Berlino 2020, Jeremy Irons presidente di giuria

Sarà Jeremy Irons a presiedere la giuria del 70esimo Festival di Berlino.

Poco meno di 30 anni dopo il premio Oscar come miglior attore per Il mistero Von Bulow, il leggendario Jeremy Irons sarà il presidente di giuria del 70° Festival internazionale del cinema di Berlino, che si terrà dal 20 febbraio al 1 marzo 2020.

"Con il suo stile distintivo, Jeremy Irons ha incarnato alcuni personaggi iconici che mi hanno accompagnato durante il mio viaggio nel cinema, rendendomi consapevole della complessità degli esseri umani. Il suo talento e le scelte che ha fatto sia come artista che come uomo mi fanno sentire orgoglioso di dargli il benvenuto come presidente della giuria per la 70a edizione della Berlinale", ha commentato il neo direttore artistico Carlo Chatrian.

“E' un onore e un grande piacere svolgere questo ruolo in un festival che ho sempre ammirato e in cui mi sono sempre trovato a mio agio. Essere a Berlino mi darà l'opportunità di godere di una grande città e di vedere molti film e discuterne con gli altri giurati", ha commentato Irons.

Oltre al premio Oscar del 1991, l'attore ha vinto anche due Golden Globe, un David, un Tony Award nel 1984 per "La cosa reale (The Real Thing)" e un Emmy nel 2006 per Elizabeth I. Nel 2011, Jeremy Irons è stato ospite per la prima volta del Festival di Berlino, in quanto tra i protagonisti di Margin Call di J.C. Chandor. Nel 2013 il ritorno, ma fuori Concorso, con Treno di notte per Lisbona di Bille August. Negli ultimi mesi Irons si è fatto vedere, e ammirare, sulla HBO, grazie alla serie Watchmen.

Photo credit: Antonello&Montesi

  • shares
  • Mail