Big Eyes: nuove clip in italiano del film di Tim Burton

Big Eyes: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul dramma biografico di Tim Burton nei cinema italiani dal 1° gennaio 2015.

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Lucky Red ha reso disponibili tre nuove clip in italiano tratte da Big Eyes, il dramma biografico che vede Tim Burton raccontare la storia vera di una delle più leggendarie frodi artistiche della storia che vide coinvolti, a cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta, i coniugi Walter e Margaret Keane e i loro enigmatici ritratti di bambini dai grandi occhi.

Nella prima clip Margaret (Amy Adams) spiega a Walter (Christoph Waltz) il perché i soggetti che dipinge hanno degli occhi enormi, storia che Walter spaccia per sua nella seconda clip, mentre nella terza e ultima viene introdotto il processo che vedrà Margaret e Walter contrapposti per rivendicare la paternità dei dipinti.

L’attrice Amy Adams, quattro volte candidata agli Oscar, aveva letto la sceneggiatura in una prima fase del progetto, ma all’epoca non se l’era sentita di interpretare il ruolo di Margaret. “Lo trovavo molto interessante, ma in quel momento avevo voglia di interpretare donne molto forti e sicure di sé, e non ero sicura che avrei trovato la chiave giusta per Margaret”. Ma quando ha ripreso in mano la sceneggiatura una seconda volta, le cose erano cambiate. “Ero diventata madre e vedevo il mio personaggio da una prospettiva completamente diversa: non mi sembrava più una donna così insicura. La storia mi aveva
interessato fin dall’inizio, ma è stata Margaret a conquistarmi. Margaret è una persona complessa, come la maggior parte degli esseri umani. E’ una donna umile e riservata, e forse proprio per questo si lascia manipolare dal marito”.

Per prepararsi al ruolo, la Adams ha voluto documentarsi. “Quando esistono versioni diverse di una stessa storia, e ognuno ha un suo punto di vista, è molto difficile ricostruire la verità dei fatti. Ho letto quello che Walter diceva di Margaret, e quello che altri hanno detto di lei. Ma mi mancava la sua campana”. Così, l’attrice è volata a San Francisco e ha trascorso una giornata con Margaret Keane, nella sua galleria. “Mi è servito molto, incontrarla di persona. Ho capito che è umile, sì, ma anche forte e spiritosa. Non volevo essere indiscreta: mi interessava solo capire chi fosse e come fossero andate le cose. Ho scoperto anzitutto una donna gentile”.

Clip - Perché stai mentendo?:

L’attrice e la pittrice hanno passato alcune ore insieme. “Divento nervosa quando qualcuno mi guarda dipingere”, dice Margaret Keane, “ma lei voleva vedermi lavorare, ed è riuscita a mettermi a mio agio. E’ una persona molto semplice e concreta, ed è stato bellissimo”. Keane è stata felice che la scelta della protagonista sia caduta sulla Adams, che nel film sfoggia un caschetto d’epoca biondo platino. “La prima volta che l’ho vista con la parrucca sono rimasta scioccata: era come rivedere me stessa, cinquant’anni fa! Era assolutamente perfetta” .

Mentre Walter Keane era ospite fisso dei talk show dell’epoca, Margaret appariva raramente in publico. “C’è solo un breve filmato di lei”, dice la Adams, “quindi non avevo molti riferimenti per farmi un’idea di come fosse”. Così, l’attrice ha basato la sua interpretazione sulla donna–ormai anziana–incontrata di persona. “Alla fine, puoi solo affidarti alla sceneggiatura”, osserva, “perché tutto il resto, tutti i ricordi
,anche i nostri, sono distorti. Insomma, mi sono sforzata di seguire il testo, senza perdere di vista chi era Margaret all’epoca, e chi è oggi. Le ho chiesto perché ci tenesse a raccontare la sua storia: Margaret è una Testimone di Geova, e anche per questo le sembrava importante mostrare che nella vita certe cose possono succedere, ma che alla fine ognuno di noi può trovare in se stesso la forza della redenzione. Quindi, conoscerla meglio mi ha fatto sentire legittimata a raccontare la sua storia con la mia interpretazione”.

