Stasera in tv: “Geostorm” su Canale 5

Canale 5 stasera propone “Geostorm”, film catastrofico del 2017 diretto da Dean Devlin e interpretato da Gerard Butler, Jim Sturgess, Abbie Cornish, Ed Harris e Andy García.

[Per visionare il trailer clicca sull’immagine in alto]

 

Cast e personaggi

Gerard Butler: Jacob “Jake” Lawson
Jim Sturgess: Max Lawson
Abbie Cornish: Ag. Sarah Wilson
Ed Harris: Segretario di Stato Leonard Dekkom
Andy García: Presidente Andrew Palma
Richard Schiff: Sen. Thomas Cross
Alexandra Maria Lara: Ute Fassbinder
Robert Sheehan: Duncan Taylor
Daniel Wu: Cheng Long
Eugenio Derbez: Al Hernandez
Zazie Beetz: Dana
Adepero Oduye: Eni Adisa
Amr Waked: Ray Dussette

Doppiatori italiani

Luca Ward: Jacob “Jake” Lawson
Stefano Crescentini: Max Lawson
Domitilla D’Amico: Ag. Sarah Wilson
Luca Biagini: Segretario di Stato Leonard Dekkom
Massimo Lodolo: Presidente Andrew Palma
Ambrogio Colombo: Sen. Thomas Cross
Claudia Catani: Ute Fassbinder
Marco Giansante: Duncan Taylor
Dimitri Winter: Cheng Long
Alessandro Budroni: Al Hernandez
Gea Riva: Dana
Frédéric Lachkar: Ray Dussette

 

La trama

 

La storia è ambientata dopo una serie di disastri naturali senza precedenti, che hanno minacciato il pianeta in modi mai visti prima e che hanno portato i leader mondiali a riunirsi per creare una rete intricata di satelliti per controllare il clima globale e mantenere il pianeta al sicuro. Il presidente degli Stati Uniti Andrew Palma (Andy Garcia) annuncia che i disastri naturali sono ormai una cosa del passato, grazie a questo complesso sistema satellitare. Purtroppo, uno dei satelliti subisce un guasto portando ad uno scenario “glaciale” in Afghanistan. Invece di interrompere l’intero sistema, il governo invia nello spazio Jacob Lawson (Gerard Butler) per risolvere il problema, ma mentre Jacob è nello spazio, suo fratello Jacob (Jim Sturgess) viene estromesso dal sistema informatico che controlla i satelliti e risulterà presto chiaro che dietro queste condizioni meteorologiche distruttive che si stanno verificando in tutto il mondo non c’è un semplice malfunzionamento…

 

Il nostro commento

 

Dopo aver prodotto e co-sceneggiato Independence Day e Stargate, due classici della fantascienza anni ’90 diretti da Roland Emmerich, Dean Devlin debutta alla regia con un film catastrofico a tinte sci-fi in cui debordanti effetti speciali e un plot al limite del surreale provano a fare il verso ai disaster-movies del collega Emmerich, purtroppo senza raggiungerne l’invidiabile equilibrio tra narrazione ed effetti speciali.

Geostorm è un ipertrofico e fracassone popcorn-movie che neanche il carisma di Gerard Butler riesce a nobilitare, ma se film di Devlin non funziona a più livelli ha l’indubbio merito di regalare punti ad altri rappresentanti di un genere, vedi The Day After Tomorrow, Armageddon e Vulcano – Los Angeles 1997, spesso snobbati e sottovalutati dalla critica.

 

Curiosità

  • Dean Devlin produttore e sceneggiatore di Independence Day e Stargate fa qui il suo debutto alla regia da una sceneggiatura che ha scritto con Paul Guyot (Leverage, The Librarians).
  • Jerry Bruckheimer è stato portato a produrre in una fase molto avanzata. Lo studio ha respinto il taglio originale a causa delle scarse reazioni nelle proiezioni di prova. Numerose riprese aggiuntive, con il nuovo materiale scritto da Laeta Kalogridis, sono state guidate da Danny Cannon per due settimane, per un valore di 15 milioni di dollari.
  • Numerosi membri del cast e della troupe, anche comparse, hanno notato che Gerard Butler, protagonista e produttore principale non sembrava ricordare molto le sue battute.
  • Alcune scene della NASA sono state girate nella struttura della NASA a New Orleans, Louisiana.
  • Le conseguenze catastrofiche del controllo meteorologico da parte di stazioni spaziali sono un importante punto della trama anche del film 1997 – il principio dell’arca di Noè (1984), il debutto alla regia di Roland Emmerich. Emmerich e Dean Devlin sono collaboratori di lunga data.
  • Quando Jake Lawson arriva alla ISS, afferma che lui e suo fratello Max sono nati nel Regno Unito ma vivono negli Stati Uniti. Nella vita reale Gerard Butler è scozzese e Jim Sturgess è inglese.
  • Il film è stato originariamente sviluppato alla Paramount da Skydance prima di essere trasferito alla Warner Bros.
  • Uno dei satellite si chiama “RocknRolla” e ad un certo punto del film si menziona il “Monte Olimpo”. Gerard Butler è apparso nei film RocknRolla (2008) e Attacco al potere – Olympus Has Fallen (2013).
  • Sticky Studios ha rilasciato un videogioco omonimo in collaborazione con Apple che mantiene la stessa premessa del film, ma segue una trama alternativa con tre persone che raccolgono dati sulla Terra per localizzare un satellite canaglia. Il gioco è un puzzle a turni e ha avuto recensioni molto positive.
  • Durante il viaggio dalla Terra all’ISS, Jake si chiama “Major Tom”. Questo è un riferimento alla canzone del 1969 di David Bowie “Space Oddity”.
  • La parola “Geostorm” è menzionata 20 volte in varie forme in tutto il film.
  • Nel 2015 un logo e un teaser poster non ufficiali sono stati progettati dall’artista e cineasta digitale The Imaginative Hobbyist e spesso sono stati scambiati per materiale promozionale reale prima dell’uscita del film.
  • L’esplosione di gas subita da Cheng ad Hong Kong è un riferimento alle esplosioni avvenute a Kaohsiung in Taiwan nel 2014, causate da una perdita di gas.
  • Daniella Garcia, figlia di Andy Garcia, recita in questo film con il padre (interpreta Mickey).
  • Il film costato 120 milioni di dollari ne ha incassati nel mondo circa 221.

La colonna sonora

  • Le musiche originali del film sono del compositore Lorne Balfe (Terminator Genisys, Ghost in the Shell, Pacific Rim – La rivolta , Ad Astra, Bad Boys for Life).

TRACK LISTINGS:

1. Nature Warning
2. President Meeting
3. What About Us
4. Hong Kong Falling
5. Unspoken Code
6. Lightning Chase
7. Goodbye
8. Take-Off
9. Code Break
10. Spacewalk
11. Satellite Destruction
12. Office Raid
13. Zeus
14. Geostorm
15. May Day
16. Family

 

 

[Per guardare il video clicca sull’immagine in alto]