SpaceX: le tute degli astronauti della Crew Dragon disegnate da una società di Hollywood

Dopo un rinvio e un quasi rinvio causa maltempo, alla fine il razzo Falcon 9 ha portato la missione "Crew Dragon" nello spazio con gli astronauti Doug Hurley e Bob Behnken che hanno raggiunto con successo la Stazione spaziale internazionale.

Se come noi avete notato quanto fossero "stilose" le tute spaziali di Hurley e Behnken, il motivo è che la società SpaceX del magnate Elon Musk le ha commissionate all'azienda Ironhead Studios, nota società di Hollywood specializzata in effetti speciali.

Le tute spaziali sono opera del designer Jose Fernandez che in collaborazione con Ironhead ha lavorato anche ai costumi di Batman V Superman: Dawn of Justice, Tron: Legacy, Iron Man 2, The Amazing Spiderman e Captain America: Civil War. Fernandez è il creativo dietro gli elmi di Loki (Tom Hiddleston) e Thor (Chris Hemsworth) e la maschera / cappuccio del Bruce Wayne di Ben Affleck in "Batman v Superman". Altri crediti di Ironhead hanno a disposizione includono Batman Returns, Battleship, Daredevil, Fantastic Four, Planet of the Apes, Transformers, Watchmen e X-Men.

I caschi delle tute sono un mix nato da molteplici fonti d'ispirazione come il casco creato da Kier Dullea per il capolavoro 2001: Odissea nello spazio di Stanley Kubrick, gli stilosi caschi dei Daft Punk creati proprio da Hernandez per l'iconico duo di musicisti parigini, mentre la tuta rievoca quella indossata da Mark Wahlberg nel remake Planet of the Apes - Il pianeta delle scimmie di Tim Burton.

Hernandez parlando con Forbes ha spiegato che quella certa "formalità" che trasmettono le tute non è casuale:

Lui (Musk) continuava a dire: "Chiunque ha un bell'aspetto in smoking, indipendentemente dalle dimensioni o dalla forma", e quando le persone indossano questa tuta spaziale, vuole che appaiano meglio di come apparirebbero senza, come uno smoking. Ti da un aspetto eroico.

 

I due astronauti della Nasa hanno iniziato la loro storica missione a bordo della Stazione spaziale internazionale al fianco dei colleghi della Expedition 63, il comandante Chris Cassidy, della Nasa, e i russi Ivan Vagner e Anatoli Ivanishin.

 

Fonte: IGN

 

 

  • shares
  • Mail