Stasera in tv: "Ballerina" su Rai 1

Rai 1 stasera propone "Ballerina", film d'animazione franco-canadese del 2016 diretto da Eric Summer e Éric Warin con le voci di Emanuela Ionica, Alex Polidori, Sara Labidi, Eleonora Abbagnato e Sabrina Ferilli.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Doppiatori originali

Elle Fanning: Félicie Le Bras
Dane DeHaan: Victor
Maddie Ziegler: Camille Le Haut
Carly Rae Jepsen: Odette
Julie Khaner: Régine Le Haut
Terrence Scammell: Louis Mérante
Tamir Kapelian: Rudolph
Elana Dunckelman: Dora
Shoshana Sperling: Nora
Tamir Kapelian: Mathurin
Pascal Casanova: Latureau
Céline Melloul: Rosita Mauri
Frederic Souterelle: Direttore dell'Opera
Kathy Cerda: Madre Superiora
Terrence Scammell: Postino

Doppiatori italiani

Emanuela Ionica: Félicie Le Bras
Alex Polidori: Victor
Sara Labidi: Camille Le Haut
Eleonora Abbagnato: Odette
Sabrina Ferilli: Régine Le Haut
Francesco Prando: Louis Mérante
Federico Russo: Rudolph
Vittoria Bartolomei: Dora
Arianna Vignoli: Nora
Gabriele Patriarca: Mathurin
Franco Zucca: Latureau
Giò Giò Rapattoni: Rosita Mauri
Massimo De Ambrosis: Direttore dell'Opera
Aurora Cancian: Madre Superiora
Oliviero Dinelli: Postino

 

La trama


 

Ballerina è la storia di Felicie, una piccola orfana che sogna di diventare un’Etoile all’Opéra. Felicie senza alcuna formazione di base lascia le zone rurali della Bretagna e va a Parigi dove assume l'identità di una ragazza viziata e diventa una studentessa di danza all'Opéra de Paris. Qui Felicie potrà apprendere le basi della danza, ma farsi degli amici tra i suoi crudeli compagni di studio è davvero molto difficile. La misteriosa custode dell'Opera di Parigi, Odette, e un giovane aspirante inventore, Victor, l'aiuteranno ad affrontare le sfide che la vita le metterà di fronte. Felicie perseguirà così la sua passione e lavorerà duramente per trasformare i suoi sogni in realtà.

 

Note di produzione


 

I produttori Laurent Zeitoun, Yann Zenou, Nicolas Duval-Adassovsky raccontano come nata l'idea di Ballerina.

Yann Zenou: Nel 2010, Eric Warin e Eric Summer ci hanno presentato gli schizzi preliminari per un progetto che allora era intitolato La véritable histoire des petits rats de l’Opéra (La vera storia delle Petits Rats dell’Opera). Ci siamo subito innamorati di quella bambina che fugge dall’orfanotrofio per andare a Parigi e studiare all’Opera. Avevamo l’inizio di una bella storia, restava da sviluppare tutto il resto.

Laurent Zeitoun: Abbiamo passato tre anni a chiederci come realizzare un film che rispondesse alle nostre aspettative...Un film su una Parigi che non si vede spesso al cinema: gli anni in cui la ristrutturazione urbanistica ad opera del Barone Haussmann non era ancora completata, dove la Tour Eiffel e la Statua della
Libertà erano in fase di costruzione.

Yann Zenou:...Ci siamo buttati nel progetto armati di coraggio, di un po’ di incoscienza e con nessuna esperienza nel campo dei film d’animazione. Abbiamo avuto la fortuna di avere il sostegno di persone che hanno creduto in noi.

Laurent Zeitoun: Nel 2013 il progetto è decollato veramente con un nuovo titolo: BALLERINA. Tutto aveva finalmente preso forma. È stata una vera e propria maratona per noi, il lavoro da fare era davvero enorme! BALLERINA era la nostra creatura. L’abbiamo vista nascere, maturare e crescere. Eravamo convinti che i bambini e le famiglie avrebbero accolto il film sentendolo vicino ai loro sogni.

