Tommy Lee Jones regista per il remake de I cowboys

41 anni dopo l'uscita in sala, impreziosita dalla presenza di John Wayne, I Cowboys tornerà al cinema grazie ad un remake. Firmato Tommy Lee Jones

Premio Oscar nel 1994 per Il Fuggitivo, ed ad oggi regista cinematografico solo nel 2005 con l'apprezzato Le tre sepolture, Tommy Lee Jones tornerà dietro la macchina da presa per girare un altro western. Un remake, se proprio vogliamo dirla tutta, ovvero il rifacimento de I Cowboys, film del 1972 di Mark Rydell.

Tratta da un romanzo di William Dale Jennings, la pellicola aveva John Wayne e Bruce Dern come protagonisti, con la trama che ruotava attorno ad un allevatore costretto ad assoldare 11 ragazzini per accompagnarlo a vendere il bestiame. Peccato che durante il viaggio, lungo 400 miglia, avvenga di tutto, compreso un tentativo di furto da parte del bandito Longhair.

Visto il successo ottenuto dalla pellicola, la Warner Bros. produsse due anni dopo una serie tv ispirata ad essa, Giovani Cowboys (The Cowboys), con protagonisti Jim Davis, Diana Douglas, e Moses Gunn. Passati 41 anni, Tommy Lee Jones ha deciso di rimettere mano al romanzo di Jennings, con Donald De Line in cabina produttiva.

Nessuno sa se l'attore si ritaglierà anche uno spazio all'interno del film, o si limiterà alla regia, ma certo è che dopo il boom di critica ottenuto da Le tre sepolture (premio per la migliore interpretazione maschile e altro riconoscimento a Guillermo Arriaga per la migliore sceneggiatura al Festival di Cannes 2005), questo suo ritorno al genere western non può che far piacere.

  • shares
  • Mail