Cannes e Dintorni: la rassegna a Milano si farà grazie a un imprenditore anonimo

Quando tutto sembrava ormai perso (almeno per il 2014), è avvenuto quello che pare un “miracolo”. O, senza voler osare troppo coi paragoni, un gesto che pare uscito da altri tempi: un imprenditore ha fatto una donazione all’Agis Lombardia per mantenere in vita la panoramica dei film di Cannes e Dintorni a Milano!

Qualche giorno fa i cinefili milanesi hanno ricevuto una bella batosta: Cannes e Dintorni, la panoramica dei film del Festival di Cannes che si tiene ogni anno a Milano a giugno, nel 2014 sarebbe saltata. La rassegna, attiva sin dal 1996, aveva sempre offerto alla città una selezione dei film in cartellone al festival, tra selezione ufficiale (concorso, fuori concorso, Un Certain Regard e le altre sottosezioni non competitive) e Quinzaine des Réalisateurs.

Il risultato è sempre stato quello di avere sale pienissime, continui sold out e un forte pubblico di aficionados anche piuttosto eterogeneo. Sì, pure durante le proiezioni pomeridiane. E tra abbonamenti e biglietti singoli è sempre stata una corsa contro il tempo riuscire ad accaparrarsi un’entrata per alcune tra le proiezioni più richieste. Insomma: un evento vivo, sentissimo, e decisamente atteso dal pubblico cinefilo – ma anche non solo – della metropoli.

L’Agis Lombardia ha pubblicato il 17 aprile una lettera aperta agli spettatori, che vale la pena pubblicare per intero per contestualizzare la situazione:

Lettera aperta agli spettatori.

Abitualmente, con l’arrivo della primavera, Agis lombarda comunica le date della manifestazione cinematografica Cannes e dintorni.

Purtroppo quest’anno la tradizionale rassegna, che nel mese di giugno presentava a Milano i film dal Festival del Cinema di Cannes e dalla Quinzaine des Réalisateurs, dopo 18 edizioni e un costante successo di pubblico, non avrà luogo.

La Provincia di Milano che aveva sostenuto la rassegna sin dalla sua nascita nel 1996, ma che negli ultimi anni aveva costantemente ridotto il contributo rendendo sempre più indispensabile l’apporto di partner privati, come noto è un ente in “dismissione”, travolta dalla recente riforma delle Province.

I partner privati (particolarmente importante negli ultimi quattro anni è stato il Corriere della Sera), stante la contrazione degli investimenti, non riescono più a coprire le spese per l’organizzazione dell’iniziativa che prevedono, tra le altre, i costi per la sottotitolazione dei film e il riconoscimento dei diritti ai produttori e distributori.

Abbiamo fatto il possibile per continuare ad offrire un’iniziativa da tutti ritenuta di qualità e particolarmente significativa proprio perché arricchiva la programmazione di cinema di qualità in un periodo tradizionalmente scarno di offerta cinematografica.
Pertanto, a malincuore e amareggiati, siamo costretti a sospendere, almeno per l’anno in corso, l’organizzazione di Cannes e dintorni.

Manteniamo tuttavia la volontà di proporre nel prossimo mese di settembre la tradizionale Panoramica dei film dalla Mostra di Venezia e dal Festival di Locarno arricchita da film provenienti da altri festival.

Ringraziamo coloro che ci hanno sostenuto ed apprezzato negli anni e soprattutto il pubblico per l’affetto e l’attenzione con cui ci ha sempre seguito.

Vi diamo appuntamento nelle sale cinematografiche per la seconda edizione della Festa del Cinema, promossa dalle associazioni esercenti e distributori cinema, che si terrà dall’8 al 15 maggio e che prevede un prezzo unico di 3 euro per tutti gli spettacoli, ad eccezione degli spettacoli in 3D che avranno un prezzo di 5 euro.

Ha ragione Mauro Gervasini, direttore di Film Tv e selezionatore della Mostra di Venezia, quando scrive “altro che EXPO”:

Proprio mentre il tessuto urbano della città si prepara per il grande evento del 2015, con tutte le sue difficoltà, un momento più piccolo ma attesissimo è costretto in ritirata. A farci una brutta figura non è certo l’Agis, ma la città stessa: anche perché è il paradosso a risultare grottesco. Soprattutto se si pensa che i biglietti per le proiezioni andavano a ruba nel giro di qualche oretta.

Sconsolati, tutti abbiamo mandato giù il rospo. Finché oggi non è avvenuto un vero e proprio “miracolo”. Anche se, senza osare troppo con i paragoni, possiamo dire innanzitutto che abbiamo virtualmente assistito ad un gesto che non si vedeva forse da tempo, e che sembra uscito da un’altra epoca. Un’epoca in cui effettivamente chi può permetterselo e chi crede nella cultura poteva arrivare a compiere gesti “commoventi” come quello che abbiamo visto oggi.

Un imprenditore del settore dello spettacolo che vuole restare anonimo ha fatto una donazione all’Agis per mantenere in vita l’edizione 2014 di Cannes e Dintorni. La sua parte andrà a coprire le spese non provenienti dagli incassi dei biglietti. Capiamo la motivazione del voler restare anonimi, ma vorremmo davvero sapere chi è l’imprenditore, anche solo per dirgli “bravò!” e magari ringraziarlo. Questa la nota ufficiale dell’Agis Lombardia:

Cari amici,
grazie per l’affetto e per la stima. Abbiamo ricevuto molte email da parte di spettatori delusi e affranti. Alcuni hanno scritto direttamente al Corriere della Sera che ha raccolto e rese pubbliche le testimonianze in un bell’articolo apparso martedì 22 aprile. Solo qualche ora fa, quasi come un miracolo, ci ha contattato un nostro amico, imprenditore del settore dello spettacolo, che ha deciso, con una donazione, di coprire le spese occorrenti per l’organizzazione di #Cannes e Dintorni, non coperte dall’incasso derivante dalla vendita dei biglietti.
Il signore vuole rimanere anonimo e noi siamo commossi, e sorpresi, da un gesto di responsabilità verso una manifestazione così amata dal pubblico.
Un gesto che ci saremmo attesi dalle istituzioni pubbliche ma che invece è arrivato da un semplice cittadino.
Nei prossini giorni cercheremo di recuperare il terreno e di rimetterci in moto affinché nel prossimo giugno Milano possa ancora presentare una selezione di film dalla Quinzaine des Réalisateurs e dalla Selezione Ufficiale del Festival di Cannes.
I tempi sono ristretti ma ce la metteremo tutta per non deludere i tanti affezionati cinefili e il nostro cittadino benefattore, autore di un gesto che definiremmo “politico”.
Nel mese di maggio renderemo pubbliche le modalità organizzative di Cannes e dintorni tramite la consueta newsletter e il sito www.lombardiaspettacolo.com.

Un caro saluto
Agis lombarda

E quindi sì: la panoramica dei film di Cannes a Milano ci sarà, e presto dovremmo sapere le date ufficiali. Noi di Cineblog saremo sulla Croisette per raccontarvi come sempre il festival in diretta. E sì, anche per poi consigliarvi i titoli che voi milanesi non dovrete perdere della panoramica di Cannes e Dintormi 2014 a Milano. Evviva!

I Video di Cineblog

Ultime notizie su Cannes

Tutto su Cannes →