• Film

Stasera in tv: “Alien: Covenant” su Rai 2

Rai 2 stasera propone Alien: Covenant, film di fantascienza del 2017 diretto da Ridley Scott e interpretato da Michael Fassbender, Katherine Waterston, Billy Crudup, Danny McBride e Demián Bichir.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

 

Cast e personaggi

Michael Fassbender: David 8 / Walter
Katherine Waterston: Daniels
Billy Crudup: Christopher Oram
Danny McBride: Tennessee
Demián Bichir: Lope
Carmen Ejogo: Karine Oram
Amy Seimetz: Faris
Jussie Smollett: Ricks
Uli Latukefu: Cole
Callie Hernandez: Upworth
Tess Haubrich: Rosenthal
Nathaniel Dean: Hallett
Alexander England: Ankor
Benjamin Rigby: Ledward
James Franco: Jacob Branson
Noomi Rapace: Elizabeth Shaw
Guy Pearce: Peter Weyland

Doppiatori italiani

Francesco Prando: David 8 / Walter
Chiara Colizzi: Daniels
Massimo Lodolo: Christopher Oram
Stefano De Sando: Tennessee
Luca Biagini: Lope
Valentina Mari: Karine Oran
Barbara De Bortoli: Faris
Flavio Aquilone: Ricks
Stefano Andrea Macchi: Cole
Connie Bismuto: Upworth
Francesca Fiorentini: Rosenthal
Domenico Strati: Hallett
Alessandro Vanni: Ankor
Marco Baroni: Ledward
Sacha Pilara: Jacob Branson
Fabio Boccanera: Peter Weyland

 

La trama

 

A bordo dell’astronave Covenant tutto è tranquillo; l’equipaggio e le altre 2.000 anime sul vascello d’esplorazione sono profondamente addormentate nell’iper-sonno, lasciando che Walter, l’organismo sintetico a bordo, cammini da solo per i corridoi. La nave è in viaggio verso il lontano pianeta Origae-6, sul fianco estremo della galassia, dove i coloni sperano di stabilire un nuovo avamposto per l’umanità. La pacifica tranquillità del viaggio viene interrotta quando una vicina esplosione stellare distrugge le vele di raccolta di energia della Covenant, provocando decine di vittime e facendo deragliare la missione. Ben presto i membri superstiti dell’equipaggio scoprono quello che sembra essere un paradiso inesplorato, un Eden indisturbato con montagne coperte di nuvole e immensi alberi altissimi, molto più vicino di Origae-6 e potenzialmente altrettanto valido per ospitarli. Quello che hanno trovato, tuttavia, è un mondo oscuro e mortale pieno sorprese e tranelli. Messi di fronte a una terribile minaccia, al di là della loro immaginazione, gli esploratori dovranno tentare una fuga precipitosa per uscire dalla trappola.

 

 

Il corto “Il Nuovo Walter”

 

20th Century Fox ha realizzato uno speciale corto in italiano dal titolo “Il nuovo Walter” che introduce l’androide sintetico con intelligenza alimentata da AMD (NASDAQ: AMD), RyzenTM e processori Radeon, e prodotto dalla società fittizia Weyland-Yutani. Il corto ideato da Ridley Scott, prodotto da RSA Films con il partner tecnologico AMD e diretto da Luke Scott presenta Walter come il partner sintetico più avanzato del mondo, creato per servire e progettato per contribuire al raggiungimento di una migliore esperienza umana. Come parte della campagna è stato rislaciato anche un poster che trovate in coda all’articolo. Il regista Ridley Scott ha commentato il cortometraggio in un comunicato.

[quote layout=”big”]La partnership con AMD, una delle più importanti aziende tecnologiche del mondo, per la campagna del nostro film “Meet Walter” si allinea perfettamente alla nostra visione dell’incredibile potenziale dell’intelligenza artificiale che Michael porta così meravigliosamente alla vita attraverso Walter in Alien: Covenant.[/quote]

 

Curiosità

  • La pellicola è il sequel del film di fantascienza Prometheus del 2012 e il secondo prequel della saga di Alien.
  • C’è una scena in cui è possibile vedere un uccellino giocattolo che beve acqua da un bicchiere, quello stesso gadget è presente nella scena di apertura dell’originale Alien (1979).
  • Rebecca Ferguson è stata considerata per il ruolo principale, ma è stata Katherine Waterston ad aggiudicarsi la parte.
  • Si è seguito un ordine alfabetico per i “sintetici” della saga: 1. Ash 2. Bishop 3. Bishop 4. Call 5. David 6. Walter.
  • Ad un certo punto del film il personaggio Daniels di Katherine Waterston dice: “Ti ho preso, figlio di pu**ana”. Ellen Ripley usa queste parole alla fine dell’Alien originale.
  • I nomi degli androidi, David e Walter, sono un tributo ai produttori David Giler e Walter Hill.
  • Alien: Covenant è stato girato in 74 giorni.
  • Katherine Waterston è apparsa anche in Animali fantastici e dove trovarli (2016), primo film di una serie prequel basata sui film di Harry Potter.
  • Nel film appare una nuova creatura aliena battezzata “Neomorfo” come spiega Ridley Scott: “E’ stata una grande sfida che si è presentata perché avevo bisogno di qualcosa in più del ‘solito sospetto’. Non lo volevo sovraesporre, l’ho voluto preservare. Il Neomorfo, in un certo senso, è la prima generazione dell’alien, ma ha bisogno di una forma di vita umana a cui fare riferimento o, se preferite, con cui mischiarsi o ibridarsi.
  • La fisiologia e la struttura corporea del Neomorfo sono state ispirate allo squalo goblin. I suoi denti sono in grado di protrarsi in avanti quando attaccano le prede per fare più danni puntando direttamente verso l’esterno permettendo una presa migliore.
  • Nel materiale esteso della versione Blu-ray contiene scene di David nel suo laboratorio, noto come “Avvento”, che mescola varie parti dei Neomorfi (e forse delle uova mutate di Shaw), usando la sostanza appiccicosa nera come catalizzatore per creare le sue uova di Xenomorfo.
  • Il design degli Xenomorfi è basato su quello di un’écorché (scultura di una figura umana con la pelle rimossa per mostrare la muscolatura), mentre i suoi movimenti erano basati su quelli di una mantide religiosa e di un babbuino.
  • Il giardino di David è una ricostruzione esatta del dipinto di Arnold Böcklin “L’Isola dei Morti” (di cui anche H. R. Giger dipinse una versione nel suo stile biomeccanoide).
  • Lo Xenomorfo “Planet 4” è stato interpretato in motion-capture dall’attore spagnolo Javier Botet alto 2 metri e affetto dalla sindrome di Marfan (un disturbo ereditario che colpisce il tessuto connettivo), noto soprattutto per i suoi ruoli in Rec (2007), La madre ( 2013), Revenant – Redivivo (2015) e The Conjuring – Il caso Enfield (2016).
  • Lo Xenomorfo “Planet 4” ha un teschio umano sotto la sua cupola liscia, qualcosa che anche lo Xenomorfo originale di Alien (1979).
  • Nel romanzo prequel di Alan Dean Foster, Lope menziona che le persone che sta reclutando per la spedizione della colonia non erano esplicitamente pensate per essere “super qualificate intellettualmente” o “superbi combattenti tattici”, temendo che avrebbero potuto sfidare la sua posizione promessa come “Capo della sicurezza planetaria” bnella colonia. Quindi molta incompetenza e idiozia mostrate sono direttamente il risultato del fatto che Lope recluta persone non particolarmente brillanti o capaci di pensare in autonomia.
  • Questo è il secondo film in cui Michael Fassbender e Katherine Waterston sono apparsi insieme, il primo è Steve Jobs (2015).
  • Questa è stata la prima esperienza di Ridley Scott con le macchina da presa ARRI Alexa. In seguito le userà di nuovo nel suo film successivo, Tutti i soldi del mondo (2017).
  • La Audi lunar quattro utilizzata nel film è un pezzo di tecnologia del mondo reale. Il rover quattro lunare fu costruito dalla casa automobilistica tedesca Audi.
  • Durante il suo confronto con Walter, David gli chiede se preferisce “Servire in Paradiso o regnare nell’Inferno”. La frase si riferisce alla poesia di John Milton “Paradiso Perduto”, dove Lucifero afferma che è “Meglio regnare all’Inferno che servire in Paradiso”. Questo si adatta con il desiderio ultimo di David di non essere più sottomesso all’umanità. Inoltre, “Paradise Lost” è stato il sottotitolo originale per questo film, prima che venisse scelto “Covenant”.
  • Nel film viene rivelato che il corpo aggiornato dell’androide Walter ha la capacità di riparare automaticamente ferite e traumi.
  • Il film costato 111 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 240.

 

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del pluripremiato compositore e musicista australiano Jed Kurzel che nel 2011 esordisce sul grande schermo musicando il dramma biografico Snowtown, debutto alla regia del fratello Justin Kurzel; i fratelli Kurzel torneranno a collaborare per Macbeth (2015) e il film di Assassin’s Creed (2016). I crediti di Jed Kurzel includono anche l’acclamato horror Babadook, il crime Son of a Gun, il western Slow West e il dramma Una. Prima di dedicarsi alle partiture cinematografiche Jed era meglio conosciuto come frontman e cantautore del duo australiano The Mess Hall.
  • La musica della colonna sonora composta da Jerry Goldsmith per Alien (1979) è stata ampiamente utilizzata nel primo atto di questo film.
  • Da segnalare due brani utilizzati per trailer e spot tv del film: “Nature Boy” suggestiva cover della cantautrice norvegese Aurora del classico di Nat King Cole e “Take Me Home, Country Roads” classico country di John Denver.

TRACK LISTINGS:

1. Incubation
2. The Covenant
3. Neutrino Burst
4. A Cabin On The Lake
5. Sails
6. Planet 4 / Main Theme
7. Launcher Landing
8. Wheat Field
9. Spores
10. The Med Bay
11. Grass Attack
12. Dead Civilization
13. Survivors
14. Payload Deployment
15. Command Override
16. Face Hugger
17. Chest Burster
18. Lonely Perfection
19. Cargo Lift
20. Bring It To My Turf
21. Terraforming Bay
22. Alien Covenant Theme

 

 

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]