Clip - Il processo:

Big Eyes: tre clip in italiano del film di Tim Burton

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Lucky Red ha reso disponibili tre prime clip in italiano di Big Eyes, film che vede il regista Tim Burton cimentarsi ancora con un biopic dopo lo strepitoso Ed Wood.

Il film racconta la storia vera di una delle più leggendarie frodi artistiche della storia. A cavallo tra gli anni cinquanta e sessanta, il pittore Walter Keane (Christoph Waltz) raggiunse un enorme e inaspettato successo, rivoluzionando la commercializzazione dell’arte con i suoi enigmatici ritratti di bambini dai grandi occhi. Finché non emerse una verità tanto assurda quanto sconvolgente: i quadri, in realtà, non erano opera di Walter ma di sua moglie, Margaret (Amy Adams).

A seguire trovate le altre clip, alcune note di produzione e se volete approfondire è anche disponibile una recensione in anteprima del film che sarà nei cinema italiani dal 1° gennaio.

Note di produzione

Oggi Margaret ha 86 anni e vive alla periferia di San Francisco. Walter è morto nel 2000, molti anni prima che la sceneggiatura cominciasse a prendere forma. Dice Margaret: “Scott e Larry erano così entusiasti di fare questo film, ed eravamo perfettamente in sintonia su come avrebbe dovuto essere. Con loro mi sono sentita al sicuro fin dall’inizio. Avevo già avuto altre quattro offerte, ma le avevo rifiutate tutte. Non era stato facile, ma non mi fidavo di quello che avrebbero fatto, e alla fine ho detto di no”.

“Sono riusciti a fare rivivere la nostra storia”, dice Margaret del copione degli sceneggiatori Scott Alexander e Larry Karaszewski (già vincitori di un Golden Globe per Larry Flint - Oltre lo scandalo). “Hanno saputo coglierne gli elementi tragici ma anche quelli umoristici. E’ una cosa stupenda. Mi sento così fortunata all’idea che qualcuno abbia fatto un film su di me. E’ un tale onore, anche se un po’ mi vergogno: non credo di meritarmelo. Io mi limito a dipingere, e all’improvviso succede tutto questo. Sembra un sogno, è surreale”.

Clip - L'arte per tutti:

Margaret e Tim Burton si conoscevano da molto prima che nascesse l’idea della sceneggiatura e poi del film. “Tim mi ha commissionato alcuni ritratti e poi ha comprato diversi miei quadri. Mi è piaciuto subito. Non riesco a immaginare nessuno che fosse più adatto a dirigere questo film”. La Keane fa una breve apparizione nel film, in una scena girata a San Francisco, al Palace of the Arts. “Dovevo essere una vecchietta che se ne stava seduta su una panca a godersi la giornata. E’ stata un’esperienza bellissima. Tim è venuto da me e mi ha consegnato una piccola Bibbia, e io ho pensato tra me: ‘Com’è gentile! Sa che amo la Bibbia e me ne ha data una da leggere mentre me ne sto seduta qui’. E’ stata una giornata indimenticabile”.

Nelle prime fasi del progetto, Alexander e Karaszewski avrebbero dovuto anche dirigere il film. Nel 2007, con una prima stesura in mano, hanno cercato di passare alla fase successiva. “Sembrava che il film fosse nato sotto una cattiva stella”, racconta Alexander. “E’ stato sul punto di entrare in produzione diverse volte, ma c’era sempre qualcosa che andava storto”, spiega Karaszewski. “La cosa più intelligente che abbiamo fatto è stata quella di non venderlo a nessuno. E alla fine, il film si è fatto”.

Avendo già lavorato con Alexander e Karaszewski al film "Ed Wood", ed essendo un grande ammiratore del talento di Margaret, all’inizio Tim Burton ha aderito al progetto in veste di produttore. “Tim adora i quadri di Margaret”, osserva Alexander. “Si identificava nell’idea di outsider art (l’arte praticata da autodidatti o da pittori naïf che non si sono mai “istituzionalizzati”), e anche lui si è sempre chiesto perché l’arte debba essere legittimata dal giudizio dei critici. In effetti, il film parla proprio di questo. Di arte grezza avevamo già parlato nel film "ed Wood", sempre diretto da Tim. Insomma, è un tema che gli sta molto a cuore.

