Film 2013/2014: mistero Chi ha incastrato Roger Rabbit 2 - arriva il remake di The Orphanage


- Chi ha incastrato Roger Rabbit - il sequel: Ci risiamo. Per l'ennesima volta. Se ne parla da anni, ciclicamente, per poi scivolare nel silenzio più o meno totale. Eppure i rumor sull'incredibile sequel di Chi ha incastrato Roger Rabbit? sono tornati prepotentemente a farsi sentire. Archiviato il boom di Flight, Robert Zemeckis ha infatti smentito che ci sarà un capitolo 2 del mitologico film, durante la premiere londinese della pellicola con Denzel Washington protagonista. Peccato che i suoi due patner di produzione, Jack Rapke e Steve Starkey, l'abbiano clamorosamente smentito nel giro di pochi minuti. Perché se il primo ha confermato persino il ritorno di Bob Hoskins, il secondo è stato ancor più categorico: "Abbiamo una splendida sceneggiatura e stiamo cercando di mettere insieme il tutto per farlo decollare. Noi siamo pronti. Se qualcuno ci dirà "partite", noi partiremo". Chi avrà mentito e chi detto la verità? Mistero.

- Star Wars VII: il ritorno tanto atteso, e forse dovremmo dire 'dovuto'. Drew Struzan, celebre per aver realizzato tutte le locandine della saga Star Wars, potrebbe tornare all'opera per la nuova trilogia del franchise, ormai davvero dietro l'angolo. A confermare il rumor lo stesso artista, tempestato di telefonate dalla Disney per riprendere carta e penna. Attualmente in pensione, Struzan non si è mostrato poi così entusiasta, senza però chiudere il portone in faccia alla major. Tra i poster 'disegnati' in oltre 30 anni di carriera, indimenticabili anche quelli firmati Harry Potter, Indiana Jones, Blade Runner, Ritorno al Futuro, Jurassic Park ed E.T.

Drew Struzan per i nuovi poster di Star Wars?
Drew Struzan per i nuovi poster di Star Wars?
Drew Struzan per i nuovi poster di Star Wars?
Drew Struzan per i nuovi poster di Star Wars?
Drew Struzan per i nuovi poster di Star Wars?
Drew Struzan per i nuovi poster di Star Wars?


- The Orphanage: prodotto da Guillermo Del Toro, e riuscito ad incassare quasi 80 milioni di dollari in tutto il mondo, The Orphanage di Juan Antonio Bayona è stato un piccolo caso. Sei premi Goya vinti, su quattordici candidature, e un box office spagnolo letteralmente sbancato. 5 anni dopo, la New Line Cinema torna a batter cassa con l'immancabile remake. Vero è che già nel 2009 si era parlato di una versione tutta americana, con Larry Fessenden in cabina di regia, ma il progetto sembrò decadere. Fino ad oggi. Perché il budget sarebbe stato finalmente stanziato, tra i 13 e i 16 milioni di dollari, ridando fiato al rifacimento. Che si farà. Facciamocene una ragione.

  • shares
  • Mail