Star Wars 9: J.J. Abrams parla di Luke in “L’ascesa di Skywalker” (spoiler)

J.J. Abrams affronta uno dei cambiamenti apportati a “Star Wars: L’ascesa di Skywalker” rispetto a “Gli Ultimi Jedi”.

 

ATTENZIONE!!! L’articolo a seguire include SPOILER su “Star Wars: L’ascesa di Skywalker”.

 

Star Wars: L’ascesa di Skywalker di J.J. Abrams è finalmente approdato nelle sale ricevendo una stroncatura da parte della critica e il plauso di gran parte del fandom, esattamente il contrario di ciò che era accaduto con “Gli Ultimi Jedi” di Rian Johnson.

Come ho già spiegato in un commento sul film senza spoiler che trovate allegato all’articolo, al sottoscritto “L’ascesa di Skywalker” ha emozionato e coinvolto come non accadeva da tempo, come non è accaduto con “Il risveglio della Forza” che era di fatto qualitativamente superiore a questo nuovo film. L’ìmperfezione e il cuore mostrati in “L’ascesa di Skywalker” rappresentano l’anima pulsante che va oltre la mera critica e rende superflue le obiezioni del fan perennemente scontento incapace di guardare il quadro complessivo.

J.J. Abrams aveva detto che non avrebbe toccato nulla di ciò che Rian Jonson aveva fatto nell’Episodio VIII, e in un certo senso così è stato, almeno in parte, poiché Abrams ha messo mano a diversi elementi del film precedente, ma partendo sempre da ciò che Johnson aveva fatto. Tra questi cambiamenti c’è Luke Skywalker che ad un certo punto, in un momento di sconforto di Rey, entra in scena nei panni di Fantasma di Forza per consigliare la sua allieva come a suo tempo fecero con lui i maestri Yoda e Obi Wan-Kenobi.

La scena ci mostra Luke che sbuca dalle fiamme afferrando la spada laser che Rey ha scaraventato via con rabbia. Luke guardando la sua allieva le dice sorridendo sornione: “L’arma di uno Jedi merita più rispetto”, un chiaro riferimento alla scena in cui Rey in “Gli Ultimi jedi” gli porge la sua spada laser su Ahch-To e Luke la getta dietro alle sue spalle con aria indifferente.

Per chi avesse letto questa scena come una critica alla versione di Luke di Rian Johnson, versione tra l’altro criticata dallo stesso Mark Hamill, il regista J.J. Abrams smentisce tale ipotesi e parla di un’evoluzione naturale del personaggio.

[quote layout=”big”]La scena de “Gli ultimi Jedi” in cui Luke lancia la spada laser sopra la sua spalla è stata immediatamente seguita da Luke che dice “L’arma di un Jedi merita più rispetto”. Ho pensato fosse folle. Ma una delle tante cose brillanti che Rian ha fatto in “Gli ultimi Jedi” è dare a Luke un arco. Lui impara qualcosa. È arrivato da qualche parte. Quindi alla fine di quel film, ha ricominciato la cosa che all’inizio del film stava rifiutando. Quindi è l’idea che anche Luke Skywalker possa imparare qualcosa, penso che un bambino possa sentire Luke Skywalker dire mi sbagliavo, penso che sia una cosa bellissima, e penso che sia qualcosa che probabilmente ogni tanto tutti potremmo fare.[/quote]

 

Abrams è stato molto abile a dare ai fan quello che volevano seguendo però tutte le scelte narrative fatte da Johnson, anche quelle che hanno scatenato controversie come appunto uno spaventato Luke versione eremita che si è chiuso alla Forza e rifugge dalla battaglia. E’ chiaro che Luke sia cambiato da quel “lancio” della spada laser che ha spiazzato un po’ tutti, scena in realtà non così riuscita come Johnson sperava. Dalla battaglia sul Pianeta Crait si vede che Luke è di nuovo il combattivo maestro Jedi che tutti si aspettavano di vedere e quando ricompare a Rey come un Fantasma di Forza, il suo percorso di redenzione rispetto ai suoi errori e alle sue scelte dettate dalla paura chiaramente sono un ricordo del passato, un passato che può e deve cambiare affinché un personaggio del suo calibro abbia l’epilogo che merita.

 

 

Fonte: Screenrant

 

 

Ultime notizie su Star Wars

Tutto su Star Wars →