• Film

Bryan Singer nella bufera: altri nomi di peso tra i presunti festini gay

Michael F. Egan III contro tutti. Si allarga il presunto scandalo sessuale di Hollywood

In casa Fox si trema, giustamente. Perché tra meno di un mese uscirà nei cinema di mezzo mondo X-Men – Giorni di un futuro passato (seconda produzione più costosa di sempre per la major dopo Avatar) eppure da giorni non si parla d’altro di Bryan Singer e delle clamorose accuse vomitategli addosso da Michael F. Egan III. Nel 1998, quand’era ancora minorenne, l’allora modello nonché aspirante attore Egan sarebbe stato ‘molestato’ da Singer, come denunciato in quest’ultima settimana, scatenando un fiume di reazioni. Perché se il regista de I Soliti Sospetti ha ovviamente negato qualsiasi tipo di relazione con il giovane, Michael ha rilanciato, tirando in ballo altri nomi di peso della Hollywood che conta, perché legati alla NBC, alla Disney e a Broadway.

Stiamo parlanodo di Garth R. Ancier, Gary Wayne Goddard e David Alexander Neuman, a quanto pare coinvolti in un vero e proprio girone dantesco di festini gay che negli anni ’90 avevano come protagonisti giovani minorenni, attratti dalla fama e deviati grazie a droga, alcool e sesso. “Se mi rifiutavo di rendere felici queste persone, loro potevano eliminarmi, avevano il controllo di Hollywood“, ha confessato Egan, che ha così contribuito ad ampliare la clamorosa inchiesta che sta facendo tremare la Mecca del Cinema.

Il profilo tenuto dalla Fox in questi ultimi giorni, nel frattempo, è stato volutamente basso. Conferenze stampa, eventi e premiere legati ai mutanti Marvel potrebbero saltare, onde evitare di tramutare il tutto in un processo mediatico nei confronti del regista. I 3 nuovi accusati, così come Singer, hanno smentito categoricamente di aver preso parte a chissà quali festini omosessuali. Garth Ancier ha fatto sapere di non essere mai stato in questa ormai celebre ‘casa del terrore’ delle Hawaii, mentre Neuman si è detto ‘scioccato’ dalle parole di Michael. E non è finita qui, perché anche Dustin Lance Black, sceneggiatore Premio Oscar per Milk, potrebbe finire agli atti in quanto ‘amico’ di Singer e ipotetico partecipante ai festini in piscina. Tra i papabili testimoni anche il suo giovanissimo fidanzato, ovvero l’Olimpionico inglese Tom Daley, tuffatore poco più che maggiorenne con cui fa coppia da circa un anno.

Il vaso di Pandora è stato quindi ufficialmente scoperchiato, festeggiano e rilanciano gli accusatori, anche se a questo punto le strade percorribili dall’inchiesta potrebbero essere due: l’insabbiamento o l’esplosione di una bomba che potrebbe far tremare le fondamenta di Hollywood. E in primis quelle dei ricchi X-Men targati Fox, dal 22 maggio prossimo al cinema.

Fonte: AceShowBizSpy

I Video di Cineblog