BioShock: Juan Carlos Fresnadillo non sarà più il regista


Oramai il progetto che dovrebbe portare sul grande schermo il film tratto da BioShock pare avere assunto i contorni della telenovela. Data l'attuale fase di stallo, dopo Gore Verbinski anche Juan Carlos Fresnadillo lascia la poltrona in cabina di regia e si dirige altrove (via /Film). Abbastanza illuminanti appaiono peraltro le sue dichiarazioni a riguardo:

Ad essere onesti, da adesso, ne sono completamente fuori, e mi sto dedicando ad altro... Al momento (il film ndr.) è fermo. Lo studio e la compagnia che ha sviluppato il videogioco devono raggiungere una sorta di accordo inerente al budget e al rating.

Vecchia storia, insomma. 2K, ossia lo sviluppatore, vorrebbe che l'atmosfera del gioco originale restasse intatta - oltre ad un esborso di denaro maggiore rispetto a quello che Universal è disposta ad elargire. Da par suo, proprio Universal, sembra non voler cedere a compromessi su nessuno dei due fronti; quindi budget contenuto e film vietato solo ai minori di 13 anni.

Ken Levine, mente creatrice alle spalle del fenomeno videoludico in questione, ha chiaramente espresso tempo fa la propria opinione. Per loro l'interesse è preservare il tenore dell'opera da cui dovrebbe essere tratto il film, anche perché ci sarebbero dei fan da non deludere. Nel caso in cui ciò non fosse possibile, dove starebbe la necessità di girare per forza questo film? Giriamo a voi l'implicita domanda.

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: