Scialla! (Stai sereno): la recensione in anteprima

Scialla! (Stai sereno): la recensione in anteprima

Il cinema italiano degli ultimi anni ci ha abituato a racconti adolescenziali scritti con le frasi raccolte sulle carte dei cioccolatini. Da Moccia a Muccino il mondo degli under18 sembra essere una bolla di sapone profumata in cui entrano solo cellulari, abiti firmati e tutto il resto è vuoto assoluto. Per fortuna in mezzo a tutte le commedie con titolo da canzonetta (da La notte prima degli esami è nato un vero sottogenere) ogni tanto emerge un piccolo gioiellini, un fiore raro in mezzo a tanta erbaccia, che purtroppo non sempre riesce a sollevarsi quel tanto per ottenere gli sguardi che meriterebbe.

Bruno Beltrame è uno che ha la scrittura nel sangue, ma che da un pezzo ha deciso di vivere una vita disillusa. Abbandonato il sogno di diventare uno scrittore, lasciato anche il mondo dell’insegnamento, per campare scrive su commissione libri che altri firmeranno al suo posto come le auto/biografie di personaggi di successo. Bruno è un pesce fuor d’acqua, un uomo grigio con un forte accento veneto in una Roma popolare dove la cadenza e lo slang sono molto connotati. Mentre sta lavorando alla biografia di Tina, una famosa ex-pornostar diventata produttrice di film hard, scopre che uno fra i più svogliati dei ragazzi a cui da ripetizioni è in realtà suo figlio. Frutto di una notte di passione risalente a oltre quindici anni prima, Luca (chiamato dagli amici Scialla) è un ragazzo con poca voglia di studiare, ma vitale e irriverente. Dovendo partire per alcuni mesi, la madre si è decisa a chiedere aiuto a Bruno, che però non deve rivelare al ragazzo di essere suo padre.

Il rapporto tra Luca e Bruno subisce una serie di evoluzioni, prima lente poi sempre più repentine, con la loro convivenza forzata. Luca trova la passione per lo studio e Bruno inizia a comprendere il significato di responsabilità nei confronti di un’altra persona. Non sarà facile accettare l’altro sotto una luce nuova, ma prima o poi questo passo andrà fatto…


Scialla

L’opera prima di Francesco Bruni è una commedia ben scritta e che offre uno sguardo onesto e sincero sui rapporti intergenerazionali tra quelli che oggi sono padri irresponsabili e figli che si sentono troppo adulti. Uno scontro generazionale differente da quello che aveva caratterizzato altre epoche del nostro recente passato, racconti inediti anche per il nostro cinema che dell’adolescenza ha sempre fatto un luogo privilegiato, da I pugni in tasca ai giorni d’oggi. E’ corretto definire Scialla! una commedia generazionale ma riesce anche a non cade in descrizioni stereotipate, sia da un punto vista aulico sia da uno volgare, e non si propone come un opera dal sapore autoriale.

C’è dell’onestà intellettuale, elemento non da poco oggi giorno, che si esprime attraverso una sceneggiatura solida, ben scritta e che risulta ben aderente alla realtà (per saperlo basta avere un figlio o un conoscente che abbia all’incirca 16 anni). Lo scambio che avviene tra Bruno e Luca offre un’occasione di crescita per entrambi, senza momenti di traumi e di facili sentimentalismi, piuttosto attraverso il meccanismo dell’ironia caustica, tipica dei giovanissimi e degli uomini in crisi di mezza età.

Splendido, nel suo accento padovano, il trasandato Fabrizio Bentivoglio che viene ben spalleggiato dal giovane Filippo Scicchitano che riesce a risultare credibile nel suo ruolo di quindicenne sopra le righe ma capace di avere una propria morale. Sorprendete Barbora Bobulova nei panni di una ex star del cinema a luci rosse che racconta la sua vita a Bruno realizzare la sua autobiografia. Il film ha vinto la sezione Controcampo Italiano allo scorso Festival di Venezia.

Scialla! (Stai sereno) Regia di Francesco Bruni. Con Fabrizio Bentivoglio, Barbora Bobulova, Filippo Scicchitano, Giuseppe Guarino, Prince Manujibeya, Arianna Scommegna, Giacomo Ceccarelli, Raffaella Lebboroni, Vinicio Marchioni

Voto Carlo 7,5

Scialla! (Stai sereno) (commedia, durata 95 min, Italia 2011) sarà distribuito da 01 Distribution a partire da venerdì 18 novembre 2011. Qui potete vedere il trailer.

Ultime notizie su Film Italiani

Tutto su Film Italiani →