Dracula, Karyn Kusama dirige il nuovo adattamento Universal e Blumhouse

Dracula torna al cinema.

Risorto grazie a L'uomo Invisibile, il Monsterverse della Universal riprende forma sotto la supervisione della Blumhouse, a cui va dato il merito di aver trovato la formula giusta per rilanciare i celebri mostri dello studios. Basso budget, buone idee, grandi incassi. E in attesa che Jason Blum riesca a trovare lo spunto giusto per Frankenstein, ecco tornare in vita Dracula, come riportato dall'Hollywood Reporter.

Matt Manfredi e Phil Hay stanno scrivendo l'ennesimo adattamento cinematografico del classico di Bram Stoker, con Karyn Kusama alla regia. 51enne regista americana, la Kusuma ha diretto in passato flop indimenticabili come Aeon Flux - Il futuro ha inizio e il poco esaltante Jennifer's Body, prima di incrociare Nicole Kidman nel 2018 con Destroyer e dirigere un episodio di The Outsider, miniserie HBO tratta dall'omonimo romanzo di Stephen King.

Va detto che al lavoro su questo nuovo Dracula è al momento solo la Blumhouse, che potrebbe quindi proporlo a chiunque, essendo Dracula di dominio pubblico, ma considerato il rapporto con la Universal è difficile immaginare un'opzione differente da questa. Come accaduto con The Invisible Man, ambientato ai giorni nostri, anche il nuovo Dracula potrebbe essere contemporaneo, con tutti i rischi che ne seguono.

Nel 2014, con Luke Evans protagonista, l'ultimo Dracula hollywoodiano, ovvero Dracula Untold, incapace di andare oltre i 217 milioni di dollari d'incasso in tutto il mondo.

  • shares
  • Mail