Stasera in tv: "Valerian e la città dei mille pianeti" su Rai 2

Rai 2 stasera propone Valerian e la città dei mille pianeti, film di fantascienza del 2017 diretto da Luc Besson e interpretato da Dane DeHaan, Cara Delevingne, Clive Owen, Rihanna e Ethan Hawke.

[Per visionare il trailer clicca sull'immagine in alto]

 

Cast e personaggi


Dane DeHaan: Maggiore Valerian
Cara Delevingne: Sergente Laureline
Clive Owen: Comandante Arün Filitt
Rihanna: Bubble
Ethan Hawke: Jolly
Sam Spruell: Generale Okto Bar
Kris Wu: Capitano Neza
Alain Chabat: Bob il pirata
Mathieu Kassovitz: Camelot
Herbie Hancock: Ministro della difesa
Rutger Hauer: Presidente della Federazione umana

Doppiatori originali

John Goodman: Igon Siruss
Elizabeth Debicki: Emperor Haban Limaï

Doppiatori italiani

Davide Perino: Maggiore Valerian
Valentina Favazza: Sergente Laureline
Fabio Boccanera: Comandante Arün Filitt
Domitilla D'Amico: Bubble
Oreste Baldini: Jolly
Massimo De Ambrosis: Generale Okto Bar
Stefano Crescentini: Capitano Neza
Simone Mori: Bob il pirata
Pierluigi Astore: Ministro della difesa
Rodolfo Bianchi: Presidente della Federazione umana

 

Trama e recensione


 

Nel 28° secolo, Valerian e Laureline (Dehaan e Delevingne) sono due agenti speciali incaricati di mantenere l’ordine nell’universo. Agli ordini del Ministro della Difesa (il compositore premio Oscar e premio Grammy Herbie Hancock) i due partono per una missione che li porterà nella sorprendente città di Alpha, una metropoli in continua espansione dove, nel corso dei secoli, sono approdate migliaia di specie diverse provenienti da ogni angolo dell’universo per condividere sapere, intelligenza e cultura. Ma c’è un mistero al centro di Alpha, una forza oscura che minaccia la pacifica esistenza della Città dei Mille Pianeti, quindi Valerian e Laureline devono combattere contro il tempo per individuare questa minaccia e mettere al sicuro non solo Alpha, ma il futuro dell’universo.

 

 

Curiosità




  • Il film scritto, prodotto e diretto da Luc Besson è basato sul fumetto francese Valerian (Valérian et Laureline) scritto da Pierre Christin e illustrato da Jean-Claude Mézières.

  • Ci sono duecento diverse specie aliene in questo film. Lo scrittore, produttore e regista Luc Besson ha scritto una guida di seicento pagine che descrive in dettaglio tutte le specie. Gli attori e le attrici hanno dovuto leggere la guida prima delle riprese in modo da poter adattare la loro recitazione, a seconda della specie con cui stavano interagendo.

  • Il regista Luc Besson ha rinunciato al proprio stipendio per realizzare questo film, che era un progetto che desiderava realizzare da tutta la vita.

  • Con un budget di produzione finale di 180 milioni di dollari, questo film è ufficialmente il più costoso mai realizzato in Francia, superando significativamente il budget del precedente detentore del record, Il quinto elemento (1997), che era il film francese più costoso del tempo, con un budget di 90 milioni di dollari. Se adeguato per l'inflazione, questo film è ancora più costoso de Il quinto elemento.

  • Quando Valerian è a Gran Mercato e viene rilasciato un avviso ricercato, il cacciatore di taglie che segue Valerian è in un bar chiamato "Korben's". Korben Dallas è il nome del personaggio interpretato da Bruce Willis in Il quinto elemento di Luc Besson.

  • Ci sono 2.734 inquadrature con effetti visivi in ​​questo film, rispetto alle sole 188 de Il quinto elemento.

  • Dopo aver subito una perdita record di 135 milioni di dollari l'anno precedente, la EuropaCorp di Luc Besson aveva sperato in questo film per rientrare delle perdite. Purtroppo dopo il fallimento commerciale di questo film e un successivo calo delle azioni della scoietà di oltre il 40%, il Vice C.E.O. Edouard de Vesinne è stato costretto a dimettersi.