Clip - Big Eyes:

Big Eyes: poster italiano e video musicale del nuovo film di Tim Burton

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Disponibili due nuove locandine (di cui una italiana) e un video musicale di Big Eyes, il dramma biografico diretto da Tim Burton e interpretato da Amy Adams e dal Premio Oscar Christoph Waltz.

Il video musicale include immagini del film accompagnate dal brano "Big Eyes" scritto dalla cantante Lana Del Rey appositamente per la colonna sonora.

Il brano in origine era destinato ai titoli di coda, ma il regista Tim Burton ha deciso di inserire la canzone all'interno del film e utilzzare invece il brano "I Can Fly", sempre di Lana Del Rey, come traccia sui titoli di coda. La cantante ha in precedenza contribuito com il brano "Young and Beautiful" all'adattamento Il Grande Gatsby di Baz Luhrmann, brano davvero notevole purtroppo snobbato dall'Academy per la categoria Miglior canzone originale.

Big Eyes racconta la vera storia di Margaret Keane (Amy Adams) e di suo marito Walter (Christoph Waltz), i cui dipinti dei bambini dai grandi occhi divennero un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti tra il 1960 e il 1970. La mano d’artista era di Margaret, ma Walter fece credere al mondo di essere il vero autore dei quadri, conquistando una fama internazionale del tutto immeritata. I due finirono con il divorziare, arrivando ad una battaglia legale senza precedenti: un duello a colpi di pennello per ristabilire la giusta paternità delle opere.

Il cast del film, in uscita in Italia il prossimo 1° gennaio, include anche Danny Huston, Krysten Ritter, Terence Stamp e Jason Schwartzman.

Big Eyes: poster italiano del nuovo film di Tim Burton Big Eyes: poster italiano del nuovo film di Tim Burton

Big Eyes: il trailer italiano del nuovo film di Tim Burton

E' stato rilasciato il trailer italiano di Big Eyes, nuovo film di Tim Burton, pellicola che uscirà nelle nostre sale il 1 gennaio 2015.

"Big Eyes" racconta la vera storia di Margaret Keane (Amy Adams) e di suo marito Walter (Christoph Waltz), i cui dipinti dei bambini dai grandi occhi divennero un vero e proprio fenomeno negli Stati Uniti tra il 1960 e il 1970. La mano d’artista era di Margaret, ma Walter fece credere al mondo di essere il vero autore dei quadri, conquistando una fama internazionale del tutto immeritata. I due finirono con il divorziare, arrivando ad una battaglia legale senza precedenti: un duello a colpi di pennello per ristabilire la giusta paternità delle opere.

Big Eyes: video, trailer, poster, immagini e tutte le informazioni sul dramma biografico di Tim Burton nei cinema Italiani dal 1 gennaio 2015.

Big Eyes: primo poster del nuovo film di Tim Burton


Big Eyes - primo poster del nuovo film di Tim Burton (2)

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Post del 20 ottobre 2014: Tim Burton torna al suo amore per le stravaganti storie di vita reale con Big Eyes, un biopic su Walter e Margaret Keane, il duo artistico responsabile della mania degli anni '50 e '60 per quadri con bambini dagli occhi enormi.

Weinstein Company ha reso disponibile un primo poster del film che ritrae Christoph Waltz e Amy Adams e una di queste amatissime opere d'arte.

Diretto e prodotto da Tim Burton il film è basato sulla storia vera di Walter Keane (Christoph Waltz), che fu uno dei pittori di maggior successo degli anni '50 e primi anni '60. L'artista guadagnò una notorietà sconcertante rivoluzionando la commercializzazione e l'accessibilità di arte popolare con i suoi dipinti enigmatici di trovatelli con grandi occhi.

In seguito la verità sarebbe però venuta a galla: i dipinti di Keane in realtà non erano opera sua, ma di sua moglie Margaret (Amy Adams). I Keanes, a quanto pareva, avevano vissuto una menzogna che era cresciuta fino a proporzioni gigantesche. Big Eyes è incentrato sul risveglio di Margaret come artista, il fenomenale successo dei suoi dipinti e il suo rapporto tumultuoso con il marito, che è stato catapultato alla fama internazionale grazie al merito acquisito per opere non sue.

