Festival di Venezia 2011 – ecco la locandina italiana di A Dangerous Method (in Concorso)

Viggo Mortensen, Michael Fassbender e Keira Knightley rispettivamente nei panni dei due padri della psicoanalisi Freud e Jung, e della loro assistita. Ecco il primo poster di A Dangerous Method di David Cronenberg, in concorso alla 68a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia

di simona

Spunta on-line la prima locandina ufficiale di A Dangerous Method, nuovo lavoro di David Cronenberg che sarà presentato in Concorso al Festival di Venezia 2011. Si tratta del poster italiano, che potete vedere qui accanto o visualizzare in maggiore risoluzione cliccando sull’anteprima.

Il film è l’adattamento per il grande schermo della pièce teatrale The Talking Cure di Christopher Hampton, incentrata sulla complessa relazione di Sigmund Freud e Carl Jung con la bella paziente Sabina Spielrein. Ne sono protagonisti Viggo Mortensen, Michael Fassbender e Keira Knightley rispettivamente nei panni dei due padri della psicoanalisi e della loro assistita. Vincent Cassel, Sarah Gadon, Katharina Palm e Christian Serritiello completano il cast.

Lo spettro delle guerre incombe su Zurigo e Vienna, che fanno da cornice alla vicenda emotiva ed al dibattito intellettuale raccontati dalla pellicola. A Dangerous Method è un ritratto intimo della nascita della psicoanalisi e delle relazioni a due, qui inestricabilmente intrecciate. Carl Jung utilizza il metodo di Sigmund Freud per curare Sabina, una giovane isterica russa di cui si innamora. Colpito dai risultati ottenuti da Jung, Freud lo nomina suo successore, ma quando Jung sviluppa le proprie personali teorie, le loro strade si dividono. Qui vi attende il trailer originale, mentre qui ci sono le prime foto. La pellicola approderà nelle sale italiane il prossimo 30 settembre, distribuito da BIM.

Festival di Venezia 2011 – ecco la locandina italiana di A Dangerous Method

Festival di Venezia 2011 - ecco la locandina italiana di A Dangerous Method

Ultime notizie su Venezia

Tutto su Venezia →