Difret - il coraggio per cambiare: clip in esclusiva e trailer italiano

Difret: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul film drammatico prodotto da Angelina Jolie nei cinema italiani dal 22 gennaio 2015.

Uscirà il 22 gennaio il film drammatico Difret - il coraggio per cambiare diretto da Zeresenay Berhane Mehari e interpretato da Meron Getnet, Tizita Hagere, Rahel Teshome, Haregewoin Assefa, Mekonen Laeake, Shetaye Abreha, Meaza Tekle. Dopo aver visto il trailer italiano, qui sotto, ecco arrivare per voi lettori una clip in esclusiva.

Hanno detto del film

Angelina Jolie - produttrice del film:

"Quando ho visto DIFRET per la prima volta ho pianto per i primi 20 minuti... ma poi ho sorriso per il resto del tempo, pensando che non vedevo l’ora che il mondo potesse vederlo, perché QUESTO FILM era in grado di provocare un cambiamento. Inoltre è straordinario il modo in cui è stato realizzato: DIFRET è un’opera d’arte eccezionale e dimostra come la legge possa porre fine all'ingiustizia e aiutare le persone più vulnerabili"


John Kerry, Segretario di Stato Americano:

"Il film racconta il coraggio di una ragazza etiope e l’empatia nei suoi confronti da parte di una donna avvocato. E’ una storia di coscienza che dovrebbe ispirare tutti noi".


Didier Burkhalter, Presidente della Confederazione Elvetica in occasione del lancio dell’evento “Democrazia senza Frontiere”:

"Un film coraggioso che racconta una lotta esemplare per il rispetto e la dignità’”.

Navy Pillay, Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani:

"Sfidare le tradizioni è importante ma richiede tempo, anche in Europa avvenivano matrimoni forzati e credo sia possibile anche per i Paesi in via di sviluppo, e in particolare per l’Africa, arrivare al rispetto dei diritti umani e dell’individuo. L’importante è la consapevolezza sempre maggiore che le giovani donne oggi hanno, e il non volere più tornare indietro".

Difret: trailer italiano del film prodotto da Angelina Jolie

Disponibile un trailer italiano di Difret, il dramma etiope diretto da Zeresenay Berhane Mehari e prodotto da Angelina Jolie basato su una storia vera e su uno dei molti episodi di violenza sulle donne perpetrati nel mondo e ispirati da barbare e radicate tradizioni.

Il film arriverà nei cinema italiani il prossimo 22 gennaio, a seguire trovate una sinossi del film.

A tre ore da Addis Abeba, una brillante ragazza quattordicenne sta tornando da scuola, quando uomini a cavallo piombano su di lei e la rapiscono. La coraggioso Hirut afferra un fucile e cerca di scappare, ma finisce per sparare al suo aspirante marito. Nel suo villaggio la pratica del matrimonio con sequestro è comune ed è una delle tradizioni più antiche dell'Etiopia.

Meaza Ashenafi, una giovane avvocatessa responsabilizzata e tenace, arriva dalla città per rappresentare Hirut sostenendo che lei ha agito per legittima difesa. Meaza entra coraggiosamente in rotta di collisione tra l'esecuzione dell'autorità civile e il rispetto del diritto consuetudinario, rischiando il suo lavoro di assistenza legale alle donne per salvare la vita di Hirut.

Sotto lo strato di costumi sociali educati, un patriarcato aggressivo e radicato perpetua condizioni inospitali per le donne in questo film avvincente e significativo, basato su una storia vera. Il regista Etiope Zeresenay Berhane Mehari ritrae la complessità della trasformazione di un paese verso la parità dei diritti con una generazione coraggiosa che osa alzare la testa.


Difret: Satine Film porta nei cinema italiani il film prodotto da Angelina Jolie

Sarà Satine Film a portare nelle sale italiane Difret, il dramma premiato dal pubblico al Sundance Film Festival e al Festival Internazionale del cinema di Berlino e prodotto dall'attrice e regista Angelina Jolie.

Il film diretto dal regista etiope Zeresenay Berhane Mehari è incentrato sul tema purtroppo sempre attuale della violenza sulle donne e in particolare narra la storia vera di una ragazzina etiope che sfida le leggi della “telefa”, il rituale del rapimento e del matrimonio tramite violenza e di una donna che l’aiuta a difendersi.

I principali distributori internazionali si sono ritrovati a Londra, su invito di Angelina Jolie, per una proiezione speciale del film organizzata nell’ambito del Global Summit per porre termine alla violenza sessuale all’interno dei conflitti. Il Summit, presieduto dal Ministro degli Esteri britannico William Hague e dalla stessa Angelina Jolie, ha visto la partecipazione del Segretario di Stato americano John Kerry, oltre a 900 esperti, organizzazioni non governative, sopravvissuti, leader religiosi e gruppi internazionali provenienti da tutto il mondo, al f in e di generare una sensibilizzazione globale sul tema.

Alla proiezione privata del film era presente Angelina Jolie nella sua duplice veste di Inviato Speciale dell'Alto Commissariato delle Nazioni Unite per i Rifugiati e di produttrice del film:

Quando ho visto "Difret" per la prima volta ho pianto per i primi 20 minuti, ma poi ho sorriso per il resto del tempo, pensando che non vedevo l’ora che il mondo potesse vedere il film, perché questo film era in grado di provocare un cambiamento. "Difret" è straordinariamente bello…una notevole opera d’arte e mostra come la legge possa porre fine all’ingiustizia e aiutare le persone più vulnerabili.

Difret Satine Film porta in Italia il film prodotto da Angelina Jolie

Ecco come il Segretario di Stato John Kerry ha descritto "Difret":

Il film racconta il coraggio di una ragazza etiope e della compassione di un avvocato. E’ una storia di coscienza che dovrebbe ispirare tutti...

Ecco le parole di Claudia Bedogni di Satine Film distributore del film per l’Italia:

Assistere alla proiezione privata di "Difret" a Londra, è stato un momento davvero emozionante. La passione con cui Angelina Jolie ha introdotto il film nel suo discorso d’ apertura, il suo impegno per un cinema che unisce creatività a forti temi sociali e politici in sostegno degli indifesi è di grande incoraggiamento per poter continuare nello sforzo distributivo di rendere visibile questo tipo di cinema. E’ un’ulteriore conferma di come i cosiddetti 'film d’autore' siano in grado di affrontare temi universali che possono raggiungere un ampio pubblico. Siamo onorati di poter presentare questa incredibile storia al pubblico italiano nella speranza che sia di stimolo per tutti nel sostegno alla lotta per un mondo migliore.

Clip 2
  • shares
  • Mail