• Film

Biancaneve e Il Cacciatore: le recensioni dall’Italia e dall’Estero

Il film di Rupert Sanders non convince ma i critici elogiano l’interpretazione di Charlize Theron.

di carla

Sulla carta Biancaneve e il cacciatore era una bella idea e avrebbe potuto diventare un gran bel film. E invece ha deluso un po’ tutti, critici e pubblico. Avete visto il film? Vi è piaciuto? Dopo aver letto la nostra recensione oggi vi proponiamo altri pareri, di critici italiani e stranieri.

    Christopher Orr – The Atlantic: Sanders non è (ancora) al livello di Guillermo del Toro ma anche lui ha un occhio per il bello e il grottesco, e per quella estasiante borderline dove i due si incontrano.

    Peter Rainer – Christian Science Monitor: Alcuni degli effetti sono meravigliosi, ma l’odissea dalle tenebre alla luce è eccessivamente lunga e la Stewart sembra stare nell’epoca sbagliata.

    Bruce Bennett – Spectrum: La ragione principale per vederlo (sul grande schermo, in particolare) sono i deliziosi elementi suggestivi di produzione.

    Nathaniel Rogers – Film Experience: Se si riesce a credere che Kristen Stewart è “la più bella di tutti” in un concorso di bellezza con Charlize Theron…

    Matthew Toomey – ABC Radio Brisbane: Snow White & The Huntsman è un inizio soddisfacente per quello che potrebbe diventare una lunga serie.

    Matt Glasby – Flicks.co.nz: La star del film è la matrigna Charlize Theron che ribolle con la sua gelosia sessuale.

    Andrea Chase – Killer Movie Reviews: Non aiuta il fatto che Biancaneve è Kristen Stewart, un’attrice che sembra avere al suo comando solo un’espressione.

    Louise Keller – Urban Cinefile: Il film sembra incantevole ma non c’è cuore in questa nuova rivisitazione.

    Tom Clift – Moviedex: Un sorprendentemente e convincente film fantasy con un ritmo costante ed efficace.

charlize_theron7-

    Cameron Williams – The Popcorn Junkie: Visivamente abbagliante ma il resto è avvelenato dalla mediocrità.

    Richard Roeper – RichardRoeper.com: Ottimo lavoro di Charlize Theron.

    Jim Lane – Sacramento News e Review: Troppo dark per essere davvero divertente.

    Jackie K. Cooper – JackieKCooper.com: Charlize Theron è la più bella del reame (mi dispiace Kristen), ma questo film non lo è.

    Widgett Walls – NeedCoffee.com: Quello che salva questo film… è Charlize Theron.

    Scott Bowles – Usa Today: La star Kristen Stewart non esce dalla modalità di Twilight.

kristen_stewart-2

    Alberto Crespi – L’Unità: Biancaneve e il cacciatore è un film che si prende terribilmente sul serio, e quindi risulta qua e là terribilmente ridicolo. La sceneggiatura di Evan Daugherty sembra a tratti desunta dai Baci Perugina, mentre l’impianto scenografico e digitale orchestrato dal regista esordiente Rupert Sanders è debitore a tutto il cinema fantastico degli ultimi anni. Il film, tanto per dire, inizia con una battaglia che cita Il gladiatore e Il signore degli anelli, e in generale Peter Jackson, se non fosse già multimiliardario, potrebbe diventarlo facendogli causa per plagio. Ci sono momenti horror anche piuttosto forti, che forse non rendono il film consigliabile ai bambini. Ma quando mai è stata una “cosa da bambini, Biancaneve?

    Maurizio Acerbi – Il Giornale: “Specchio specchio delle mie brame, chi è la più brava strega cattiva del reame”? Sicuramente la Charlize Theron (…) Più per adolescenti che per bambini, con alcune interessanti intuizioni che rendono la trama, se non inedita, almeno appetibile.

    Alessandra Levantesi Kezich – La Stampa: Sanders prende molto sul serio il suo fantasy, immaginando un regno fiorente che poco a poco scolora e incupisce sotto la tirannia della spietata Ravenna, vampiresca regina che si mantiene giovane e bella grazie al sangue di fanciulle in fiore. Come Biancaneve che, sfuggita alla morte grazie all’aiuto del cacciatore incaricato di ucciderla, diviene la versione femminile del «Prescelto», guerriero adamantino cui spetta il compito sacro di sconfiggere il Male e salvare la collettività (…) Ma, pur rubando a destra e a manca, Sanders sa amalgamare gli ingredienti e, al contrario di altri pubblicitari, mostra buona sensibilità narrativa.

    Roberto Escobar – L’espresso: Ogni tanto Hollywood mette mano a una favola classica, e s’incaponisce a migliorarla. Nel caso specifico, Biancaneve ha le fattezze (piuttosto inadeguate) di Kristen Stewart, e la regina quelle (alquanto adeguate) di Charlize Theron. Quanto al principe, se lo confrontate con il cacciatore fa la figura di un giuggiolone. Il resto son botte da orbi, ma ininfluenti.

Con chi siete d’accordo?