I, Frankenstein: le recensioni dagli Usa e dall'Italia

Ecco le recensioni dei critici Americani e Italiani del film "I, Frankenstein": una bella bocciatura

Uno stupendo 5% di recensioni positive appare, mentre scrivo, sul sito di Rotten. Il film è I, Frankenstein diretto da Stuart Beattie e interpretato da Yvonne Strahovski, Bill Nighy, Jai Courtney, Aaron Eckhart, Miranda Otto, Caitlin Stasey e Kevin Grevioux. Dopo aver letto la nostra (negativa) recensione vediamo a questo punto cosa hanno scritto i critici Americani e Italiani. Io non l'ho ancora visto... a voi è piaciuto? Forse è meglio tornare sul classico Frankenstein.

James Berardinelli - ReelViews: Non è divertente e tutti si prendono troppo sul serio.

Rafer Guzman - Newsday: il film non ha il senso dell'umorismo.

David Hiltbrand - Philadelphia Inquirer: Gli effetti speciali sono abbastanza buoni e le scene di combattimento sono adeguate. Ma il film perde vapore nel quarto atto...

Tom Russo - Boston Globe: dialoghi esagerati.

David Edelstein - Vulture: Aaron Eckhart interpreta il mostro di Frankenstein stringendo i denti, con una modalità monotona, come se qualcuno avesse una pistola puntata contro di lui e una sulla sua famiglia.

Clark Collis - Entertainment Weekly: Yvonne Strahovski è una delle scienziate meno credibili viste sul grande schermo.

Alonso Duralde - The Wrap: Incoerente e brutto.


i_frankenstein-film-wallpaper

Linda Barnard - Toronto Star: Il vero mostro artificiale in "I, Frankenstein" è il film stesso, una storia ridicola del bene contro il male in un pastiche di simbolismo religioso e di mitologia noiosa e ambientato in un mondo creato da un computer con effetti speciali di laboratorio.

Andrew Barker - Variety: l'azione è incoerente e il film è privo di umorismo, questa pellicola d'azione è svogliata ed ha fatto sicuramente rivoltare Mary Shelley nella tomba.

Alessandra Levantesi Kezich - La Stampa: Stuart Beattle dirige senza fantasia, ma Aaron Eckhart ha una certa presenza scenica e Bill Nighby è un signore delle tenebre di glaciale eleganza.

Maurizio Porro - Il corriere della sera: Moltissimo rumore per nulla. La gran novità del film di Stuart Beattle ispirato a una Graphic Novel, sarebbe che Frankenstein è ancora tra noi.

  • shares
  • Mail