• Film

È lutto per il cinema francese e non solo: Jeanne Moreau muore a 89 anni

Classe ed eleganza, Jeanne Moreau ha contribuito in maniera determinante alla definizione dello stile francese nel cinema a cavallo tra gli anni ’50 e ’60. Un lutto che perciò tocca tutti, non solo la Francia

Di lei Orson Welles ebbe a dire «la più grande attrice al mondo». Per altri sarà semplicemente impossibile camminare lungo le vie di Parigi senza richiamarla alla mente. Muore a 89 anni Jeanne Moreau, lei che resterà nella storia della Settima Arte, tra gli altri, per Jules e Jim di François Truffaut. Carriera immensa, come lo sono state quelle di attori e attrici di un tempo, frutto di una sterminata filmografia, che ha inizio nel 1949 con Dernier Amour di Jean Stelli e si protrae per oltre sessant’anni.

Nel mezzo, svariati premi a Cannes, Festival che l’ha vista pure presiedere la Giuria in due occasioni, oltre che l’immancabile Oscar alla carriera. Icona della Nouvelle Vague, la Moreau ha lavorato anche con registi del calibro di Elia Kazan, Rainer Werner Fassbinder, Wim Wenders, Theo Angelopoulos, Louis Malle, Luis Buñuel, Jean-Luc Godard, i già citati Welles e Truffaut e Michelangelo Antonioni. Una vita insomma legata al Cinema, anzitutto francese, del quale è stata volto elegante e indispensabile; a ricordarla, tuttavia, saranno tutti coloro che hanno visto almeno un suo film.