I coreografi e ballerini dell'Opéra di Parigi Aurélie Dupont e Jérémie Belingard, che hanno prestato le movenze dei ballerini su schermo tramite la tecnica del motion-capture, parlano del loro ruolo nella produzione.

Aurélie Dupont: Laurent Zeitoun mi ha contattato per parlare del progetto e del periodo in cui avevo frequentato una scuola di danza. Mi ha chiesto di fare le coreografie dei personaggi insieme a Jérémie Belingard, in modo che la squadra potesse poi modellare l’animazione sui miei movimenti. Il tema di BALLERINA mi ha toccato, l’esperienza sarebbe stata unica e divertente. E ho pensato al piacere che i miei due figli avrebbero provato nel vedere un film come questo. Jérémie ed io abbiamo scelto la ritmica e immaginato le coreografie fin nel minimo dettaglio, come il piatto che Félicie scaglia attraverso la cucina dell’orfanotrofio, o il modo in cui spazza il palco mentre fa delle piroette! Ho ballato tutte le scene, per tutti i personaggi. Félicie e Camille hanno la stessa età, ma si esprimono in modo diverso: Félicie è istintiva, passionale; Camille è tecnica, fredda, a volte trattiene anche il respiro.

Jérémie Belingard: Quando ho visto tutto il team al lavoro, ho capito che il film sarebbe stato destinato a un pubblico vasto e sarebbe potuto piacere anche ai
ragazzini, grazie a riferimenti comuni come KARATE KID, e ho voluto far parte di quest’avventura. Aurélie ed io ci siamo chiesti come avremmo proceduto, e la decisione di utilizzare una telecamera per filmare la coreografia è stata determinante: abbiamo preso ispirazione dalle scene scritte da Laurent e Carol, ho immaginato le danze, Aurélie le ha studiate, abbiamo provato, e poi l’ho ripresa
in una delle sale dell’Opera. Ho lavorato alle riprese e poi in sala di montaggio...Abbiamo visto le scene con Laurent, che ha suggerito alcune modifiche prima di passarle agli animatori che avrebbero avuto il compito di portare i nostri movimenti nel film. Siamo stati più didattici e convincenti possibile poiché la produzione non aveva ancora familiarità con le sfumature della danza. Non volevo sottolineare nulla in particolare ma solo creare la dinamica: è stata una fase molto piacevole del processo creativo. In che modo le animazioni hanno esaltato l’idea di questa professione in Ballerina?

Aurélie Dupont: Alcuni movimenti sono impossibili nella vita reale! Ad esempio, alcuni passi straordinari di Félicie non esistono e una piroetta che termina con una spaccata non può essere fatta da un ragazzo. BALLERINA è anche un sogno, la magia che trascende la realtà.

Jérémie Belingard: I produttori volevano che BALLERINA fosse caratterizzata da una miscela di reale e fiabesco. Abbiamo ravvivato certi movimenti accelerandoli, e abbiamo girato i salti al rallentatore per prolungare l’impressione di essere appesa in aria con un filo sottile. Abbiamo inoltre sfruttato strumenti dei film di fantascienza e il ruolo della tecnologia. È stato emozionante spingersi oltre i confini dell’animazione, guidati dall’idea che la tecnologia possa ispirare le persone a reinventare e trascendere la loro arte. Con BALLERINA siamo passati all’era della danza 2.0! Nella scena di Félicie e Camille che si confrontano, è fisicamente impossibile saltare da una sedia all’altra o eseguire il salto della grande scalinata dell’Opera. Se sembra credibile è perché la storia è realistica: Félicie è in grado di assumersi dei rischi perché ha grinta. Camille è appassionata a modo suo. Mi piace davvero molto, è una ragazza esuberante che persevera e che soffre molto; rappresenta molte persone che si sentono alienate nella loro condizione. Léonore Baulac ha lavorato con Aurélie e me per rappresentare la tecnica di Camille, così diversa da quella di Félicie.

Aurélie Dupont: Ciò che fa e vive Félicie, anche quando è mandato a doppia velocità, ha radici nella realtà. La vediamo emergere dal gruppo e imporre la sua singolarità. È ciò che ho vissuto anche io a modo mio: il grande punto di svolta per una ballerina è uscire dalla “massa”, distinguersi per diventare solista, un’étoile. Hai bisogno di sentirti pronta. Il mio primo balletto come sujet - due livelli inferiori all’étoile – è stato lo Schiaccianoci, proprio come nel film. Non mi aspettavo fosse così difficile: è stato uno shock. Ero contenta della mia performance ma anche assalita da dubbi. È stato in quel momento che mi sono chiesta se avevo fatto la scelta giusta. Ho capito che avevo ancora molto da imparare e, lavorando ancora più duramente, questi dubbi sono a poco a poco scomparsi. Il film dà anche una visione più chiara dell’insegnamento della danza. Nella mente di molte persone, le insegnanti sono dure, inumane e usano un bastone... ma è fantasia! BALLERINA si rivolge con grande tenerezza ad un pubblico giovane come un bell’esempio di autorealizzazione grazie ad un’arte.

 

Curiosità




  • I realizzatori per riprodurre con il massimo realismo le sequenze di danza hanno utilizzato la tecnica del motion capture applicata su Aurélie Dupont e Jérémie Belingard, due ballerini dell'Opéra di Parigi.

  • Il cast vocale della versione originale include le voci degli attori Elle Fanning (Félicie) e Dane DeHaan (Victor), della giovanissima ballerina Maddie Ziegler (Camille) nota per aver partecipato a diversi video della cantante Sia (inclusi "Chandelier" ed "Elastic Heart") e della cantautrice e attrice canadese Carly Rae Jepsen (Odette) ex concorrente del talent Canadian Idol.

  • Félicie, doppiata da Elle Fanning, compete per il ruolo principale nel balletto Lo schiaccianoci. Fanning è apparsa in precedenza in Lo Schiaccianoci 3D (2010).

  • La Statua della Libertà è mostrata in verde chiaro - che è lo stato ossidato attuale. Durante la costruzione e per alcuni anni dopo sarebbe stata di un colore bronzo ramato lucido.

  • Maddie Ziegler interpreta la rivale di Félicie, che ha una madre prepotente; Ziegler è una ballerina nella vita reale apparsa in Mamme sull'orlo di una crisi da ballo (2011).

  • La versione americana ha cambiato il titolo del film da "Ballerina" a "Leap!".

  • Il film costato 30 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 106.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

La colonna sonora




  • Le musiche originali del film sono del compositore tedesco Klaus Badelt (Maga Martina e il libro magico del draghetto, Il piccolo Nicolas e i suoi genitori) con canzoni originali di Cristopher Braide.

  • La colonna sonora include i brani "Cut to the Feeling" e "Runaways" di Jepsen e "Suitcase" di Sia.

  • Nella versione italiana la colonna sonora comprende la canzone "Tu sei una favola" interpretata da Francesca Michielin.


TRACK LISTINGS:

1. You Know It's About You - Magical Thinker, Stephen Wrabel
2. Be Somebody - Chantal Kreviazuk
3. Unstoppable - Camila Mora
4. Blood Sweat and Tears - Magical Thinker, Dezi Paige
5. Rainbow - Liz Huett
6. Ballerina - Klaus Badelt
7. Dreams and the Music Box - Klaus Badelt
8. Escaping the Orphanage - Klaus Badelt
9. The Liberty Chase - Klaus Badelt
10. Swan Lake, Op. 20a: Scene - Chappell Recorded
11. Shannon Reel - Daniel Darras, Youenn Le Berre
12. You Know It's About You (Piano & Voice) (Bonus Track) - Magical Thinker, Stephen Wrabel

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail