Annecy 2020, ecco i film

Venti lungometraggi da tutto il mondo per la prima edizione online di sempre ad Annecy

L'edizione 2020 del Festival di Annecy sarà ricordata per essere stata la prima a svolgersi interamente online. A differenza di altre manifestazioni, gli organizzatori hanno deciso di non sacrificare del tutto il lavoro svolto, scelta chiaramente maturata a condizioni diverse rispetto ad altre realtà che hanno optato per una cancellazione tout court. A conferma, qualora ce ne fosse bisogno, che ogni Festival evidentemente abbia da tener conto di logiche e dinamiche del tutto diverse.

Detto ciò, i film non mancano e, dopo aver confermato la lista dei cortometraggi in Concorso, eccoci giunti i venti titoli divisi nelle due categorie relative ai lungometraggi. Il Festival fa sapere di aver valutato 76 film in totale, da cui il Direttore Artistico Marcel Jean ed il comitato di selezione a cavato fuori questi venti. E se da un lato c'è molta Francia, Giappone e Corea del Sud, incuriosisce registrare la presenza di Paesi come Mauritius, Cile, Estonia o Croazia.

L'edizione di quest'anno, ancorché online come già evidenziato, si terrà dal 15 al 30 giugno. Due settimane circa di full immersion in un'animazione più spericolata, atipica, che celebra un genere rispetto a cui Annecy è campione indiscussa.

L’officielle

The Nose or the Conspiracy of Mavericks Andrey Khrzhanovsky (Russia)
Kill It and Leave this Town Mariusz Willczynski (Polonia)
Little Vampire Joann Sfar (Francia)
Jungle Beat: The Movie Brent Dawes (Mauritius)
Lupin III The First Takashi Yamazaki (Giappone)
7 Days War Yuta Murano (Giappone)
Ginger’s Tale Konstantin Scherkin (Russia)
Bigfoot Family Ben Stassen, Jérémie Degruson (Belgio, Francia)
Calamity, a Childhood of Martha Jane Cannary Rémi Chayé (Francia, Danimarca)
Nahuel and the Magic Book German Acuña (Cile)


Contrechamp

On Gaku: Our Sound! Kenji Iwaisawa (Giappone)
The Old Man – The Movie Mikk Mägi, Oskar Lehemaa (Estonia)
Lava Ayar Blasco (Argentina)
Accidental Luxuriance of the Translucent Watery Rebus Dalibor Baric (Croazia)
Beauty Water Kyung-hun Cho (Corea del Sud)
My Favorite War Ilze Burkovska Jacobsen (Lettonia, Norvegia)
The Shaman Sorceress Jae-huun Ahn (Corea del Sud)
The Legend of Hei Ping Zhang (Cina)
True North Eiji Han Shimizu (Giappone, Indonesia)
The Knight and the Princess Bashir El Deek, Ibrahim Mousa (Arabia Saudita, Egitto)

  • shares
  • Mail