Code 8: trailer e poster del thriller sci-fi con Stephen e Robbie Amell

Code 8: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul thriller fantascientifico con Stephen e Robbie Amell nei cinema americani dal 13 dicembre 2019.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

 

Disponibili trailer e poster di Code 8, il thriller fantascientifico interpretato da Stephen Amell (Arrow) e Robbie Amell (The Flash).

In “Code 8” Robbie Amell interpreta un giovane con incredibili poteri sovrannaturali che viene coinvolto in un traffico di droga dal personaggio di Stephen Amell.

“Code 8” è diretto e prodotto da Jeff Chan che ha ampliato un suo cortometraggio. Chan dirige da una sceneggiatura di Chris Paré, che ha collaborato al cortometraggio su cui si basa il film e ha scritto la sceneggiatura del film horror Grace: The Possession, l’esordio alla regia di Chan.

Robbie Amell e Stephen Amell guidano un cast che include anche Greg Bryk, Kari Matchett e Sung Kang.

 

La trama ufficiale:

 

Code 8 è ambientato in un mondo in cui il 4% della popolazione nasce con diverse capacità sovrannaturali, ma invece di essere miliardari o supereroi, affrontano discriminazioni e vivono in povertà, spesso ricorrendo al crimine. Connor Reed (Robbie Amell), un giovane dotato di poteri, sta lottando per pagare le cure mediche della madre malata (Kari Matchett). Combattendo per guadagnare abbastanza denaro come lavoratore giornaliero, Connor viene attirato in un redditizio mondo criminale da Garrett (Stephen Amell) che lavora per Marcus Sutcliffe (Greg Bryk), il signore della droga di Lincoln City. Garrett aiuta Connor ad affinare i suoi poteri per eseguire una serie di crimini per conto di Sutcliffe, mentre un’unità di polizia militarizzata, guidata dall’agente Park (Sung Kang) e l’agente Davis (Aaron Abrams) da loro la caccia.

 

“Code 8” arriva nei cinema americani il 13 dicembre.

 

 

Fonte: SlashFilm

 

I Video di Blogo

Sky Cinema: promo con Alessandro Gassmann

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →