Balla coi lupi – trama, colonna sonora e curiosità sul film di stasera su La7

Questa sera alle 21:30 su La7 andrà in onda Balla coi Lupi, dramma western del 1990 prodotto, diretto e interpretato da Kevin Costner e scritto da Michael Blacke che ha adattato un suo romanzo del 1988.

Costner ha sviluppato il film nell’arco di 5 anni, con un budget iniziale di 15 milioni di dollari. Il film è stato candidato a 11 premi Oscar e ne ha vinti 7 (Miglior film, regia, sceneggiatura, fotografia, montaggio, sonoro e colonna sonora).

Cast e personaggi: Kevin Costner (John Dunbar/ Balla Coi Lupi); Mary McDonnell (Alzata Con Pugno); Graham Greene (Uccello Scalciante); Rodney A. Grant (Vento Nei Capelli); Robert Pastorelli (Timmons); Charles Rocket (Tenente Elgin); Maury Chaykin (Maggiore Fambrough); Tony Pierce (Spivey); Larry Joshua (Sergente Bauer); Donald Hotton (Generale Tide); Floyd ‘Red Crow’ Westerman (Dieci Orsi).

La trama

Il tenente John Dunbar (Kevin Costner) diventa suo malgrado un eroe durante la Guerra di secessione, dopo un attacco in cui accidentalmente guida le truppe dell’Unione ad una vittoria. Chiede così di essere assegnato in uno sperduto avamposto di frontiera, ma una volta giunto sul posto lo trova deserto. Ben presto si scopre che in realtà non è solo, con lui c’è un lupo che l’uomo chiama “Due calzini” e una tribù indiana incuriosita dal nuovo arrivato. Dunbar fa rapidamente amicizia con la tribù e scopre che tra di loro c’è una donna bianca che è stata allevata dagli indiani. Dunbar si guadagna a poco a poco il rispetto dei nativi americani e abbraccia il loro modo di vivere, scoprendo con sua grande sorpresa che c’è qualcosa per cui ancora vale la pena di vivere e combattere.

Curiosità

–  Il 25% dei dialoghi del film è sottotitolato in inglese e parlato in Lakota, un dialetto dei Sioux.

– Il film è stato girato in Sud Dakota e Wyoming.

– Nel 2007 Balla coi lupi è stato selezionato per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti dove si conservano opere cinematografiche “culturalmente, storicamente ed esteticamente significative”.

– Nella scena d’apertura in cui due medici stanno esaminando John Dunbar, l’uomo sul tavolo è la controfigura di Kevin Costner, mentre le due persone che interpretano i medici sono in realtà il produttore del film, Jim Wilson (a sinistra) e lo stesso Costner (a destra). Le loro voci sono state doppiate da altri attori.

– Con l’eccezione delle scene di apertura della guerra di secessione (che sono state riprese per ultime), il film è stato girato in sequenza a causa del tempo limitato a disposizione e per le numerose riprese in esterni. La maggior parte dei film non vengono girati in sequenza.

– “Due Calzini” è stato interpretato da due lupi. Uno si chiamava Buck e l’altro si chiamava Teddy ed entrambi erano presenti sul set per tutto il tempo.

– Molti dei nativi americani che recitavano nel film sono rimasti molto turbati dalla scena in cui i Sioux incontrano un campo pieno di bisonti morti e scuoiati.

– La mandria di bisonti che appare nel film, la più grande mai vista in America, conta 2000 capi. Per riprendere la sequenza della mandria sono state utilizzate 9 macchine da presa.

– Per la scena in cui alcuni sodati sparano a “Due Calzini”, il lupo è stato messo all’interno di un recinto con sbuffi di fumo che uscivano dal terreno intorno a lui, solo il fatto che fosse incatenato ha impedito al lupo di darsela a gambe.

– Durante la scena in cui il bufalo carica il giovane indiano, il bufalo in realtà sta caricando una pila di biscotti di cui va ghiotto.