Nel poster la tagline: "Lei lo ha creato. Lui l'ha venduto. E tutti l'hanno comprato".

Big Eyes - primo poster del nuovo film di Tim Burton

Big Eyes - primo trailer del nuovo film di Tim Burton

Aggiornamento di Pietro Ferraro

Weinstein Company ha reso disponibile un primo trailer di Big Eyes, il nuovo dramma biografico del regista Tim Burton.

Il film ruota attorno alla vita degli artisti Margaret (Amy Adams) e Walter Keane (Christoph Waltz). Walter è diventato famoso negli anni '50 e '60 per quadri caratterizzati da bambini con grandi occhi piatti, ma era la timida Margaret che in realtà realizzava le opere. La frode di Walter alla fine ha portato ad un divorzio e ad una accessa battaglia legale per dimostrare la paternità dei dipinti.

Burton si cimenta con un altro biopic dopo il memorabile Ed Wood, uno dei suoi film migliori in assoluto e anche stavolta si tratta del ritratto di un artista eccentrico e del suo lavoro.

Questa volta Burton ci narra di Margaret Keane, una pittrice specializzatasi in soggetti che ritraevano bambini dai grandi occhi che diventarono uno dei primi femomeni di mercato di massa dell'arte e un fenomeno che ancora oggi ha un seguito.

Il trailer ci mostra il rapporto tra Margaret e il marito Walter, che si era preso il merito per il suo lavoro e si conclude con Margaret che porta Walter in tribunale, dove sono entrambi invitati a ricreare il loro lavoro davanti ad una giuria.

Big Eyes è incentrato sul risveglio di Margaret come artista, sul fenomenale successo dei suoi dipinti e sul suo rapporto tumultuoso con il marito, che grazie al lavoro della moglie raggiunse una immeritata fama internazionale.

Big Eyes - primo trailer del nuovo film di Tim Burton

Big Eyes - ecco Amy Adams e Christoph Waltz nel nuovo film di Tim Burton - FOTO

E' sicuramente uno dei film più attesi di stagione, anche se al momento assente da tutti i Festival. Niente Venezia, Toronto, New York e Londra. Per ora Big Eyes di Tim Burton non avrà festival di traino prima dell'uscita in sala, datata 25 dicembre nei cinema d'America. Un ritorno atteso quello del celebre regista, mai Premio Oscar e in arrivo dalla cocente delusione Dark Shadows. Quest'oggi, grazie ad Usa Today, possiamo ammirare le prime due immagini ufficiali del film, con protagonisti Amy Adams e Christoph Waltz. 5 volte nominata agli Oscar la prima e mai vincitrice, due volte nominato il secondo e due volte premiato.

Per la Adams, toto-Academy alla mano, potrebbe davvero essere l'anno della più che meritata consacrazione. Al fianco dei due troveranno spazio Christoph Waltz, Danny Huston, Krysten Ritter, Jason Schwartzman e Terence Stamp. Per Burton sarà un ritorno in salsa biopic, perché la pellicola racconterà la vera storia di Walter Keane (Waltz), tra i pittori d'America di maggior successo tra gli anni '50 e '60. Peccato che non fosse Keane a dipingere gli incredibili quadri contraddistinti dai 'grandi occhi' dei personaggi raffigurati, bensì sua moglie Margaret (Adams), che lo trascinò poi in tribunale per ottenere il più che giustificato riconoscimento del suo talento.

bigeyestimburton

Il film andrà così a scandagliare il rapporto di coppia dei due, tra bugie e verità, con l'occhio di Burton indirizzato a Margaret e al suo straordinario talento, per troppi anni 'scippatole' dal marito. Inizialmente fu proprio lei ad accettare il compromesso, 'fingiamo che sia io a dipingerli così avranno un mercato, perché nessuno acquista i quadri di una donna', per poi cedere alla rabbia, alla crisi matrimoniale e alla voglia di giustizia. Scott Alexander e Larry Karaszewski, già sceneggiatori di Ed Wood, si sono occupati dello script.

Una volta al cinema Burton tornerà quasi immediatamente sul set per girare La casa per bambini speciali di Miss Peregrine, annunciato il sala per il 4 marzo del 2016.


Fonte: Comingsoon.net

 

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: