Pretty Princess 3, la Walt Disney progetta il sequel

11 anni dopo Principe azzurro cercasi in casa Disney hanno deciso. Si farà Pretty Princess 3, con o senza Anne Hathaway

Princess-Diaries-GIFs

Se non è un remake è un live-action. E se non è un live-action sarà un rebot. O un sequel. La Walt Disney Pictures ha ufficialmente dato il via alla produzione di Pretty Princess 3, terzo capitolo della saga che nel 2001 lanciò in orbita Anne Hathaway. Tratto dall'omonima serie di romanzi firmati Meg Cabot, il primo film uscì in sala nel 2001, con Garry Marshall alla regia e la divina Julie Andrews al fianco di una giovanissima Hathaway. Costata 26 milioni di dollari la pellicola ne incassò addirittura 165,335,153 in tutto il mondo. Tre anni dopo, quasi obbligatorio, arrivò il sequel, Principe azzurro cercasi, ancora una volta diretto da Marshall e in grado di incassare altri 134,734,481 dollari.

Ebbene dopo 10 anni di naufragati tentativi di dar vita ad un terzo episodio, perché Anne, nel frattempo, si è fatta attrice impegnata vincendo anche un premio Oscar, la Disney ha rotto gli indugi. Secondo quanto riportato da Tracking-board il film si farà comunque, con o senza la diva, mentre Julie Andrews, meravigliosa 80enne, potrebbe tornare sul set per indossare gli abiti della Regina Clarisse Renaldi. Debra Chase produrrà anche questo 3° episodio, dopo aver prodotto i due precedenti.

Prodotto anche da Whitney Houston, il film originale vedeva una ragazzina del college con le sopracciglia cespugliose e la malagrazia di un'adolescenza non ancora sbocciata scoprire all'improvviso di essere la principessa ereditaria di Genovia, romantico principato europeo. Morto il padre la ragazzina si ritroverà con la nonna, la regina Clarissa, chiamata a provvedere al rapido addestramento di Mia al suo nuovo ruolo.

Nel secondo capitolo, che vide un giovane Chris Pine debuttare sul grande schermo e Shonda Rhimes in qualità di sceneggiatrice, Mia è finalmente pronta ad iniziare la sua nuova vita assumendo il ruolo di principessa di Genovia. Ma appena trasferita a Palazzo Reale insieme alla sua bella e saggia nonna, la Regina Clarisse, Mia si rende conto che i suoi giorni di principessa sono contati: infatti presto le verrà chiesto di indossare la corona. Al di là delle numerose regole da imparare, la ragazza dovrà affrontare un compito assai piú arduo. Poiché la legge di Genovia prevede che le principesse si sposino prima di essere incoronate regine, Mia si ritrova quindi a dover scegliere un pretendente fra una rosa di aspiranti principi consorti.

  • shares
  • Mail