  • Durante le scene di "Benvenuto" all'inizio di questo film, una razza aliena che viene accolta ha un design simile (ma non identico) agli alieni biomeccanici Mondoshawan de Il quinto elemento, un altro film di Luc Besson.




  • La futuristica New York City ne Il quinto elemento di Luc Besson è stata visivamente ispirata a "The Circles of Power", il quindicesimo volume della serie a fumetti "Valérian".

  • Questo film è stato rilasciato nel 2017, l'anno del 50° anniversario del fumetto "Valérian".

  • Luc Besson ha scelto di non girare il film in 3D nativo poiché le macchine da presa in 3D sono troppo pesanti per il suo stile di riprese, che lo vede spesso filmare seguendo da vicino un attore o un'attrice o filmare con angoli insoliti.

  • La trama principale era vagamente basata su "Ambassador of the Shadows", il sesto albo della serie a fumetti. Questa è stata anche la prima storia di "Valérian" ad essere tradotta in inglese.

  • Il computer della nave, "Alex", riporta i dettagli di Alpha One nel corso dei quattrocento anni da quando ha lasciato l'orbita terrestre, in cui ha percorso oltre 700 milioni di miglia (1.126.543.053 chilometri). Questo la pone poco prima di Saturno ad una velocità di 287 miglia (quattrocentosessantadue chilometri) all'ora.

  • La scena di apertura inizia nel 1975, l'anno in cui il fumetto "Ambassador of the Shadows" (su cui questo film è liberamente basato) fu pubblicato per la prima volta in francese.

  • Il sergente Laureline è il narratore principale, così come il personaggio che la storia segue nel fumetto "Ambassador of Shadows". È lei che pilota il sottomarino per catturare le meduse che leggono la mente, ed è lei che usa un alieno che cambia forma per mascherarsi e infiltrarsi nel covo alieno. Il maggiore Valérian si presenta solo all'inizio e alla fine della storia di "Ambassador of Shadows", dopo essere stato rapito insieme al V.I.P..

  • Il regista Luc Besson ha presentato per la prima volta alcune riprese di questo film al Comic-Con di San Diego del 2016. Il filmato ha ricevuto una standing ovation dalla folla presente nella Hall H.

  • Rutger Hauer è l'attore più pagato del film nonostante abbia meno di un minuto di tempo sullo schermo. Il regista Luc Besson gli ha chiesto di essere in questo film in omaggio a Blade Runner (1982) e al suo produttore e regista, Ridley Scott, che è amico di Besson.

  • Questo film si apre con le riprese della missione congiunta USA / Unione Sovietica del 1975 denominata Apollo Soyuz Test Project. La missione durò dal 15 luglio al 24 luglio 1975, quarantadue anni prima dell'uscita di questo film.




  • Sebbene la maggior parte delle astronavi nella maggior parte dei film di fantascienza non mostrino mai il loro marchio di fabbrica, lo skyjet (pod) usato da Valerian mostra chiaramente l'emblema Lexus sulla sua griglia frontale durante l'inseguimento della scena del pod deglie alieni Pearls.

  • Questo film termina con il maggiore Valerian e il sergente Laureline che si baciano all'interno di una capsula, ed è anche così che è finito Il quinto elemento di Luc Besson, film quest'ultimo pesantemente influenzato dall'estetica dei fumetti "Valérian".

  • I Pearls di Mül erano una specie umanoide aliena non identificata nella storia a fumetti originale "Ambassador of Shadows". A differenza delle creature di questo film, nel fumetto il loro colore della pelle era rosso e nero.

  • All'inizio della missione a Grande Mercato, il sergente Laureline saluta la guardia aliena Kyrian nella torre con un saluto vulcaniano (da Star Trek) prima di sparare e sorprenderlo.

  • Il film presenta la "Stazione Alpha", la "Città dei Mille Pianeti", ma la stazione era chiamata "Point Central" nel fumetto "Ambassador of Shadows". Point Central è stato creato per la prima volta da razze aliene non umane (non è nato come Stazione Spaziale Internazionale) ed è stato ampliato lentamente nel tempo. Inoltre, la federazione in questo film è stata il punto negoziato nella storia dei fumetti, in cui la Terra è governata da qualcosa chiamata "Galaxity" invece di una vera Federazione di razze.

  • La parola "mul" significa "acqua" in coreano e gli alieni Pearls di Mül sono una specie anfibia.

  • Quando il sergente Laureline sta riparando il braccio del maggiore Valerian, lo strumento che usa è un multi-utensile "Guppie" prodotto dalla Columbia River Knife and Tool.

  • Dopo che la produzione è stata completata, Cara Delevingne ha sotenuto un provino ed è diventata una delle candidate principali al ruolo di protagonista nel reboot Tomb Raider (2018), ma ha perso con Alicia Vikander.

  • Dane DeHaan e Cara Delevingne sono apparsi in La ragazza dei tulipani (2017).

  • Nei fumetti, il sergente Laureline aveva i capelli rossi. In questo film è bionda.

  • (A circa un'ora e quarantasei minuti) L'imperatore Haban-Limaï (Aymeline Valade) si riferisce a sei milioni persi in battaglia. Questa è anche la quantità di vittime ebree dell'Olocausto sotto il dominio nazista nella seconda guerra mondiale.

  • (A circa novantaquattro minuti) C'è un primo piano della mano del sergente Laureline. Si può  vedere chiaramente che indossa anelli di Bulgari sulle sue dita.

  • Il film ha incassato circa 226 milioni di dollari in tutto il mondo. Considerando il suo budget di circa 180 milioni di dollari a cui si devono sommare le spese per stampe, pubblicità e costi di distribuzione, il film ha causato perdite per 224 milioni di dollari.


 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

La colonna sonora




  • Le musiche originali del film sono del compositore Premio Oscar Alexandre Desplat (Grand Budapest Hotel, Il discorso del re, Harry Potter e i doni della morte, Godzilla, The Queen).

  • La colonna sonora include anche le tracce originali "I Feel Everything" interpretata da Cara Delevingne che ha composto il brano con Pharrell Williams; "A Million On My Soul" interpretata da Alexiane (pezzo composto e prodotto da Stargate) e "Bubble Dance" di Julien Rey (prodotta da DJ Mustard e utilizzata nella sequenza con l'esibizione di Rihanna). Sono inoltre presenti i brani "Space Oddity" di David Bowie, "'Jamming" di Bob Marley & The Wailers, "Come With Me" di Stefan Konarske, "Some Kinda Shuffle" di Don Nelson, "Doc's Duck" dei Parasols, una cover di "We Trying To Stay Alive" dei Bee Gees interpretata da Wyclef Jean, il pezzo strumentale "Rappcats" di Quasimoto, "The World (Is Going Up In Flames)" di Charles Brad e "Stomp & Swing" di Guy Barker.


TRACK LISTINGS:

 

DISC 1

1. Big Market - Alexandre Desplat
2. Space Oddity - David Bowie
3. I Feel Everything - Cara Delevingne
4. Jamming - Bob Marley
5. Bus Attack - Alexandre Desplat
6. We Trying to Stay Alive - Wyclef Jean
7. Arriving on Alpha - Alexandre Desplat
8. A Million on My Soul (Radio Edit) - Alexiane
9. Rappcats (Instrumental) - Quasimoto
10. Bubble Dance - Julien Rey
11. Spaceship Chase - Alexandre Desplat
12. The World (Is Going up in Flames) - Charles Bradley
13. A Million on My Soul - Alexiane

DISC 2

1. Medusa - Alexandre Desplat
2. Pearls on Mul - Alexandre Desplat
3. Reading the Memo - Alexandre Desplat
4. Flight Above the Big Market - Alexandre Desplat
5. Showtime - Alexandre Desplat
6. Valerian in Trouble - Alexandre Desplat
7. Pearls Attack - Alexandre Desplat
8. Valerian's Armor - Alexandre Desplat
9. Submarine - Alexandre Desplat
10. Shoot - Alexandre Desplat
11. Fishing for Butterflies - Alexandre Desplat
12. Le souper du Roi - Alexandre Desplat
13. Boulanbator Combat - Alexandre Desplat
14. Bubble - Alexandre Desplat
15. Pearl's World - Alexandre Desplat
16. The City of 1000 Planets - Alexandre Desplat
17. I Am a Soldier - Alexandre Desplat
18. Pearls Power - Alexandre Desplat
19. Final Combat - Alexandre Desplat

 

 

[Per guardare il video clicca sull'immagine in alto]

 

 

  • shares
  • Mail