Cineblog consiglia: Soy Cuba e Il mammuth siberiano

Soy Cuba (Soy Cuba: Ya Kuba – Russia 1964) di Mikhail Kalatozov con Betty Luz María Collazo, José Gallaro, Sergio Corrieri, Mario Gonzales Broche, Raúl García. Stanotte venerdì 29 febbraio ore 1.40 su Rai3. So che consigliare un film documentario come Soy Cuba vi risulta difficile ma, credetemi, la visione di questo lavoro è qualcosa

di carla,

soy cuba locandina Soy Cuba (Soy Cuba: Ya Kuba – Russia 1964) di Mikhail Kalatozov con Betty Luz María Collazo, José Gallaro, Sergio Corrieri, Mario Gonzales Broche, Raúl García.

Stanotte venerdì 29 febbraio ore 1.40 su Rai3.

So che consigliare un film documentario come Soy Cuba vi risulta difficile ma, credetemi, la visione di questo lavoro è qualcosa di sconvolgente. La pellicola è suggestiva e racconta, attraverso quattro storie, la vita e l’evoluzione di Cuba da Batista a Castro.

Il film è del 1964, fu prodotto da Urss e Cuba, e la sua realizzazione fu un vero tour de force: due anni di lavoro, migliaia di comparse, tantissimi soldi spesi. E alla fine il film risultò un fiasco. Non piacque a nessuno, né al pubblico, né alla critica, nemmeno agli stessi attori.

Poi un certo Martin Scorsese insieme al compagno di merende Francis Ford Coppola lo scoprono, lo vedono e ne rimangono folgorati. E dopo 40 anni Soy Cuba (ri)vede la luce. Non è stato doppiato e la versione è rimasta in lingua originale con i sottotitoli per non perdere la sua forza narrativa.

Mi rendo perfettamente conto che Soy Cuba non è un film per tutti ma chi ama il cinema impazzirà per certi virtuosismi della macchina da presa, guardare per credere. I piani sequenza nell’albergo e del funerale (video sotto) rimangono scolpiti nella mente e nel cuore.

Sabato 1 marzo ore 2.00 Rai3 trasmetterà il documentario abbinato ‘Soy Cuba: Il mammuth siberiano’ firmato da Vicente Ferraz (2004) che racconta la lavorazione di Soy Cuba.

La clip del funerale: