• Film

Liev Schreiber nel cast di un film tratto da “Di là dal fiume e tra gli alberi” di Hemingway

Il romanzo ambientato a Venezia di Ernest Hemingway approda al cinema in una produzione americana girata in Italia.

Tribune Pictures e The Exchange adatteranno per il grande schermo il romanzo Di là dal fiume e tra gli alberi di Ernest Hemingway con Liev Schreiber nel cast insieme agli attori italiani Matilda De Angelis, Laura Morante e Giancarlo Giannini e l’attore spagnolo Javier Cámara.

“Di là dal fiume e tra gli alberi” è stato scritto da Hemingway nel 1950 e inizialmente serializzato sulla rivista Cosmopolitan. La regista spagnola Paula Ortiz dirigerà da una sceneggiatura Peter Flannery (Il commediante) vincitore di un BAFTA per la serie tv Our Friends in the North. Il team che collaborerà con Ortiz include il direttore della fotografia Javier Aguirresarobe (Thor Ragnarok) e lo scenografo Benjamin Fernandez (The Others).

La trama ufficiale del romanzo:

Scritto nel 1950, Di là dal fiume e tra gli alberi narra le vicende di un cinquantenne colonnello americano reduce dalla Seconda guerra mondiale, follemente innamorato di una ventenne nobildonna europea. Con i suoi pazzeschi e disperati modi di dire, di fare, di bere, di distruggersi con dolcezza, l’ufficiale diventa l’ennesima maschera dello scrittore che, giunto alla maturità, inizia a sentire tutto il peso della propria vita. Fa da affascinante sfondo al racconto un ambiente in gran parte veneziano, dall’Hotel Gritti all’Harry’s Bar, dalla laguna ai palazzi della buona società, ma anche la campagna di Fossalta in cui il protagonista – come l’autore giovane, come il tenente Henry di Addio alle armi – trent’anni prima é stato ferito e per la prima volta ha scoperto la caducità umana. Il tema principale é infatti quello, caro a Hemingway, dell’uomo di fronte alla più difficile delle esperienze, la morte. Una morte attesa durante una solitaria convivenza quotidiana.

Il sito Deadline riporta che Schreiber interpreterà il colonnello Richard Cantwell, un personaggio semi-autobiografico parzialmente basato sull’amico di Hemingway, il colonnello Charles T.Lanham, un personaggio complesso e conflittuale, ferito e danneggiato sia fisicamente che mentalmente dalla seconda guerra mondiale che cerca la pace interiore e cerca di venire a patti con la propria mortalità.

Robert MacLean di Tribune Pictures produce con John Smallcombe e Ken Gord con William J. Immerman produttore esecutivo. Andrea Biscaro è il produttore esecutivo italiano. Le ripese del film inizieranno ad ottobre a Venezia e nella regione Veneto secondo le linee guida per il COVID-19.