Stasera in tv: "Snowden" su Rai 3

Rai 3 stasera propone "Snowden", film biografico del 2016 diretto da Oliver Stone e interpretato da Joseph Gordon-Levitt, Shailene Woodley, Melissa Leo, Zachary Quinto e Tom Wilkinson.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Joseph Gordon-Levitt: Edward Snowden
Shailene Woodley: Lindsay Mills
Melissa Leo: Laura Poitras
Zachary Quinto: Glenn Greenwald
Tom Wilkinson: Ewen MacAskill
Scott Eastwood: Trevor James
Timothy Olyphant: agente CIA di Ginevra
Ben Schnetzer: Gabriel Sol
Keith Stanfield: Patrick Haynes
Rhys Ifans: Corbin O'Brian
Nicolas Cage: Hank Forrester
Joely Richardson: Janine Gibson
Logan Marshall-Green: Catfish, pilota di droni
Edward Snowden: se stesso

Doppiatori italiani

Andrea Mete: Edward Snowden
Valentina Favazza: Lindsay Mills
Antonella Giannini: Laura Poitras
Alessio Cigliano: Glenn Greenwald
Franco Zucca: Ewen MacAskill
Jacopo Venturiero: Trevor James
Riccardo Rossi: Agente CIA di Ginevra
Flavio Aquilone: Gabriel Sol
Angelo Maggi: Corbin O'Brian
Pasquale Anselmo: Hank Forrester
Roberta Greganti: Janine Gibson
Francesco Sechi: Catfish, pilota di droni

 

Trama e recensione


 

Diretto dal regista tre volte premio Oscar Oliver Stone, Snowden è il ritratto personale e affascinante di una delle figure più controverse del XXI° secolo, l'uomo responsabile di quella che è stata definita la più grande violazione dei sistemi di sicurezza nella storia dei servizi segreti americani. Nel 2013 Edward Snowden (Joseph Gordon-Levitt) lascia con discrezione il suo impiego alla National Security Agency e vola ad Hong Kong per incontrare i giornalisti Glenn Greenwald (Zachary Quinto) e Ewen MacAskill (Tom Wilkinson), e la regista Laura Poitras (Melissa Leo), allo scopo di rivelare i giganteschi programmi di sorveglianza informatica elaborati dal governo degli Stati Uniti. Consulente esperto di informatica, legato da un impegno di massima segretezza, Ed ha scoperto che una montagna virtuale di dati viene registrata tracciando ogni forma di comunicazione digitale, non solo relativa a governi stranieri e a potenziali gruppi di terroristi, ma anche a quella di normali cittadini americani. Disilluso rispetto al suo lavoro nel mondo dell'intelligence, Snowden raccoglie meticolosamente centinaia di migliaia di documenti segreti per dimostrare la portata della violazione dei diritti in atto. Lasciando la donna che ama, Lindsay Mills (Shailene Woodley), Ed trova il coraggio di agire spinto dai principi in cui crede. Snowden racconta in modo inedito la storia di Edward Snowden, analizzando le motivazioni che hanno trasformato un giovane patriota ansioso di servire il suo Paese in un leggendario informatore, e ponendo domande provocatorie riguardo a quali libertà saremmo disposti a rinunciare per consentire ai nostri governi di proteggerci.

 

 

Edward e Lindsay: Il cuore della faccenda


Per quanto la natura esplosiva della storia della sua vita si iscrivesse perfettamente nel cinema di Stone, Edward Snowden è un personaggio molto diverso da qualsiasi altro mai portato sullo schermo fino ad oggi come spiega lo sceneggiatore Kieran Fitzgerald.

Generalmente Oliver propone personaggi virili, istrionici, Ed invece ha un modo di esprimersi semplice, è metodico, poco cinematografico.

 

Stone ammette che scrivere un film su un programmatore è una novità per lui.

Non è un "maschio alfa" e per me è una cosa inedita. Così ho fatto in modo che il "personaggio alfa" fosse la sua ragazza.

 

Comprendere la decisione di Snowden ha implicato capire il suo speciale rapporto
con Lindsay Mills. Per interpretare la coppia dei protagonisti, Stone ha chiamato due dei più apprezzati giovani attori del momento (Joseph Gordon-Levitt e Shailene Woodley). Fin dall'inizio Oliver Stone era convinto che Joseph Gordon-Levitt fosse l'attore più adatto ad interpretare Edward Snowden.

Avevo letto alcuni blog di Joe e mi è sembrato politicamente molto acuto. Ha subito manifestato un interesse sincero e così l'ho portato a Mosca ad incontrare il signor Snowden. Joe, Kieran e Ed appartengono alla stessa generazione e hanno legato molto tra loro. Joe ammira Ed profondamente e la cosa traspare dalla sua performance.

 

Secondo Stone Joseph Gordon-Levitt e Snowden si somigliano un po', anche fisicamente.

