• Film

Film 2013-2014: Bradley Cooper e Omar Sy in Chef – Daniel Craig fuori da La ragazza che giocava con il fuoco?


– nuovo film James Wan: Non solo Maria Bello e Frank Grillo ma anche Cody Horn, vista in Magic Mike ed End of Watch. Si arricchisce il cast del nuovo thriller prodotto da James Wan e dalla Dimension Films ma al momento ancora senza titolo. Diretta da Will Cannon, la pellicola racconta le conseguenze di un terribile massacro: 5 studenti universitari brutalmente assassinati in una casa abbandonata ed infestata dai fantasmi. La Horn, a detta dell’Hollywood Reporter, dovrebbe andare a vestire i panni di un’esperta del paranormale. Via alle riprese tra una settimana a Baton Rouge.

– Chef: l’esordio ad Hollywood. Dopo il boom di Quasi Amici, Omar Sy prepara lo sbarco americano grazie alla commedia Chef. Prodotto dalla Weinstein Company, il film vedrà Bradley Cooper al fianco dell’attore francese, tra i protagonisti tra le altre cose di L’Écume des jours, nuovo film di Michel Gondry. Derek Cianfrance, che ha diretto Cooper in “The Place Beyond the Pines”, lo ritroverà così sul set, mentre Steven Knight, suo La Promessa dell’assassino, si occuperà dello script. Al centro della trama uno chef caduto in disgrazia, Bradley, che dopo aver perso la ‘stellina’ Michelin nel suo ristorante di Parigi, prova a ripetere il boom da tutt’altra parte. Ovvero a Londra. Attualmente in Francia per promuovere Il Lato Positivo, Cooper ha confermato le trattative in corso per Chef: “Abbiamo parlato di questo progetto. Voglio farlo. E’ una bella storia. E io amo cucinare“.

– La ragazza che giocava con il fuoco: costato 90 milioni di dollari, Uomini che Odiano le Donne di David Fincher non ha fatto follie in sala. 232,617,430 i dollari incassati, tanto dall’aver ‘frenato’ l’annunciato sequel. Fino ad oggi. Perché 14 mesi dopo l’uscita in sala del primo capitolo, ecco arrivare la fumata grigia a causa di Daniel Craig. Dopo il boom di Skyfall, infatti, l’attore avrebbe chiesto un aumento di stipendio alla Sony, facendo storcere il naso alla major. Tanto da farlo fuori dal sequel di Millennium? Senza il personaggio di Mikael Blomkvist, è evidente, La ragazza che giocava con il fuoco non si potrebbe fare. Cambiare il protagonista maschile, invece, sarebbe forse ancor più grave. Vero è che il secondo capitolo della trilogia firmata Stieg Larsson è quasi tutto incentrato su Lisbeth Salander, ma Blomkvist è Blomkvist, senza dimenticare che lo script di Steve Zaillan andrebbe totalmente modificato. Rooney Mara, dal canto suo, avrebbe già dato il suo assenso al capitolo 2, a rischio cambio di regia. Perché David Fincher è pronto a tornare sul set grazie a 20.000 leghe sotto i mari. Se Craig e la Sony dovessero comunque venirsi incontro, e Fincher dicesse si a La ragazza che giocava con il fuoco, questo sarebbe il suo primo sequel 22 anni dopo Aliens 3.

Will Kill the Messenger: abbiamo un protagonista. Secondo quanto riportato da Deadline, Jeremy Renner vestirà i panni di Gary Webb, giornalista suicida dopo esser stato il bersaglio di una campagna diffamatoria, quando osò collegare la CIA ad un regime armato di ribelli in Nicaragua, legati all’importazione di cocaina in California. Una storia drammaticamente vera, sceneggiata da Peter Landesman e ‘basata’ su due libri scritti sullo stesso argomento: “Dark Alliance: The CIA, the Contras, and the Crack Cocaine Explosion,” dello stesso Webb, e “Kill the Messenger: How the CIA’s Crack-Cocaine Controversy Destroyed Journalist Gary Webb” di Nick Schou. Regia di Michael Cuesta, produzione di Scott Stuber, e lui, Renner, in primissima linea.

I Video di Cineblog