Roma 2015, Belle e Sebastien - L'avventura continua: Recensione in Anteprima

Anteprima mondiale alla Festa del Cinema di Roma per Belle & Sebastien 2

maxresdefault.jpg 6.919.000

Due anni dopo lo straordinario successo ottenuto dal primo capitolo, riuscito ad incassare solo in Italia 7 milioni di euro, Belle & Sebastien si preparano a tornare in sala con l'immancabile sequel, L'avventura continua, presentato in anteprima mondiale alla Festa del Cinema di Roma nella sezione parallela Alice nella Città. Celebri personaggi nati dalla penna dell'autrice francese Cécile Aubry, i due protagonisti del titolo sono cresciuti negli anni e nello strabordante affetto che provano l'uno nei confronti dell'altro, con pericolose e avvincenti avventure che li attenderanno al varco.

Ambientato nel settembre del 1945, ovvero poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, il film vede Sebastien più discolo e intrapendente. 10 anni e un'innata passione per i prati, la montagna e i giochi all'aria aperta, il bimbo attende impaziente il ritorno dal fronte di Angelina, nipote del più affettuoso César, nonno acquisito, se non fosse che l'aereo militare che avrebbe dovuto riportare la ragazza a casa cada nella foresta, dando vita ad uno spaventoso incendio. Data per morta da tutti, pompieri compresi, Angelina diventa così la 'causa scatenante' dell'avventura che Belle & Sebastien andranno a vivere sulla loro pelle, partendo per un lungo viaggio tra boschi infuocati, orsi furiosi, fiumi, voli a planare e un incredibile passato che ritorna. Perché sulla sua strada, l'adorabile Sebastien, troverà suo padre.

Secondo capitolo di un'annunciata trilogia, Belle e Sebastien - L'avventura continua si differenzia dal precedente episodio grazie al taglio di pura e semplice 'avventura' pensato dagli sceneggiatori Fabien Suarez e Juliette Sales, che hanno così concentrato le proprie attenzioni su nuovi 'rapporti'. Se due anni fa avevamo principalmente assistito alla nascita di un'amicizia, quella tra la gigantesca Belle e il silenzioso Sebastien, in questo sequel scatta lo step padre-figlio, inedito e travolgente per lo stesso giovane protagonista. Un volto, quello di Félix Bossuet, maturato sotto tutti i punti di vista, tanto dall'essere l'assoluto protagonista di un'opera produttivamente impegnativa ed emotivamente in grado, ancora una volta, di suscitare sane reazioni.

Immerso nella meravigliosa natura dell'Alta Moriana della Vanoise, il giovane Sebastien si ritroverà a dover prendere coraggiose decisioni, incrociando sul proprio cammino volti che gli faranno più volte battere il cuore. Non solo suo padre, anarchico e cocciuto proprio come lui, ma anche una giovane ragazzina italiana che finirà per 'sedurlo', per non parlare di quella Angelina cercata in lungo e in largo e di quel 'nonno César da ritrovare dopo giorni di lontananza. Un'avventura da digerire in pochi giorni, quella scritta dai due sceneggiatori, che hanno poi assegnato un posto in prima fila all'elemento del fuoco, decisamente ben 'gestito' dal regista Duguay, tra imponenti incendi reali ed altri ricreati in CG.

Se l'evoluzione della trama lascia alquanto a desiderare soprattutto nei momenti salienti (tra 'dinamite paterna' prica di conseguenze e nipote miracolosamente illesa), il film di Duguay ha il raro pregio della delicatezza, che mai si fa 'volgare' nella sua ricercata ostentazione. Perché i legami d'affetto dei protagonisti seminano continuamente tracce di credibilità, arrivando al nocciolo dei sentimenti tramite piccoli gesti. Un abbraccio, uno sguardo, due mani che si stringono, un sorriso, un 'colpo di fulmine'. Molto del merito, va detto, ricade sui due mattatori, ovvero la meravigliosa Belle e lo straordinario Félix, bimbo di 10 anni dal talento travolgente qui passato alla fase 'adolscenziale'. Dopo la solitudine del primo capitolo, il suo Sebastien è in questo caso un fiume in piena, un piccolo grande eroe impavido e monello neanche a dirlo protetto 'a vista' dal gigantesco amico a quattro zampe. Già in attesa, come tutti noi, della 3° ed ultima (?) avventura.

Voto di Federico 6.5

Belle & Sebastien - L'avventura continua (Francia, Belle et Sébastien: l'aventure continue, 2015) di Christian Duguay; con Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Margaux Châtelier, Urbain Cancelier, Thierry Neuvic, Jeffrey Noel - uscita giovedì 17 dicembre 2015.

  • shares
  • Mail