Dà l'impressione di essere molto tranquillo e molto intelligente, come qualcuno che trascorre ore a scrivere codici. Non sembra particolarmente estroverso. Penso che funzioni, e questo è fondamentale per la storia. Nel film è bravissimo.

 

Curiosità




  • Oliver Stone ha fatto visita al vero Edward Snowden dopo aver concluso le riprese e gli ha mostrato un montaggio in corso del film.

  • Per assicurarsi che la sceneggiatura non trapelasse, Oliver Stone l'ha scritta su un singolo computer senza connessione ad Internet.

  • Joseph Gordon-Levitt si è impegnato a donare il suo intero stipendio dal film per "aiutare a facilitare la conversazione" sul rapporto tra tecnologia e democrazia.

  • Il vero Edward Snowden ha avvisato Oliver Stone che i centri di comando della NSA sono gestiti con budget limitati e hanno molto meno fascino di come appaiono in film e serie tv.

  • I genitori di Edward Snowden hanno assistito alla proiezione del film e hanno elogiato Joseph Gordon-Levitt per la sua interpretazione del figlio. L'attore ha detto che è stato l'incoraggiamento più significativo che abbia mai ricevuto per una performance.

  • Anatoly Kucherena, accreditato come "diplomatico russo", è l'attuale avvocato russo di Edward Snowden che lo ha rappresentato nella sua richiesta di asilo politico.

  • Oliver Stone ha incontrato Edward Snowden tre volte a Mosca prima di decidere di fare questo film.

  • La vera Lindsay Mills appare nel film, la si può vedere entrare nella mensa, proprio prima che Snowden incontri Lindsay per la prima volta.

  • Shailene Woodley ha imparato a ballare la pole dance per il suo ruolo di Lindsay Mills.

  • Durante le riprese del film in Germania, la madre di Oliver Stone è morta. Prendersi il tempo libero necessario avrebbe lasciato la produzione incapace di completare il film entro il budget e il programma, quindi Stone non ha partecipato al funerale.

  • Nicolas Cage che aveva precedentemente recitato in World Trade Center di Oliver Stone, ha accettato un piccolo ruolo in questo film come favore al regista.

  • Nel film Snowden cade dalla sua branda e si rompe una gamba durante l'addestramento di base, guadagnandosi un congedo amministrativo. Nella vita reale nessuno sa perché Snowden è stato congedato.

  • Il film è basato sul romanzo "Time of the Octopus" di Anatoly Kucherena, l'avvocato russo che rappresentava gli interessi di Edward Snowden in Russia. Il romanzo è considerato immaginario, ma basato su interviste con Snowden.

  • Melissa Leo interpreta la regista / giornalista Laura Poitras, che ha diretto l'acclamato documentario Citizenfour (2014), che racconta le conseguenze e gli effetti delle azioni di Edward Snowden.

  • Nella vita reale Oliver Stone ha incontrato Laura Poitras per discutere dei rispettivi film su Edward Snowden (le riprese del documentario di Poitras sono descritte in "Snowden"). Secondo Poitras, Stone le ha suggerito di pubblicare il documentario dopo il film, anche se il documentario era stato completato per primo, perché credeva che il film avrebbe raggiunto un pubblico più vasto. Poitras si è sentita offesa e non ha voluto incontrare di nuovo Stone.

  • Le riprese sono iniziate il 16 febbraio 2015 con una data di uscita prevista per il 25 dicembre 2015, solo 10 mesi e 9 giorni dopo il primo ciak. In seguita l'uscita è stata posticipata a maggio 2016 poiché gli effetti visivi erano troppo complessi per essere completati per tempo. Dopo che il film è stato interamente completato, è stato riprogrammato per il 16 settembre 2016 perché il distributore voleva evitare di competere con i grossi titoli estivi.

  • Quando Lindsey Mills e Edward Snowden si scambiano messaggi in un sito di appuntamenti ci sono riferimenti al classico anime "Ghost in The Shell" che ha parallelismi con questo film. Entrambe le storie parlano di ex soldati trasformati in funzionari del governo le cui intere vite sono basate sui computer e sui problemi morali che derivano dal loro lavoro.

  • C'è un adesivo del network Tor sul laptop di Snowden. Tor è un metodo di networking utilizzato per connessioni anonime. Secondo quanto riferito Snowden lo ha anche usato per inviare le informazioni trapelate al Washington Post e al The Guardian.

  • A Margot Robbie è stato offerto il ruolo di Lindsay Mills, ma non è stata in grado di accettarlo poiché già impegnata.

  • Nella scena in cui Snowden sta facendo un'escursione con Lindsay, si può vedere sullo sfondo la valle che appare nella serie tv Lost.

