Mad Max, George Miller apre ai sequel: "mi pare abbastanza chiaro che si faranno"

In causa con la Warner, George Miller non chiude la porta in faccia a Mad Max.

4 anni fa Mad Max: Fury Road esaltava Cannes, per poi incassare 378,858,340 dollari in tutto il mondo, vincere sei Oscar e incantare la critica. In questi quattro anni più e più volte si è parlato degli annunciati due sequel targati George Miller, fino a quando il regista non ha intentato causa alla Warner, per una trentina di milioni di dollari in ballo.

Da allora il nulla ha avvolto l'eventuale produzione dei due futuri capitoli, fino ad oggi. Miller, intervistato da Indiewire, è infatti tornato a parlare di Mad Max e dei suoi due sequel più spin-off interamente centrato su Charlize Theron.

Ci sono due storie che coinvolgono entrambe Mad Max, e anche una storia su Furiosa. Ci stiamo ancora lavorando, dobbiamo risolvere la questione con la Warner, ma mi pare abbastanza chiaro che si faranno.

Parole inattese, da parte del cineasta premio Oscar per Happy Feet, in rotta di collisione con lo studios proprio a causa di Fury Road. Costato troppo, circa 185 milioni secondo la major, e il giusto (154.6 milioni) a detta del regista. Una guerra che prosegue in tribunale, ma certo è che più passa il tempo e più sarà complicato, per il 74enne Miller, tornare dietro la macchina da presa per completare la propria trilogia.

  • shares
  • Mail