Il Terzo Omicidio: trailer italiano del thriller di Kore’eda Hirokazu

Il Terzo Omicidio: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film thriller di Kore’eda Hirokazu nei cinema italiani dal 19 dicembre 2019.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Dopo la tappa in in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia del 2017, il prossimo 13 dicembre approda nei cinema italiani Il Terzo Omicidio, thriller del pluripremiato regista giapponese Kore’eda Hirokazu (Un affare di famiglia).

Il film interpretato da Yakusho Koji, Fukuyama Masaharu e Hirose Suzu, e vincitore di 6 Japan Award in patria, è un legal thriller che offre uno spaccato del mondo della giustizia giapponese e delle sue peculiari procedure. Ma è anche un film di Kore-eda Hirokazu, regista attento alle relazioni umane e che torna a trattare uno dei suoi temi più cari, quello della verità.

 

La trama ufficiale:

 

Shigemori, un avvocato di successo, assume la difesa di Misumi, un uomo di mezza età accusato di aver brutalmente ucciso e derubato il proprio capo. Il presunto assassino aveva già scontato una lunga pena detentiva per un duplice omicidio di cui si era macchiato 30 anni prima. Le possibilità di Shigemori di evitare la condanna a morte per il suo assistito sono poche, dato che l'uomo ha già ammesso chiaramente la propria colpevolezza. Mentre approfondisce il caso, ascoltando le testimonianze dei conoscenti di Misumi, dei familiari della vittima e dello stesso indiziato, Shigemori inizia a dubitare che l'uomo sia davvero colpevole.

 

 

Il regista Kore’eda Hirokazu racconta la fonte d'ispirazione per "Il Terzo Omicidio".

In primo luogo, volevo rappresentare in modo corretto il lavoro di un legale. Poi, quando ho parlato con gli avvocati e con il supervisore legale di Father and Son, tutti mi hanno detto: «La corte non è il luogo dove stabilire la verità». Mi dissero che nessuno può conoscere la verità. Ho pensato che fosse un argomento interessante e ho sentito di voler fare un film di genere forense in cui la verità non viene rivelata.

 

Hirokazu racconta come ha ideato e assemblato la composizione delle inquadrature in collaborazione con il direttore della fotografia Takimoto Mikiya.

Nella mia testa avevo l’immagine dei crime-movie americani degli anni ‛50 e ho chiesto a Takimoto di guardare Il romanzo di Mildred (Michael Curtiz, 1945). Abbiamo discusso di film che impiegavano bene il CinemaScope, come Seven (David Fincher, 1995) e diversi titoli diretti da Paul Thomas Anderson, così come Anatomia di un rapimento (1963) di Kurosawa Akira. Abbiamo studiato come catturare le cose con il CinemaScope senza perdere il senso della tensione.

 

Da segnalare che Kore’eda Hirokazu per la colonna sonora del film ha reclutato il più noto compositore italiano contemporaneo, Ludovico Einaudi, i cui crediti includono musiche per Aprile di Nanni Moretti, This is England di Shane Meadows, Quasi amici di Olivier Nakache ed Éric Toledano e Mommy di Xavier Dolan

Il film distribuito da Double Line, nuova società torinese di distribuzione cinematografica, sarà proiettato in versione originale con sottotitoli per dare il giusto rilievo alle interpretazioni.

 

ELENCO SALE

 

 

 

  • shares
  • Mail