James Gunn sta 'reinventando l'universo Suicide Squad': parola di David Ayer

David Ayer elogia colui che ha preso il suo posto alla regia del nuovo Suicide Squad.


David Ayer è stato abbondantemente criticato per Suicide Squad, campione d'incassi nel 2016 con 746,846,894 rastrellati in tutto il mondo, tanto da non essere stato confermato in cabina di regia dalla DC/Warner.

A girare il nuovo The Suicide Squad, vero e proprio reboot a tempo di record, sarà James Gunn, padre dei Guardiani della Galassia prima cacciato dalla Marvel e successivamente perdonato. Ma prima di realizzare il 3° capitolo dei suoi Guardiani, James tornerà sul set proprio per ridare vita a Suicide Squad, annunciato in sala per il 6 agosto 2021.

Ebbene a detta di Ayer il buon Gunn sta "reinventando l'universo" Suicide Squad. Via social David, tutt'altro che avvelenato per la sostituzione in cabina di regia, ha elogiato il collega, ribadendo che il nuovo film NON sarà un sequel.

Margot Robbie è uno dei quattro membri del cast originale che ritroverà posto sul set. Al suo fianco anche Viola Davis, che tornerà negli abiti di Amanda Waller, Jai Courtney come Capitano Boomerang e Joel Kinnaman come Rick Flag. Tra le novità annunciate Idris Elba, in un ruolo attualmente sconosciuto, mentre David Dastmalchian interpreterà Polka-Dot Man, al fianco di Daniela Melchior come Ratcatcher, e Steve Agee come voce di King Shark. Inoltre, ci saranno Peter Capaldi, Michael Rooker, Storm Reid e John Cena.

Scelta curiosa e rischiosa, quella della Warner/DC, di dare il via libera ad un reboot tanto rapido dopo un primo capitolo che aveva incassato quasi 750 milioni di dollari, ma evidentemente le potenzialità inespresse del franchise sono talmente lampanti da volersi giocare il tutto per tutto nel modo migliore possibile. E Gunn, da questo punto di vista, è una garanzia.


  • shares
  • Mail