Dakota Fanning nuda e violentata in Hounddog



Avevamo parlato di Hounddog a luglio. Ne avevamo parlato perché la piccola protagonista, Dakota Fanning 12 anni, avrebbe interpretato un film che parla di abusi sessuali e che avrebbe girato una scena di violenza.

Già a luglio scoppiarono le polemiche contro la madre di Dakota, Joy, e la sua agente Cindy Osbrink. La regista, Deborah Kampmeier, ha chiesto però a chi spara giudizi morali di vedere prima la sua pellicola. L'American Rape, Abuse and Incest National Network, che lo ha fatto, ha applaudito in un comunicato diffuso dalla produzione "il trattamento intelligente che viene dato agli abusi sessuali su minori".

Il 22 gennaio il film è uscito al Sundance Festival ed ha scioccato la platea. La piccola Dakota viene stuprata e l'attrice appare nuda in alcune scene. La madre e l'agente sperano in un Oscar.
Robin Wright Penn, interprete e produttrice della pellicola, aggiunge: “Il soggetto e il tema trattati sono molto forti. Ma io sono rimasta affascinata dalla sceneggiatura perchè, stupro a parte, è una storia sui rapporti e la comprensione umana e su una giovane ragazza che pur non avendo avuto fortuna nella vita, trova la propria salvezza nella musica di Elvis Presley e riesce a sopravvivere”.

Sarà, a me fa schifo solo il pensiero...

  • shares
  • Mail
35 commenti Aggiorna
Ordina: