Razzie Awards 2020, i vincitori: trionfa Cats, peggior film dell'anno

Peggior attore John Travolta, peggior attrice Hilary Duff.

Cancellata la serata di premiazione causa Coronavirus, i Razzie Awards 2020 hanno ufficializzato i riconoscimenti meno ambiti di Hollywood. Cats di Tom Hooper, tra i più clamorosi flop degli ultimi anni, ha stravinto la serata, con sei Razzie portati a casa. Peggior film dell'anno, peggior attore non protagonista (James Corden), peggior attrice non protagonista (Rebel Wilson), peggior combo (Qualsiasi palla di pelo di mezzi felini e mezzi umani), peggiore sceneggiatura e peggior regista (Tom Hooper, premio Oscar con Il Discorso del Re). Un vero e proprio trionfo.

Male è andata anche a Rambo: Last Blood, che ha vinto i Razzie per il peggior sequel/remake e per il peggiore disprezzo per la vita umana e la proprietà pubblica. Peggiore attore dell'anno, a quasi 20 anni dalla 'vittoria' per Battaglia sulla Terra, John Travolta con la doppietta The Fanatic - Trading Paint, mentre Hilary Duff è stata incoronata peggior attrice con The Haunting of Sharon Tate.

Il Razzie Redeemer Award, assegnato agli attori in passato sbertucciati e ora meritevoli di applausi, è invece andato a Eddie Murphy per Dolemite Is My Name. Sconfitto a sorpresa Adam Sandler, con Uncut Gems.

Razzie Awards 2020 - i Vincitori


Razzie Awards 2020 - i Vincitori

Peggior film
Cats, regia di Tom Hooper

Peggior attore
John Travolta – The Fanatic

Peggior attrice
Hilary Duff – Sharon Tate – Tra incubo e realtà (The Haunting of Sharon Tate)

Peggior attore non protagonista
James Corden – Cats

Peggior attrice non protagonista
Rebel Wilson – Cats

Peggior coppia
Qualsiasi palla di pelo di mezzi felini e mezzi umani in Cats

Peggior prequel, remake, rif-off o sequel
Rambo: Last Blood

Peggior regista
Tom Hooper – Cats

Peggior sceneggiatura
Cats – scritto da Lee Hall e Tom Hooper, basato sul musical di Andrew Lloyd Webber, a

Razzie Redeemer Award
Eddie Murphy per Dolemite Is My Name

Peggiore disprezzo per la vita umana e la proprietà pubblica
Rambo: Last Blood

Fonte: HollywoodReporter

  • shares
  • Mail