Star Wars 9, teoria dei fan: la "Dark Rey" del nuovo trailer è un clone?

Una nuova teoria dei fan collega la "Dark Rey" dell'ultimo trailer al ritorno dell'Imperatore Palpatine.

L'ultimo trailer di Star Wars: L'ascesa di Skywalker mostrato all'Expo D23 Disney ha rivelato una Rey in versione Lato oscuro, un'immagine senza dubbio suggestiva ma chiaramente fuori contesto, che ha inevitabilmente scatenato i fan e una ridda di ipotesi su quella versione dell'eroina di Star Wars ribattezzata per l'occasione "Dark Rey".

Una delle ipotesi più "accreditate" contestualizzano quell'immagine di Rey in una nuova Visione di Forza che avvertirebbe Rey di una potenziale deriva che potrebbe sviarla dal Lato chiaro della Forza, un po' come accaduto a Luke Skywalker in L'impero colpisce ancora. Come ricorderete durante l'addestramento con Yoda su Dagobah, Luke ha una visione in cui incontra Darth Vader sotto al cui casco si cela il volto dello stesso Luke; in quel caso si trattava di una visione dal duplice significato, sia una sorta di preludio alla scioccante rivelazione sul padre di Luke che di lì a breve sarebbe stata svelata, e un richiamo al detto che afferma che spesso noi stessi siamo i nostri peggiori nemici.

Ricordiamo che Lucasfilm ha spesso l'abitudine di assemblare trailer volutamente fuorvianti, collegando scene fuori contesto per creare una galvanizzante confusione nei fan dando l'impressione di fornire indizi che in realtà indizi non sono, anche perché come è noto J.J. Abrams è nemico giurato di ogni forma di spoiler.

Premesso ciò, è attualmente disponibile una nuova teoria che prende quell'immagine e gli da un contesto ben più complesso, creando una solida connessione con il ritorno di Palpatine. Secondo la teoria, Rey potrebbe essere uno dei tanti corpi / cloni creati come parte di un esercito da Palpatine, che potrebbe poi usare quel corpo ospite per tornare dalla morte.

L'idea che Palpatine utilizzi dei cloni per rimanere in vita è qualcosa che è stato già esplorato nella saga di Star Wars, ma come parte dell'Universo Espanso e quindi non parte del canone ufficiale. In "Dark Empire", la serie a fumetti di Dark Horse e Tom Veitch, viene introdotta questa trama collaterale di un Palpatine che vive attraverso corpi clonati di se stesso che vengono occupati / posseduti di volta in volta dall'imperatore, La scorta primaria di questi cloni viene tenuta sul paradisiaco pianeta Byss, sorvegliati e custoditi dai Jedi Oscuri e dalle sue guardie. Anche se questa trama non è parte del canone, il fumetto è molto popolare tra i fan e J.J. Abrams potrebbe averne tratto ispirazione e potrebbe dare modo di riallacciarsi ad alcune voci di un qualche esercito nascosto nelle Regioni sconosciute che accompagnerà il ritorno di Palpatine in "L'ascesa di Skywalker", con l'elemento cloni a rievocare / ripescare alcuni elementi della trilogia prequel, dove abbiamo visto Palpatine utilizzare un esercito di cloni per conquistare il potere dopo aver emanato l'ormai famigerato Ordine 66.

E' ipotizzabile che nel periodo intercorso tra "La vendetta dei Sith" e "Una nuova speranza", l'Impero avrebbe potuto benissimo creare un esercito di cloni sensibili alla Forza, manipolando DNA di Palpatine, Vader e altri servitori del Lato oscuro oppure manipolando i famigerati Midi-chlorian. Con una tale premessa si potrebbe attingere anche ad ulteriori elementi già esplorati, come la capacità dei Fantasmi di Forza di possedere artefatti, vedi la teoria che Palpatine stia manipolando Kylo Ren attraverso il casco distrutto di Darth Vader (ci sono anche ipotesi che lo spirito di Palpatine risieda o per meglio dire "infesti" il relitto della seconda Morte nera).

Se "L'ascesa di Skywalker" rivelasse che Palpatine ha ingannato la morte, ciò porterebbe ad una ulteriore connessione della nuova trilogia con Darth Plagueis e la trilogia prequel. Inoltre se Rey fosse in realtà un clone si comprenderebbe il fatto che i suoi genitori non siano "nessuno" e da dove provenga la sua potente sensibilità alla Forza, giustificata dal fatto di essere un prodotto di ingegneria genetica. Con l'elemento clone anche la scena nella caverna oscura su Ahch-Toh mostrata in "Gli Ultimi Jedi", in cui Rey vede l'immagine di se stessa riflessa/replicata all'infinito, acquisirebbe un senso diverso che J.J. Abrams potrebbe aver sfruttato a suo vantaggio, magari anche snaturando la lettura che Rian Johnson aveva dato a quella sequenza.

A questo punto si può ipotizzare qualunque cosa, vedi un intero esercito composto da cloni di Rey, tra cui la "Dark Rey" che abbiamo visto nel trailer, con cui la nostra Rey potrebbe confrontarsi in un duello, ormai consapevole che quella di fronte a lei potrebbe essere il nuovo corpo di un Palpatine redivivo. Naturalmente non si può ignorare l'elemento Kylo Ren la cui redenzione è nell'aria da qualche tempo, e che il personaggio potrebbe abbracciare proprio contro Palpatine, reo di averlo manovrato come un burattino, magari con un estremo sacrificio che monderebbe almeno in parte le colpe del tormentato patricida.

 

Fonte: Screenrant

 

 

  • shares
  • Mail