Un boss in salotto: iniziate le riprese del nuovo film di Luca Miniero

Dopo i successi di Benvenuti al sud e Benvenuti al nord, Luca Miniero torna a raccontare il confronto tra settentrione e meridione in Un boss in salotto.

Sono iniziate in Trentino Alto Adige le riprese di Un boss in salotto, il film prodotto da Cattleya, diretto dal regista di Benvenuti al sud e del sequel Benvenuti al Nord Luca Miniero (che cura la sceneggiatura insieme a Federica Pontremoli), interpretato da Paola Cortellesi, Luca Argentero, Rocco Papaleo, Angela Finocchiaro, Ale e Franz.

La trama è presto detta: Paola Cortellesi è una napoletana trapiantata a Bolzano, sposata con il nordico Luca Argentero, che sogna di riuscire a salire di rango, da ragazza meridionale di umili origini, a donna perfettamente integrata nella nuova realtà. Purtroppo un giorno le mandano a casa, agli arresti domiciliari per reati di mafia, Ciro (Rocco Papaleo), il fratello che non vede da quindici anni. La tranquillità e la stabilità della famiglia Coso sarà messa a dura prova, ma in tempo di crisi, un traffichino come zio Ciro non porterà la popolazione locale ad emarginare la famiglia Coso, anzi...

Miniero spiega a Il corriere della sera il paradosso sul quale gioca il film: il fratello camorrista non sfavorisce, ma avvantaggia la rivalsa in società della protagonista. Il regista dice:

C'è la crisi economica e gli unici capitali sicuri appaiono quelli riciclati, tutti vogliono fare affari con Rocco. Le cose di cui lei si vergogna, sono invece importanti per la comunità... La camorra è poco rappresentata nella commedia perché è meno "romantica" della prima mafia. Certo, si riderà di una cosa molto dolorosa. Ma se c’è un film a cui ho pensato, è la famiglia allargata di Little Miss Sunshine.

Luca Argentero, tre giorni fa su Twitter aveva pubblicato le immagini del copione del film e aveva commentato:


Il film sarà girato in otto settimane (quattro a Bolzano e Bressanone e quattro a Roma) e distribuito il prossimo anno da Warner Bros.

Foto | Pagine ufficiale Facebook

  • shares
  • Mail