J. Edgar di Clint Eastwood - La recensione in anteprima

J. Edgar locandinaNon basta una vita da film per realizzare un ottimo film sulla vita di un personaggio, noto o sconosciuto ai più che sia. Nemmeno se alla regia c’è un autore consolidato come Clint Eastwood, considerato da alcuni l’ultimo esponente della Hollywood classica, si può essere certi della realizzazione di un capolavoro a partire da una biografia esemplare. La delusione fu già evidente con Invictus, la storia di Nelson Mandela letta traverso il rugby, dove Clint ha lavorato secondo i minimi sindacali.

Ora tocca a J. Edgar Hoover che per quasi mezzo secolo, dal vertice dell’FBI, è stato uno tra gli uomini più potente di tutti gli Stati Uniti d’America. Intransigente e patriota, Hoover ha effettuato scelte difficili e impopolari pur di proteggere il suo paese. Nell’arco dei mandati di ben otto presidenti, l’FBI di Hoover ha dichiarato guerra a minacce (vere o presunte) che avrebbero potuto mettere in pericolo la sicurezza dei cittadini americani. Ambizioso, eroico, spietato, arrivista, Hoover fu un uomo che dava importanza ai valori e non esitò mai a mettere in gioco il suo ruolo.

Un analista potrebbe leggere nell’ossessione per la sicurezza di Edgar il riscontro di una famiglia atipica, dove un padre poco autoritario e una madre molto presente hanno costruito delle basi instabili del suo carattere forte. Clint Eastwood racconta in modo cupo e claustrofobico quasi cinquanta anni di operazioni (il)legali che lo stesso Hoover raccontò in una biografia in cui descrisse la rivoluzione effettuata nei metodi delle investigazioni, la crescita del potere del Bureau, la caccia alla streghe dei comunisti e un’infinità di altre azioni di polizia.

J. Edgar

Non è più “un mondo perfetto” quello di Clint Eastwood, ammesso che lo sia mai stato. Hoover però nel suo essere disadattato e ossessionato dalla carriera, sogna di poter avvicinare il suo mondo alla perfezione, purtroppo però che non coincida con la realtà dei fatti. Il compito di riportare in vita Hoover è affdato a Leonardo DiCaprio, che si dimostra una volta in più estremamente maturo come autore, dato che era già stato in grado di interpretare Howard Hughes, altra ingombrante figura del del sogno americano in The Aviator. La maschera di DiCaprio si imbruttisce e invecchia inesorabilmente come se il peso delle azioni del suo personaggio corrompessero inesorabilmente anche il suo corpo.

Clint Eastwood sceglie atmosfere plumbee e oscure per raccontare la storia di una sconfitta. Sebbene infatti Hoover non possa essere accreditato come un perdente, è un fatto che la guerra contro il terrorismo (interno o internazionale) non è certo stata vinta, ma sono gli Stati Uniti che invece hanno scelto una via sempre più dura e ambigua per inseguire un ideale che sempre più spesso vacilla.

Tutto ruota attorno al corpo attoria di Leonardo DiCaprio. Non per niente sembra evidente che Clint Eastwood non abbia voluto dirigere un biopic con una forte prospettiva storica, piuttosto la volontà del regista è quello di modellare un bozzetto a tutto tondo di una personalità complessa e sfaccettata come quella di Hoover, lavorando su uno degli attori più versatili e amati dai registi hollywoodiani. DiCaprio ce la mette tutta e riesce a restituire la durezza del suo protagonista, ma il trucco pesante a cui è sottoposto lo trasforma in un maschera grottesca. La dimostrazione che non sempre è bene salire oltre le righe.

Il punto è che J. Edgar sembra non sviscerare realmente il personaggio di Hoover. La sceneggiatura di Dustin Lance Black scava a fondo nel suo rapporto conflittuale con le donne e la sua presunta omosessualità, ma molti altri sono solo accennati. Troppe facce, forse, per un protagonista irraccontabile...

Voto Carlo: 6,5
Voto Simona: 6
Voto Gabriele: 8

J. Edgar (id, Usa 2011, biografico, 137 minuti) Regia di Clint Eastwood, con Leonardo DiCaprio, Armie Hammer, Naomi Watts, Judi Dench, Ed Westwick, Damon Herriman, Dylan Burns, Stephen Root, Jeffrey Donovan, Amanda Schull, Miles Fisher, Ryan McPartlin, Kaitlyn Dever, Michael Gladis. J. Edgar sarà distribuito da Warner Bros Italia da mercoledì 4 gennaio 2012. Qui potete vedere il trailer in italiano.

  • shares
  • Mail