Black Mass: Johnny Depp se ne va – troppo pochi 10 milioni di dollari

Con un budget di 60 milioni di dollari, puoi darne 20 a un solo attore? In linea teorica no. Ma se ti chiami Johnny Depp con meno di quella cifra non fai nulla…

Come accaduto con Tom Cruise, fuggito da The Man From U.N.C.L.E. perché impegnato con la produzione di Mission: Impossible 5, anche Johnny Depp ha fatto altrettanto con Black Mass, nuovo film di Barry Levinson. Il motivo? L’accelerazione data dalla Disney a I Pirati dei Caraibi 5, pronti al via da qui a breve. Ma non solo…

Ad incidere sulla fuga di Depp, a quanto pare, anche il cachet previsto. Secondo l’Hollywoor Reporter, infatti, Cross Creek e Exclusive Media hanno provato a tagliare il budget della pellicola fino a 60 milioni di dollari. Tutt’altro che bruscolini, è evidente, ma Depp e i suoi rappresentanti si sono rifiutati di dimezzare l’ingaggio, passando dai 20 milioni inizialmente previsti ai ‘soli’ 10.

Nel dubbio, Johnny avrebbe preferito alzare i tacchi, lasciando solo soletto Joel Edgerton e soprattutto il regista Barry Levinson. Biopic sul criminale di Boston Whitey Bulger, Black Mass nasce dal bestseller Black Mass: the True Story of an Unholy Alliance Between the FBI and the Irish Mob, scritto dai reporter del Boston Globe Dick Lehr e Gerland O’Neil. Al centro della trama proprio Whitey Bulger, catturato dall’FBI solo nel 2011, dopo 17 anni di folli ricerche, all’età di 81 anni. Il 19 agosto 1999 Bulger venne bollato come il 458º criminale più ricercato dall’F.B.I., per diversi omicidi, spaccio di narcotici, furti e altro. Nell’ottobre del 2007, l’Interpol dichiarò Bulger il secondo uomo più ricercato dall’F.B.I., dopo Osama bin Laden. È stato catturato il 22 giugno 2011 insieme alla compagna Catherine Greig in un appartamento di Santa Monica, California, dove avevano vissuto per 15 anni sotto i nomi di Charles e Carol Gasko. Negli anni 50 sbattuto ad Alcatraz, Bulger divenne uno degli uomini più temuti di Boston, nel 1972, controllando tutta la città grazie alla Winter Hill Gang. Attualmente in carcere, doveva essere proprio Johnny Depp a riportarlo in ‘vita’, al cinema.

Peccato che l’attore, attualmente sul set di Transcendence, esordio alla regia di Wally Pfister, abbia abbandonato il progetto a pochi mesi dal via alle riprese. Per 10 milioni di dollari.

Fonte: Comingsoon