partenza di Jade si avvicina, Héloïse ripensa ai loro ricordi e si improvvisa regista filmando con il suo telefono i loro momenti insieme prima del viaggio, rendendoli unici grazie alla complicità che ha sempre saputo creare con sua figlia, “la sua piccola”. Ripercorrendo i ricordi più preziosi che ha dei figli, dall’infanzia all’età adulta, Héloïse comprenderà che è il momento di dare un nuovo slancio alla sua vita e di essere sé stessa in un modo nuovo.

 

La trama ufficiale:

 

Héloïse è una “super-mamma” single: ha tre figli, un ristorante da mandare avanti e all’occasione, perchè no, anche qualche amante. Ma la diciottenne Jade, la più giovane di casa, presto lascerà il nido per continuare i suoi studi in Canada. Mentre la partenza di Jade si avvicina, Héloïse ripensa ai loro ricordi e si improvvisa regista filmando con il suo telefono i loro momenti insieme prima del viaggio, rendendoli unici grazie alla complicità che ha sempre saputo creare con sua figlia, “la sua piccola”.

 

Il cast è completato da Thaïs Alessandrin, Kyan Khojandi, Yvan Attal, Victor Belmondo, Mickaël Lumière, Camille Claris, Arnaud Valois e Patrick Chesnais.

 

 

La regista Lisa Azuelos racconta come è nata l'idea del film.

Il primo clic è stato grazie al film Boyhood. La scena in cui Patricia Arquette affronta suo figlio che fa i suoi bagagli e parte, senza voltarsi indietro, mi ha affascinato. Ho pensato: "Quindi è così? Un giorno se ne vanno, è finita, è quello che mi succederà?" Mia figlia, all’epoca, studiava al liceo e già pensava di frequentare l’Università in Canada. Ho capito, con urgenza, che dovevo prepararmi a quel momento: quindi ho iniziato a filmarla con il mio telefono. Ho iniziato a filmare tutto, sempre, in modo da ottenere una traccia di questa vita familiare che è al centro della mia esistenza, da 25 anni. Ho ore e ore di filmati con momenti esilaranti di Thaïs: "Smettila di filmarmi, mamma, sei spaventosa! (...) ti prego, almeno a colazione, spegni il tuo cellulare! All'inizio volevo realizzare un film da questi video, ma alla fine ho scritto questa storia, in maniera naturale. Nei miei video mancava ancora un personaggio importante: la madre!

 

L'attrice Sandrine Kiberlain, che interpreta Héloïse, parla della sua prima collaborazione con la regista Lisa Azuelos e del suo personaggio.

Con Lisa ci conoscevamo da tempo. L’avevo dimenticato ma a 12 anni frequentammo lo stesso corso di tip tap. Ho sempre seguito con attenzione la sua carriera… ammiro il suo modo di raccontare l’epoca in cui viviamo. Ci siamo conosciute e abbiamo sentito qualcosa che ci univa. Mi ha fatto molto piacere che abbia pensato a me, proponendomi un personaggio così diverso da quelli che avevo già interpretato. Ho interpretato spesso personaggi simpatici, ma raramente una donna "normale", radicata nella realtà. Héloïse è una donna di oggi, multitasking, che gestisce come può il suo lavoro, i suoi figli... e il tempo che passa. Ho sempre pensato che i progetti seguano le nostre vite, che non arrivano mai per caso, e quando ho ricevuto la sceneggiatura anch'io avevo una figlia all’ultimo anno di liceo, pronta a prendere il volo… Selfie di Famiglia mi ha parlato in un attimo!

 

L'attrice esordiente Thaïs Alessandrin, figlia della regista Lisa Azuelos, parla del film.

Da subito! Da quando mia madre vide Boyhood. Sono tre anni che ha iniziato a riprendermi con il suo telefono. All’inizio era una cosa solo per noi due, per avere dei ricordi insieme. Ma subito si è resa conto che poteva essere uno spunto per un film che parlasse di noi e, in generale, sulle partenze dei figli, quando lasciano il nido familiare. Mia madre è riuscita a trasmettermi la sua mania: da quando sono in Canada anche io filmo tutto, sempre (ride)! Fin da subito ho saputo che era quello che volevo! È stato normale, logico, che fossi io a interpretare Jade, personaggio che mia madre ha scritto pensando a me. Raccontiamo la nostra storia, quindi nessuno avrebbe saputo interpretare questo ruolo meglio di me! Solo dopo, quando abbiamo iniziato le riprese, ho iniziato ad avere dei dubbi sulle mie capacità…

 

 

 

 

 

 

  • shares
  • Mail