– Per interpretare John Dunbar in origine era stato considerato Viggo Mortensen e anche Tom Berenger era tra i candidati.

– Quando il budget lievitò sforando considerevolmente il tetto previsto, la riluttanza del settore in generale ad investire in un western, genere considerato defunto, costrinse Kevin Costner a sborsare 18 milioni dollari. In seguito il film incassò in patria oltre 100 milioni e Costner ricavò 40 milioni dal suo investimento iniziale.

– Per prevenire ogni possibile crudeltà sugli animali Kevin Costner  e la Tig Productions hanno speso 250.000$ in bisonti animatronici da utilizzare nella scena della caccia.

– Il film ha registrato il più alto incasso di sempre per un western con un totale nazionale di 184 milioni. Il film ha raggiunto questa cifra senza mai raggiungere la prima posizione nella classifica degli incassi.

– in origine per il ruolo del Maggiore Fambrough interpretato da Maury Chaykin, Kevin Costner avrebbe voluto Marlon Brando.

– il cervo morto che Kevin Costner tira fuori dal fiume è vero. Per rendere autentica la sequenza ci volevano carcasse molto pesanti, così sono stati utilizzati animali investiti accidentalmente sulla strada.

– Lo studio avrebbe voluto un montaggio finale da 2 ore e 20 minuti. Hanno dovuto invece accontentarsi di quello da 3 ore voluto da Kevin Costner.

– La figlia di Kevin Costner, la piccola Annie Costner, interpreta “Alzata con pugno” da bambina quando fugge da alcuni Pawnee che hanno ucciso la sua famiglia nella sequenza del sogno. All’epoca Annie aveva solo 6 anni.

– Il film oltre a rilanciare il genere è stato il primo western a vincere un Oscar a oltre cinquant’anni da I pionieri del west.

– Il fegato di bisonte che “Vento nei capelli” offre a Dunbar dopo la caccia è in realtà fatto di gelatina di mirtillo.

– Mary McDonnell era molto nervosa riguardo alla scena d’amore con Kevin Costner, e su sua richiesta la sequenza è stata notevolmente attenuata.

– Al fine di rappresentare al meglio un uomo di mezza età con una cattiva postura, Graham Greene (Uccello scalciante) ha messo una fetta di mortadella in ciascuna delle sue scarpe, così che la sensazione viscida potesse procurargli l’andamento goffo che stava cercando.

– Il budget del film alla fine ha toccato i 22 milioni di dollari per un incasso totale worldwide di oltre 424 milioni.

La colonna sonora

– Le musiche del film sono del veterano John Barry (1933-2011) vincitore di 5 Premi Oscar (tra cui uno proprio per Balla coi lupi) e noto per aver musicato 12 film della serie di James Bond.

– Papa Giovanni Paolo II una volta ha rivelato che la colonna sonora che John Barry ha realizzato per il film era uno dei suoi brani musicali preferiti.

– La scena della danza del fuoco è stata musicata da Peter Buffett.

 

1. “Main Title – Looks Like a Suicide” – 3:59
2. “The John Dunbar Theme” – 2:16
3. “Journey to Fort Sedgewick” – 3:25
4. “Ride to Fort Hays” – 2:00
5. “The Death of Timmons” – 2:24
6. “Two Socks – The Wolf Theme” – 1:30
7. “Pawnee Attack” – 3:49
8. “Kicking Bird’s Gift” – 2:10
9. “Journey to the Buffalo Killing Ground” – 3:43
10. “The Buffalo Hunt” – 2:42
11. “Stands with a Fist Remembers” – 2:09
12. “The Love Theme” – 3:46
13. “The John Dunbar Theme” – 2:04
14. “Two Socks at Play” – 1:59
15. “The Death of Cisco” – 2:14
16. “Rescue of Dances with Wolves” – 2:09
17. “The Loss of the Journal and the Return to Winter Camp” – 2:09
18. “Farewell and End Title” – 8:50

Trailer e video

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Film Americani

Tutto su Film Americani →