Nymphomaniac di Lars Von Tier nei cinema d'Italia grazie alla Good Films (e a Lapo Elkann)

Nymphomaniac di Lars Von Tier uscirà anche nelle sale d'Italia - accordo raggiunto?

Era partita persino una petizione on line, in grado di rastrellare migliaia di adesioni in pochi giorni. E la lieta notizia è finalmente arrivata. Nymphomaniac di Lars Von Tier, tra i film scandalo di questa stagione cinematografica, ancora inedito ma da mesi in un fuoco di polemiche per l'alto tasso pornografico che lo caratterizzerà, ha trovato una distribuzione per il mercato italiano.

Esatto. Ce l'abbiamo fatta. Secondo quanto riportato da Cinematografo.it l'ultimo controverso film del regista danese uscirà nei nostri cinema grazie alla Good Films, società di produzione e distribuzione cinematografica fondata da Ginevra Elkann, Francesco Melzi d’Eril, Luigi Musini e Lorenzo Mieli. Se vedremo Nymphomaniac nelle sale del Bel Paese, in poche parole, sarà grazie a Lapo Elkann, che possiede il 30% della società di cui la sorella Ginevra è presidente. La stessa Good Films che ha da poco distribuito Don Jon e che a breve farà altrettanto con lo straordinario Locke, giustamente acclamato a Venezia, e Dallas Buyers Club, uscito vincitore da Roma e in odore di Oscar.


«Sono certo che la nuova compagine societaria ci offrirà la possibilità di esplorare ulteriori sinergie e affrontare sfide maggiori anche sul piano internazionale, per incrementare il già eccellente lavoro fatto e aumentare così l’offerta per il pubblico. Amo le sfide e credo che quella del cinema di qualità non vada sottovalutata come importante parte dell’offerta culturale italiana».

Questo aveva detto Lapo Elkann un mese fa, dopo aver aumentato le proprie quote all'interno di Good Films, per una sfida di qualità che nel caso di Von Trier andrebbe a braccetto con altri elementi di non poca importanza, vedi pubblicità gratuita causata dall'inevitabile 'scandalo' che Nymphomaniac finirà per suscitare e dal doppio incasso, tanto in sala quanto in home-video. Diviso in due parti e in due versioni come nel resto del mondo, il film potrebbe inoltre sdoppiarsi: prima una versione 'soft', e accessibile a tutti, poi quella 'porno', e vietata ai minori. Nel dubbio Von Trier avrebbe finalmente fatto vedere al ricco cast il montato finale, ricevendo in cambio delle reazioni scioccate e sconvolte, se non in alcuni casi disgustate. Comunque vada e qualunque sia la sua ipotetica qualità cinematografica, lo possiamo dire senza troppi dubbi a riguardo, Nymphomaniac sarà un successo.

Sul set, nello sviscerare la vita di una ninfomane, Stellan Skarsgård, Willem Dafoe, Charlotte Gainsbourg, Shia LaBeouf, Uma Thurman, Udo Kier, Jean-Marc Barr, Caroline Goodall, Kate Ashfield, Saskia Reeves, Sophie Kennedy Clark, Michael Pas, Omar Shargawi, Christian Slater, Jamie Bell e Jesper Christensen.

  • shares
  • Mail