  • Gregg Araki ha raccomandato Shailene Woodley a Oliver Stone per il ruolo di Lindsay Mills quando ha saputo che Stone stava cercando qualcuno da affiancare di Joseph Gordon-Levitt. Durante le riprese di White Bird, Araki ha affermato che lei gli ricordava Gordon-Levitt in diversi modi (entrambi sono stati attori bambini, hanno sempre scelto i loro progetti con attenzione e si avvicinano al cinema in un modo creativo e puro).

  • Tom Wilkinson ha già interpretato Joseph P. Kennedy in I Kennedy. Oliver Stone ha diretto JFK - Un caso ancora aperto sull'omicidio del figlio di Joseph, il presidente John F. Kennedy.

  • Nella vita reale Joseph Gordon-Levitt ha due anni più di Edward Snowden.

  • Oliver Stone appare nel film in un cameo: è un membro del pubblico nell'ultima scena.

  • Durante un'apparizione a sorpresa tramite Google Hangout a seguito della prima proiezione del film al Comic-Con 2016, il vero Edward Snowden ha dichiarato in maniera scherzosa: "Non credo che nessuno sia impaziente di avere un film su se stesso, in particolare qualcuno che è un sostenitore della privacy", ma ha dichiarato di aver approvato il film, definendolo un "ritratto piuttosto accurato". Le più grandi differenze del film rispetto alla vita reale sono il personaggio di O'Brian, interpretato da Rhys Ifans, che è un mix di diverse persone e non un individuo reale; la rappresentazione di Lindsay Mills consapevole dei piani di Snowden e del ritratto di Snowden che usa un cubo di Rubik per contrabbandare dati. In realtà non è noto come abbia rimosso i dati dalla NSA.

  • Nell'aprile 2013, Oliver Stone ha fatto visita a Julian Assange presso l'ambasciata ecuadoriana a Londra e lo ha elogiato per il suo lavoro per WikiLeaks. Tuttavia, Assange non appare nel film, come personaggio o come se stesso. Nella vita reale, Assange è stato fortemente coinvolto nell'aiutare Edward Snowden a fuggire da Hong Kong. L'unico membro di WikiLeaks che appare in questo film è Sarah Harrison, che ha viaggiato con Snowden da Hong Kong a Mosca e lo ha supportato lì. Appare in filmati d'archivio verso la fine.

  • Il personaggio di Hank Forrester, un veterano disilluso della NSA, parte è stato ispirato dall'informatore della NSA William Binney, che appare brevemente in filmati di news mostrati in questo film.

  • Il vero Edward Snowden appare nel filmato dell'intervista alla fine di questo film. Dice: "Quando ho lasciato le Hawaii, ho perso tutto. Avevo una vita stabile, amore stabile, famiglia, futuro. Ho perso quella vita, ma ne ho guadagnata una nuova e sono incredibilmente fortunato. E penso che la più grande libertà che ho guadagnato è che non devo più preoccuparmi di ciò che accadrà domani, perché sono contento di ciò che ho fatto oggi ".

  • Il personaggio di Corbin O'Brian, interpretato da Rhys Ifans, è un riferimento al famoso romanzo di George Orwell "1984", pubblicato per la prima volta nel 1948, in cui un personaggio simile chiamato O'Brien è una parte importante della storia. O'Brien è un agente di alto rango della 'Psicopolizia' nel romanzo di Orwell, mentre Corbin O'Brian è un membro di alto rango della NSA.

  • Quando Snowden ruba i file dell'NSA e nasconde la scheda SD nel cubo di Rubik, lancia il cubo ad una guardia di sicurezza che dice di non avere idea di come risolverlo. Snowden dice "Devi fare una croce bianca e poi fai gli angoli". Questo in realtà è un metodo corretto per risolvere il cubo di Rubik.

  • Il film costato 40 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 37.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

La colonna sonora




  • Le musiche originali del film sono di Craig Armstrong (Ray, Il grande Gatsby, Moulin Rouge!). Armstrong e il regista Oliver Stone hanno collaborato anche per World Trade Center e Wall Street - Il denaro non dorme mai.

  • La colonna sonora include il brano "The Veil", scritto e interpretato da Peter Gabriel appositamente per il film. Il video musicale del brano include un cameo del vero Edward Snowden.


TRACK LISTINGS:

1. Snowden Symphonic
2. Burden Of Truth
3. Opening: Secret Downloading
4. Troops March
5. Static (Antye Greie (AGF) Remix)
6. American Hymn (String Version)
7. Snowden Escapes Hotel
8. Kiss
9. The Hill
10. First Copy
11. Ticket To The Top
12. Hawaii Guitar Theme
13. Messed Up
14. HK Hotel
15. Happiness Montage
16. Burden Of Truth (Variation)
17. Travel Montage
18. Data Card
19. Ed Reassigned (4 out of 4 stars)
20. Realisation (Antye Greie (AGF) Remix)
21. Hunting Speech
22. Running Out Of Time: Variation
23. Marwan Intel
24. Ed Copies Data (Secret Downloading Variation
25. Snowden Moscow Variation

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail