IMAX sigla un accordo per l'apertura di nuove sale in Corea del Sud ed Asia

Sono diciassette in totale le sale che IMAX e CGV, il colosso sudcoreano nel settore dei multiplex, apriranno prossimamente

A dispetto del momento, IMAX si porta avanti col lavoro e sigla un accordo tutt'altro che irrilevante con CGV, la maggiore catena sudcoreana di multiplex che opera in tutto il mondo. L'accordo prevede l'apertura di diciassette sale non solo in Corea del Sud ma anche in Vietnam ed Indonesia (via Deadline).

A margine, IMAX ha commentato la notizia evidenziando come il mercato sudcoreano sia quello in più forte espansione, oltre che quello in cui le loro sale vanno meglio in assoluto. D'altra parte, stando alle ultime settimane, la Corea del Sud rappresenta il Paese che sta a suo modo guidando questa fase di riapertura delle sale.

Quest'ultimo accordo non fa peraltro che innestarsi nell'ambito di una collaborazione che IMAX e CGV portano avanti da quindici anni, con più di 185 sale sparse per il globo. Soltanto nell'ultimo anno sono stati chiusi accordi per 58 sale, di cui 40 in Cina - parliamo della quinta compagnia di multiplex al mondo.

Richard Gelfond, CEO di IMAX, ha definito il sud-est asiatico un'area chiave, ed effettivamente questa rinnovata collaborazione con CGV strategicamente si muove anche in questo senso. Al di là di numeri e valutazioni di natura tecnica, una notizia del genere si rivela ancora più interessante dato il periodo.

  • shares
  • Mail